DAI, AL­ZA IL VO­LU­ME

Li­bri di tut­to il mon­do. Ma an­che in­con­tri con gli scrit­to­ri, pez­zi di de­si­gn e un oc­chio al­la mo­da. Riz­zo­li Gal­le­ria vol­ta pa­gi­na

Amica - - TAM TAM - Te­sto Ni­co­let­ta Me­lo­ne

Per­ché li­mi­tar­si a leg­ge­re in una li­bre­ria co­sì? La nuo­va Riz­zo­li Gal­le­ria, che ha da po­co ria­per­to le por­te nel cuo­re di Mi­la­no, in Gal­le­ria Vit­to­rio Ema­nue­le, of­fre mi­glia­ia di vo­lu­mi e una cer­tez­za: que­sta non è una bi­blio­te­ca. Pec­ca­to en­tra­re in pun­ta di pie­di e li­mi­tar­si a sfo­glia­re in si­len­zio. È la ca­sa dei li­bri. Ed è ar­re­da­ta be­nis­si­mo. Un luo­go av­vin­cen­te do­ve chiun­que ami sto­rie e tra­me tro­va quel­lo che de­si­de­ra. Cer­can­do senza fret­ta, cu­rio­san­do tra di­ste­se di scaf­fa­li e pez­zi di de­si­gn. Un po­sto un po’ di­ver­so, pro­iet­ta­to all’ester­no, sul­la cit­tà pul­san­te, ma ca­pa­ce di av­vol­ge­re e fer­ma­re il tem­po, per vol­ta­re pa­gi­na e pren­der­si una pau­sa, fi­nal­men­te. Per guar­dar­si in fac­cia e scam­biar­si im­pres­sio­ni e consigli. Ma tu, que­sto l’hai let­to? Un mon­do a par­te do­ve non ci so­no com­mes­si ma li­brai, per­so­ne in­for­ma­te e ap­pas­sio­na­te che san­no esat­ta­men­te di che co­sa stai par­lan­do e so­no sem­pre un pas­so avan­ti. Non cer­ca­no un ti­to­lo al com­pu­ter e poi ti ar­ran­gi. Gui­da­no, rac­con­ta­no, il­lu­stra­no. Una li­bre­ria multitasking, fles­si­bi­le, sem­pre pron­ta a cam­bia­re for­ma, sem­pre in mo­vi­men­to, ca­pa­ce di sor­pren­der­ti co­me un buon gial­lo, di in­cu­rio­sir­ti co­me un bel ro­man­zo, in gra­do di ospi­ta­re og­gi un even­to, do­ma­ni una mo­stra. Di pro­gram­ma­re qui un di­bat­ti­to con lo scrit­to­re del mo­men­to e po­co più in là un in­con­tro per bam­bi­ni, tra fia­be e ma­rio­net­te. Una de­sti­na­zio­ne aper­ta tut­to il giorno per tut­ta la fa­mi­glia. Hi-te­ch e do­ta­ta di per­cor­si in­te­rat­ti­vi e di­gi­ta­li, ma pron­ta DA MI­LA­NO A NEW YORK Qui ac­can­to, la nuo­va Riz­zo­li Gal­le­ria. Do­po la se­de di Mi­la­no an­che quel­la di New York cam­bie­rˆ vol­to. E in­di­riz­zo. L’inaugurazione di Riz­zo­li Book­sto­re • pre­vi­sta in primavera al 1133 di Broad­way. a da­re a chi en­tra ciò che nes­sun ac­qui­sto on li­ne po­trà mai of­fri­re. A di­spo­si­zio­ne, ci so­no ol­tre 40mi­la li­bri, dai bestsel­ler da mi­lio­ni di co­pie al­le più ra­re e ri­cer­ca­te spe­cial edi­tion. Tre pia­ni pro­get­ta­ti per tut­te le esi­gen­ze. Il pri­mo è per i più pic­co­li, uno spa­zio al­le­gro e pie­no di pro­po­ste do­ve leg­ge­re di­ven­ta un gio­co da ra­gaz­zi.

Al pia­no ter­ra so­no di sce­na la nar­ra­ti­va e l’edi­co­la con i gior­na­li di ogni an­go­lo del mon­do. Pun­ta di dia­man­te, l’Ot­ta­go­no, la sa­la ot­ta­go­na­le che con­tie­ne co­me uno scrigno i li­bri più pre­zio­si: gran­di ope­re il­lu­stra­te di ar­te, mo­da, fo­to­gra­fia e de­si­gn. Un’ovat­ta­ta pas­se­rel­la per fa­shion vic­tim che ve­de sfi­la­re la stam­pa in­ter­na­zio­na­le più at­ten­ta e le pub­bli­ca­zio­ni più straor­di­na­rie de­di­ca­te a sti­li­sti, Mai­son, abi­ti e icone. Al pia­no in­ter­ra­to si al­za in­ve­ce il si­pa­rio sui sag­gi e la non fic­tion: è uno sce­na­rio di­na­mi­co, pro­get­ta­to in mo­do che pos­sa ospi­ta­re ogni ge­ne­re di even­ti. L’ar­re­da­men­to ce­le­bra la Mi­la­no ca­pi­ta­le del de­si­gn e del­le avan­guar­die. E schie­ra pez­zi di Cas­si­na, Pol­tro­na Frau, Vi­tra, Via­biz­zu­no, Fon­ta­na Ar­te. Tre di­ver­si li­vel­li di let­tu­ra per un sa­lot­to col­to e in­tel­li­gen­te ma an­che bel­lo, do­ve il pia­ce­re di leg­ge­re si ac­co­sta a quel­lo di muo­ver­si in una cor­ni­ce cal­da ed ele­gan­te, in cui il le­gno ac­ca­rez­za la car­ta. E la­scia par­la­re il tem­po.

Bentornati nel “sa­lot­to di Mi­la­no”. Due im­ma­gi­ni del­la nuo­va Riz­zo­li Gal­le­ria, che ha ria­per­to le por­te, com­ple­ta­men­te ri­vi­sta, il 4 no­vem­bre.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.