Yacht Made in Italy. Tra de­sign ed ecologia

Avion Luxury International Airport Magazine - - YACHTS - Di/ by Alex D’Agosta

È sem­pre un pi­acere vis­itare un porto e vedere una barca di su­per lusso costru­ita in Italia. Vuol dire che la sua commessa ha dato tanto la­voro dopo che un for­tu­nato ar­ma­tore ha cre­duto in un brand, non solo per qual­ità ed el­e­ganza: è il pre­mio per una cul­tura che si tra­manda di gen­er­azione in gen­er­azione e rende l’in­dus­tria ital­iana am­bita nel mondo. Già per­ché an­che se meno famosi di Fer­rari, Lam­borgh­ini, Du­cati, Col­nago o Moto Guzzi, i gioielli di vetroresina ed al­lu­minio che sol­cano i mari sono ‘mezzi di trasporto’ sim­bolo di sto­ria, matite e tradizioni uniche, inim­itabili. Vero che si vive un po’ di ‘ren­dita’ dalle Belle Époque dello yacht­ing, da quegli anni ’60 quando i Riva sta­vano a Brigitte Bar­dot come le Mv Agusta a Gi­a­como Agos­tini. Ma an­cora oggi Riva c’è e pro­duce non solo mitici day cruiser, ma an­che al­tri tipi di cap­ola­vori più con­tem­po­ranei. È il caso del “76’ Ba­hamas“, un con­vert­ibile che muove l’el­e­mento ‘top’ e si trasforma da open a coupé e vicev­ersa: un as­petto molto im­por­tante an­che per i lunghi

L’Italia della nau­tica da di­porto e, an­cora meglio, delle navi da di­porto da oltre 24 metri è sem­pre da record. Sofisti­cazione, bellezza, grazia an­cora al top per la cantieris­tica tri­col­ore Plea­sure boats in Italy or even bet­ter, plea­sure boats of over 24 me­tres, con­tin­u­ously break records. So­phis­ti­ca­tion, beauty and grace, for the Ital­ian ship-build­ing in­dus­try

trasfer­i­menti. Una mer­av­iglia ap­pena sotto i 24 metri che non richiede equipag­gio pro­fes­sion­ale e rende l’ar­ma­tore, se ca­pace, an­che del tutto in­dipen­dente per le più in­time crociere fa­mil­iari. Ri­ma­nendo nel gruppo fondato dall’ex cam­pi­one di mo­to­nau­tica, è più spazioso il Fer­retti Yachts “850“, un neonato fly­bridge fir­mato dallo Stu­dio Zuc­con che può analoga­mente es­sere reg­is­trato come im­bar­cazione da di­porto ma vanta carat­ter­is­tiche da su­per: sono di prima classe le am­plis­sime aree all’aperto, ul­te­ri­or­mente val­oriz­zate da un’inaspet­tata spi­aggetta ri­ca­vata dal portel­lone del garage. Una vera ‘beach area’ che può scen­dere fino a sotto al liv­ello dell’ac­qua ed è per questo co­moda an­che per la movi­men­tazione del ten­der. A modo suo è leader la “Navetta 37“di Cus­tom Line, am­mi­raglia nella gamma semi-dis­lo­cante di uno dei brand più ‘cus­tom’ dell’Adri­atico: li­nee pulite, sala co­mando da fan­ta­scienza, è un lab­o­ra­to­rio di ricerca per lo smorza­mento acus­tico at­traverso soluzioni di ricerca delle fonti sonore

Newspapers in English

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.