BEE­THO­VEN GLI UL­TI­MI QUAR­TET­TI PER AR­CHI

Classic Voice - - RECENSIONI - GIAN PAO­LO MINARDI

QUAR­TET­TO Mo­saï­ques

3 CD Naï­ve 5445

PREZ­ZO 31,50

★★★★★

Una spe­cie di re­ga­lo per i trent’an­ni com­piu­ti dal celebre quar­tet­to au­stria­co, in real­tà un re­ga­lo per gli ascol­ta­to­ri che tro­va­no una gui­da co­sì preziosa per en­tra­re nel mon­do dell’ul­ti­mo Bee­tho­ven, sen­za le scor­cia­to­ie di soc­cor­so che ta­lo­ra la ri­cer­ca del­la “mo­der­ni­tà” sem­bra sug­ge­ri­re, ma at­tra­ver­so una più sot­ti­le in­tro­spe­zio­ne af­fi­da­ta so­prat­tut­to al suo­no e al­la sua tra­spa­ren­za, no­zio­ne ac­qui­si­ta da una cer­ta tra­di­zio­ne, quel­la se­gna­ta dal Quar­tet­to Ve­gh di cui il pri­mo vio­li­no del “Mo­saï­que”, Eri­ch Hö­bar­th, è sta­to per al­cu­ni an­ni mem­bro; ma più in par­ti­co­la­re dal­la co­mu­ne ra­di­ce dei quattro in quel vien­ne­se Con­cen­tus Mu­si­cus di Har­non­court che del­la ri­cer­ca di un suo­no ori­gi­na­le ha fat­to una re­li­gio­ne; re­li­gio­ne di cui i quattro del Mo­saï­que so­no fe­de­li pra­ti­can­ti nell’im­pie­go di cor­de di bu­del­lo e di un dia­pa­son mai esa­spe­ra­to, ma sen­za fa­na­ti­smo. An­drás Schiff, che con es­si ha più vol­te col­la­bo­ra­to, si sof­fer­ma nel­la no­ta al “booc­klet” sull’ini­zio fu­ga­to del Quar­tet­to in do die­sis mi­no­re per sot­to­li­nea­re il pe­so del­la storia che riaf­fio­ra da quel len­to pren­der vita del di­scor­so, da Ba­ch a Bar­tók che da que­sti ul­ti­mi Quar­tet­ti trar­rà lin­fe vitali; ed in ef­fet­ti a ren­de­re av­vin­cen­te l’ascol­to di que­ste pa­gi­ne co­sì com­ples­se, co­sì su­bli­me­men­te “dis­se­sta­te”, è il fi­lo che i quattro ese­cu­to­ri in­tes­so­no per im­pri­me­re una coe­ren­za al tes­su­to, nel mo­do con cui “sen­to­no” la di­na­mi­ca, in par­ti­co­la­re que­gli “sfor­za­ti” che so­no l’im­prin­ting del­la lin­gua bee­tho­ve­nia­na, ma più am­pia­men­te co­me con­ce­pi­sco­no il sen­so di con­ti­nui­tà che re­go­la i tra­pas­si più bru­schi pro­pri di que­ste ope­re; un pro­ce­de­re na­tu­ra­le, sen­za ra­di­ca­li­smi né in sen­so “fi­lo­lo­gi­co” né pro­gres­si­sta. Una cu­rio­si­tà: man­ca nel­la re­gi­stra­zio­ne il fi­na­le del Quar­tet­to op. 130 com­po­sto da Bee­tho­ven in so­sti­tu­zio­ne del­la Gran­de Fu­ga con­si­de­ra­ta trop­po dif­fi­ci­le per l’ascol­ta­to­re (e per gli ese­cu­to­ri): “Ab­bia­mo vo­lu­to ono­ra­re la pri­ma scel­ta di Bee­tho­ven”, af­fer­ma il vio­lon­cel­lo Ch­ri­sto­phe Coin.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.