PAS­SIO­NE A FIOR DI PEL­LE

In un antico ma­gaz­zi­no del por­to di Ge­no­va un tren­ten­ne in­ven­ta PRO­DOT­TI PER LA CA­SA in pel­la­mi pre­gia­ti.

AD (Italy) - - Digest. Eccellenze - di IVAN CAR­VA­LHO — fo­to­gra­fe di www.gioba­gna­ra.com BERNARD TOUILLON

Si tro­va nel Por­to Antico di Ge­no­va, in un ma­gaz­zi­no un tem­po de­sti­na­to a ospi­ta­re i pre­zio­si ca­ri­chi del­le na­vi, il la­bo­ra­to­rio di Gior­gio Ba­gna­ra, un im­pren­di­to­re tren­ta­seien­ne che nel gi­ro di po­chi an­ni ha da­to vi­ta a un ate­lier di abi­li ar­ti­gia­ni che rea­liz­za­no pro­dot­ti in cuo­io per la ca­sa. «Ci oc­cu­pia­mo di tut­to il pro­ces­so pro­dut­ti­vo, dal di­se­gno di nuo­vi pez­zi al ta­glio del­le pel­li», dice Ba­gna­ra, i cui clien­ti in­clu­do­no Bar­neys a New York, Lo­ro Pia­na e Da­vid Lin­ley (il brand crea­to dal ni­po­te del­la re­gi­na Eli­sa­bet­ta) a Lon­dra. Il suo brand GioBa­gna­ra uti­liz­za pel­la­mi di qua­li­tà, tra cui pel­li di coc­co­dril­lo e di razza pro­ve­nien­ti da con­ce­rie ita­lia­ne. La sua col­le­zio­ne con­ta già più di 500 mo­del­li, dai vas­soi rivestiti in pel­le ai car­rel­li, agli sga­bel- li pie­ghe­vo­li, fno al­le li­bre­rie, agli ar­ti­co­li da scri­va­nia e ai giochi. Il ca­ta­lo­go com­pren­de cen­ti­na­ia di co­lo­ri, e per­si­no il colore del­le cu­ci­tu­re può es­se­re per­so­na­liz­za­to. Inol­tre, c’è pu­re la nuo­va nap­pa con stam­pe geo­me­tri­che di­gi­ta­li, usa­ta su qualsiasi ti­po di og­get­to, dai portachiavi ai por­ta­can­de­le. A Ge­no­va gli og­get­ti del­la col­le­zio­ne di Gior­gio Ba­gna­ra so­no in vendita nel­lo sho­w­room in via Ga­ri­bal­di 12/1, al pia­no no­bi­le di un pa­laz­zo ri­na­sci­men­ta­le nel cen­tro sto­ri­co.

De­si­gn ar­ti­gia­na­le. In al­to: tra i mu­ri in pie­tra di un de­po­si­to del Por­to Antico di Ge­no­va na­sco­no le crea­zio­ni in pel­le di Gior­gio Ba­gna­ra. A de­stra: vas­soi, ta­vo­li e ce­sti­ni rivestiti in pel­le.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.