Il ruo­lo sim­bo­li­co del 16 ot­to­bre

Corriere Italiano - - IN PRIMO PIANO -

Ad in­tro­dur­re la con­fe­ren­za di Ita­lo e Julia Ca­me­ri­no all’IIC è sta­to il pro­fes­so­re Da­mia­no Ga­ro­fa­lo (nel­la fo­to) do­cen­te di ci­ne­ma e te­le­vi­sio­ne all’Uni­ver­si­tà La Sa­pien­za di Ro­ma, che do­po aver ri­co­strui­to il con­te­sto sto­ri­co del pe­rio­do com­pre­so tra il 1938, an­no in cui en­tra­ro­no in vi­go­re in Ita­lia le “leg­gi raz­zia­li” ri­vol­te pre­va­len­te­men­te, ma non so­lo, con­tro le per­so­ne di re­li­gio­ne ebrai­ca, e il 1945, an­no in cui fi­nì la guer­ra, ha par­la­to del­la fa­mo­sa re­ta­ta del 16 ot­to­bre e di co­me fu or­ga­niz­za­ta dai na­zi­sti: «Una par­ti­co­la­ri­tà di que­sto even­to è che non esi­sto­no im­ma­gi­ni né fo­to­gra­fi­che né in mo­vi­men­to che te­sti­mo­nia­no i fat­ti di quel­la gior­na­ta, cosa ab­ba­stan­za sin­go­la­re ri­spet­to all’os­ses­sio­ne che ave­va­no i na­zi­sti di do­cu­men­ta­re so­prat­tut­to in quel pe­rio­do, quel­lo che fa­ce­va­no.

Non esi­sto­no nem­me­no del­le fo­to ama­to­ria­li. No­no­stan­te ciò nel­la me­mo­ria col­let­ti­va si è for­ma­to lo stes­so un im­ma­gi­na­rio di quel 16 ot­to­bre gra­zie ad al­tri “sup­por­ti” co­me la let­te­ra­tu­ra ba­sti pen­sa­re al li­bro “Se que­sto è un uo­mo” di Pri­mo Le­vi - e il ci­ne­ma fa­cen­do di­ven­ta­re, quel 16 ot­to­bre, so­prat­tut­to a Ro­ma, una da­ta sim­bo­lo, uno spar­tiac­que tra il pri­ma e l’or­ro­re del do­po».

Newspapers in Italian

Newspapers from Canada

© PressReader. All rights reserved.