UN OG­GET­TO, UNA CA­SA, UNA STO­RIA.

AD (Italy) - - Finale. -

L’AVAM­PO­STO SVE­DE­SE

«Il pin­gui­no è tor­na­to con me dal­la Sve­zia po­chi gior­ni pri­ma che ar­ri­vas­se Ja­co­po. Era l’avam­po­sto, in for­ma di

PIN­GUI­NO, di un eser­ci­to di og­get­ti che di lì a bre­ve avreb­be­ro in­va­so la no­stra ca­sa, tra­sfor­man­do­ne l’aspet­to, tra­vol­gen­do­ne l’or­di­ne, cam­bian­do­ne per sem­pre rit­mi, suo­ni, ri­ti. Al­lo­ra non mi era chia­ro, ma il pin­gui­no mi sta­va di­cen­do, con le pa­ro­le del poe­ta, che un gior­no era fni­to, e un al­tro gior­no era ap­pe­na co­min­cia­to».

EMA­NUE­LE FARNETI Di­ret­to­re di «AD »

MEMORIA DI VIAG­GIO

«Non so­no mai sta­to un big fan del mi­ni­ma­li­smo nel de­si­gn con­tem­po­ra­neo ma que­sto va­so ( FLO­WER VA­SE # 2) mi ha sem­pre toc­ca­to per la sua for­za emo­ti­va. Co­no­sce­vo mol­to be­ne Shi­ro Ku­ra­ma­ta, in­con­tra­to in oc­ca­sio­ne del mio pri­mo viag­gio a To­kyo nel 1984, e que­sto suo og­get­to è diventato nel tem­po per me un ca­ta­liz­za­to­re di me­mo­rie dal Giap­po­ne».

CH­RI­STO­PH RADL Crea­ti­ve Di­rec­tor di «AD »

RI­TRAT­TO DI SE­DIA IN UN IN­TER­NO

«Quan­do l’ho vi­sta la pri­ma vol­ta, die­ci an­ni fa, è sta­to amo­re a pri­ma vi­sta: non ho sa­pu­to re­si­ste­re al con­tra­sto tra la sua ba­se in ce­men­to e la se­du­ta in al­lu­mi­nio, re­ti­co­la­re, co­lo­ra­ta... È la CHAIR ONE di Kon­stan­tin Gr­cic. Sa­reb­be un pez­zo per ester­ni, ma al­la fne il sentimento ha vin­to sul­la ra­gio­ne. E adesso lei è in sa­la da pran­zo, in po­si­zio­ne d’ono­re. Ina­mo­vi­bi­le, con i suoi qua­si 40 chi­li. Stu­pen­da».

RUBEN MO­DI­GLIA­NI Ca­po­re­dat­to­re di «AD »

UN LET­TO DI LI­BRI

«Set­te an­ni fa, tut­ta la mia col­le­zio­ne di li­bri e ri­vi­ste era sen­za di­mo­ra, ac­ca­ta­sta­ta in pi­le te­ma­ti­che sui pe­ri­me­tri di ogni stan­za. Fi­no al mo­men­to in cui mi so­no innamorato del­la LI­BRE­RIA 606 di­se­gna­ta da Die­ter Rams nel 1960 e tut­to è cam­bia­to. I miei li­bri han­no una nuo­va ca­sa, bianca, spa­zio­sa e con­for­te­vo­le. Una ca­sa den­tro ca­sa, do­ve tro­va­re ri­fu­gio a fne gior­na­ta».

MAR­CO VE­LAR­DI Crea­ti­ve Con­sul­tant di «AD »

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.