Il ca­ra­bi­nie­re e il ra­gaz­zo «È ve­nu­to lui a cer­car­mi per con­fes­sa­re il de­lit­to»

Corriere del Mezzogiorno (Puglia) - - Da Prima Pagina - di An­ge­la Ba­len­za­no

Nel gior­no in cui il Con­si­glio su­pe­rio­re del­la ma­gi­stra­tu­ra ha aper­to un’in­da­gi­ne sul­la Pro­cu­ra dei mi­no­ri di Lec­ce per le «pre­sun­te omis­sio­ni» dopo le de­nun­ce pre­sen­ta­te a mag­gio dalla fa­mi­glia del­la vit­ti­ma, emer­go­no nuo­vi par­ti­co­la­ri sul­le ore che han­no pre­ce­du­to la sco­per­ta del de­lit­to di Noe­mi Du­ri­ni. A ri­ve­lar­li è Giu­sep­pe Bor­rel­lo, co­man­dan­te del­la sta­zio­ne dei ca­ra­bi­nie­ri di Spec­chia, che racconta co­me sia sta­to il ba­by as­sas­si­no di 17 an­ni fi­dan­za­to del­la stes­sa Noe­mi - a cer­car­lo per con­fes­sa­re il fe­ro­ce omi­ci­dio. «Nei gior­ni pre­ce­den­ti - ha det­to il ma­re­scial­lo il ra­gaz­zo ave­va pro­va­to più vol­te a de­pi­star­ci. Ma, trat­tan­do­lo con uma­ni­tà e fa­cen­do­gli ca­pi­re che con­fes­san­do avreb­be da­to una pro­spet­ti­va al­la sua vi­ta, po­co al­la vol­ta ha ce­du­to. Da­van­ti al cor­po di Noe­mi ha avu­to un ma­lo­re».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.