Il Del­fi­no si è “spiag­gia­to”

Nel ri­sto­ran­te dell’omo­ni­mo li­do di Sor­ren­to, ri­sot­to da di­men­ti­ca­re, vi­ni ca­ris­si­mi

Corriere del Mezzogiorno (Campania) - - Tempo Libero - A cu­ra di Gim­mo Cuo­mo @gim­mo­cuo­mo

An­co­ra una de­lu­sio­ne a Sor­ren­to. In par­ti­co­la­re, da due an­ni a que­sta par­te, ho col­le­zio­na­to, con per­vi­ca­cia pros­si­ma al ma­so­chi­smo, non po­che espe­rien­ze ne­ga­ti­ve, spe­cial­men­te, con le do­vu­te ec­ce­zio­ni, nei lo­ca­li sul ma­re. L’ul­ti­ma in or­di­ne di tem­po, una quin­di­ci­na di gior­ni fa, al ri­sto­ran­te dei ba­gni Il Del­fi­no a a Ma­ri­na Gran­de, la straor­di­na­ria lo­ca­tion di in­di­men­ti­ca­bi­li sce­ne di «Pa­ne, amo­re e...» di Di­no Ri­si. Ep­pu­re, più di un ami­co mi ave­va rac­co­man­da­to l’espe­rien­za. Che di­re? Sa­rò ca­pi­ta­to nel­la gior­na­ta sba­glia­ta. Ma, co­me op­por­tu­na­men­te ri­cor­da­va il mio pre­de­ces­so­re An­to­nio Fio­re, un clien­te pa­gan­te che ma­ga­ri ha at­te­so un an­no per fe­steg­gia­re una ri­cor­ren­za, non può con­ce­de­re ali­bi. Che non sia co­sa lo si ca­pi­sce su­bi­to. Il pa­ne non è nien­te di che e si sbri­cio­la ino­pi­na­ta­men­te, le bru­schet­te so­no doz­zi­na­li, trop­po dop­pie, dif­fi­ci­li da ad­den­ta­re. Ma vo­glia­mo com­men­ta­re l’ab­bi­glia­men­to di un ca­me­rie­re in clas­si­ca di­vi­sa black & whi­te da pin­gui­no con ai pie­di le in­fra­di­to ha­wa­ia­nas? I vi­ni so­no elen­ca­ti sen­za le an­na­te e pre­sen­ta­no un ri­ca­ri­co esa­ge­ra­to tra il 150 e il 200 per cen­to. Di­scre­ta l’in­sa­la­ta di ma­re, ser­vi­ta tie­pi­da, or­na­ta con ana­cro­ni­sti­ci po­mo­do­ri, ca­ro­te e zuc­chi­ne cru­di scol­pi­ti. La par­mi­gia­na di pe­sce ban­die­ra (1) non è un­tuo­sa, ma non ca­pi­sco le li­sta­rel­le di for­mag­gio (Gra­na Pa­da­no?) spar­se sen­za al­cu­na par­si­mo­nia sul piat­to. Ton­fo sul ri­sot­to al­la pe­sca­to­ra (2), non to­sta­to, scot­to (o for­se pre­cot­to?) con po­mo­do­ro in ec­ces­so. Le lin­gui­ne al ton­no, ala­lun­ga sott’olio (3), pre­sen­ta­no un for­te aro­ma (e sa­po­re) di aglio bru­cia­to. An­che in que­sto ca­so il po­mo­do­ro è ec­ces­si­vo. Frit­tu­ra di pe­sce da di­men­ti­ca­re: ali­ci mol­lic­ce, gam­be­ret­ti tutt’al­tro che «di Cra­pol­la» co­me pro­mes­so dal ca­me­rie­re, ca­la­ma­rel­le gron­dan­ti olio e non pri­va­te del­la pen­na. La de­li­zia al li­mo­ne è una fet­ta di tor­ta al pan di Spa­gna, il pro­fi­te­ro­le mol­lic­cio con sal­sa al cioc­co­la­to sle­ga­ta. Ri­ca­ri­chi sui vi­ni mol­to ele­va­ti. Ba­sta co­sì.

2

3

1

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.