Maxi a vela. Gioielli su misura con l’anima corsaiola

Avion Luxury International Airport Magazine - - CONTENTS - Di/ by Alex D’Agosta

Gli ar­ma­tori di su­pery­acht a vela amano tanto la natura e sanno che pagano un prezzo spesso in­fe­ri­ore agli yacht a mo­tore di pari lunghezza per un mezzo da molti punti di vista più el­e­gante, marino e si­curo con il mal­tempo an­che se meno ve­loce e spazioso. Niente di nuovo, è sem­pre stato così lo yacht­ing, ma di certo la ten­sione per ren­dere gli ar­ma­tori a vela più fedeli a un brand lo si è colti­vato an­che sul piano delle com­pe­tizioni. Al­cuni più forti, in­fatti, pun­tano su tro­fei mono­marca, men­tre in gen­erale le re­gate ded­i­cate ai maxi restano sal­da­mente gli eventi più glam­our del pi­aneta. E forse non tutti sanno che molti dei nomi più pres­ti­giosi di questo es­clu­sivo club di im­bar­cazioni

I velisti ap­pas­sion­ati dei maxi sem­brano non ab­biano più com­pro­messi da ac­cettare: fas­cino e sin­u­osità delle forme non os­ta­colano più l’uso cro­ceris­tico né quello ag­o­nis­tico in re­gata, per con­sen­tire agli ar­ma­tori di sfog­giare i pro­pri grandi gioielli a vela negli ap­pun­ta­menti più pres­ti­giosi del mondo Maxi-yacht sail­ing en­thu­si­asts need ac­cept com­pro­mises no more: at­trac­tive, sin­u­ous lines no longer im­pede their use as leisure craft, nor their com­pet­i­tive use in re­gat­tas, al­low­ing own­ers to show off these sail­ing trea­sures at the most pres­ti­gious events around the world

hanno forti legami con l’Italia che, al con­trario di quanto si creda, non è solo in vetta alla pro­duzioni dei su­pery­acht a es­clu­siva propul­sione mec­ca­nica. Si parte con Wally, il cantiere mon­e­gasco cre­ato da Luca Bas­sani An­ti­vari, erede della cele­bre famiglia ital­iana che ha fondato la BTi­cino. La pro­duzione a vela di Wally ha rag­giunto i 164 piedi, ma la sua spe­cial­ità sono scafi nell’in­torno dei 30 metri. È il caso dell’ul­timo nato nel 2016, il “Barong D“, con in­terni stu­diati da Luca Bas­sani De­sign e gli es­terni tradizional­mente fir­mati da Ger­man Fr­ers: bei con­trasti di col­ori e un pozzetto su­per lungo per grande com­fort all’aperto. Ma in banchina il più temuto dei vari re­centi è il sec­ondo

Newspapers in English

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.