Si­cu­rez­za, lu­ci a led per tut­ta l’Ar­cel­la

Il pia­no del sin­da­co, nuova il­lu­mi­na­zio­ne an­che in sta­zio­ne: ven­ti mi­lio­ni e due an­ni

Corriere del Veneto (Padova e Rovigo) - - DA PRIMA PAGINA - Mo­ran­duz­zo

Più si­cu­rez­za, rea­le e per­ce­pi­ta, at­tra­ver­so un va­sto pro­gram­ma di ri­fa­ci­men­to della pub­bli­ca il­lu­mi­na­zio­ne in due aree tra le più cri­ti­che della cit­tà: quar­tie­re Ar­cel­la e la zo­na che cir­con­da la Sta­zio­ne. E’ il pia­no an­nun­cia­to dal sin­da­co di Pa­do­va, Ser­gio Gior­da­ni, che ipo­tiz­za una spe­sa di 20 mi­lio­ni e due an­ni di la­vo­rio (in­clu­den­do an­che il ri­fa­ci­men­to de­gli im­pian­ti in cen­tro). La nuova il­lu­mi­na­zio­ne sa­rà a led, cal­da e me­no di­spen­dio­sa.

Il sin­da­co Ser­gio Gior­da­ni a bre­ve co­min­ce­rà le trat­ta­ti­ve con He­ra per rin­no­va­re l’il­lu­mi­na­zio­ne all’Ar­cel­la, nel­la zo­na della sta­zio­ne e in cen­tro cit­tà. L’in­ten­zio­ne è quella di in­stal­la­re il­lu­mi­na­zio­ne a led nei due aree più cri­ti­che dal pun­to di vi­sta della si­cu­rez­za e di si­ste­ma­re l’im­pian­to elet­tri­co del cen­tro, per mol­ti aspet­ti ob­so­le­to. «Una buo­na il­lu­mi­na­zio­ne è un ot­ti­mo de­ter­ren­te per la cri­mi­na­li­tà. Ser­vi­ran­no due an­ni di la­vo­ri per com­ple­ta­re l’in­te­ro pro­get­to e l’in­ve­sti­men­to po­treb­be ag­gi­rar­si in­tor­no ai ven­ti mi­lio­ni, ma dob­bia­mo an­co­ra pren­de­re con­tat­ti con He­ra», di­ce Gior­da­ni.

L’Ar­cel­la e la zo­na della sta­zio­ne so­no le due aree più toc­ca­te dal­la pic­co­la cri­mi­na­li­tà. So­no an­che spa­zi che pre­sen­ta­no cri­ti­ci­tà so­cia­li, do­ve la per­cen­tua­le di re­si­den­ti stra­nie­ri è più al­ta che nel re­sto della cit­tà, con i re­la­ti­vi pro­ble­mi di con­vi­ven­za. Se­con­do i da­ti del Co­mu­ne, all’Ar­cel­la il 26,78 per cen­to della po­po­la­zio­ne non è italiana. Di re­cen­te, mol­te iniziative na­te da idee di re­si­den­ti han­no cer­ca­to di ria­ni­ma­re il quar­tie­re dell’Ar­cel­la la se­ra, co­me Ar­cel­laG­round, una se­rie di eventi mu­si­ca­li e ar­ti­sti­ci gra­tui­ti ospi­ta­ti nei ne­go­zi, o an­co­ra la li­nea di ab­bi­glia­men­to fir­ma­ta Ar­cel­laTo­wn, col­let­ti­vo che pro­muo­ve pro­get­ti di ri­ge­ne­ra­zio­ne ur­ba­na at­tra­ver­so la creatività. L’in­ten­to è quel­lo di ri­da­re vi­ta ad una zo­na della cit­tà che la se­ra si svuo­ta.

Più dif­fi­ci­le la si­tua­zio­ne della sta­zio­ne, do­ve ci so­no mol­ti uf­fi­ci e buo­na par­te dei po­chi re­si­den­ti è di ori­gi­ne stra­nie­ra. Ci so­no mol­ti na­scon­di­gli do­ve gli spac­cia­to­ri pos­so­no scam­bia­re dro­ga e uno di que­sti è piaz­za Ga­spa­rot­to, luo­go che pre­sto sa­rà tea­tro di una com­ple­ta e at­ten­ta ri­qua­li­fi­ca­zio­ne, nel­la con­vin­zio­ne che il mi­glio­ra­men­to di spa­zi e ar­re­di pos­sa in­ci­de­re sul­la si­cu­rez­za, tan­to rea­le quan­to per­ce­pi­ta. Si è co­min­cia­to ab­bat­ten­do la pa­laz­zi­na ex-Avis, che ospi­ta­va il bel­lis­si­mo mu­ra­les di Ales­sio B e ora l’am­mi­ni­stra­zio­ne co­mu­na­le ha av­via­to una se­rie di in­con­tri con i cit­ta­di­ni per ca­pi­re qua­li la­vo­ri sia­no ne­ces­sa­ri.

Pro­prio l’il­lu­mi­na­zio­ne è una del­le pri­me co­se che chie­do­no i re­si­den­ti: es­sen­do una zo­na do­ve ci so­no più uf­fi­ci che abi­ta­zio­ni, la se­ra si svuo­ta e di­ven­ta il luo­go idea­le per la mi­cro­cri­mi­na­li­tà. «Lab+» è il gran­de con­te­ni­to­re di va­rie as­so­cia­zio­ni che han­no pre­sen­ta­to un pro­get­to alla giun­ta per ren­de­re vi­vi­bi­le la piaz­za. Pri­ma di tut­to, se­con­do i cit­ta­di­ni, ol­tre ad un’ade­gua­ta il­lu­mi­na­zio­ne, ser­vo­no ar­re­di ur­ba­ni co­me ce­sti­ni, pan­chi­ne e ra­strel­lie­re per le bi­ci­clet­te. Chie­do­no, gli abi­tan­ti di Ar­cel­la, an­che la pos­si­bi­li­tà di in­stal­la­re un im­pian­to di ir­ri­ga­zio­ne per gli or­ti ur­ba­ni crea­ti nel 2015 da Ga­spa­rOr­to e cu­ra­ti da quin­di­ci volontari.

Un’idea per spin­ge­re al­tri im­pren­di­to­ri a in­ve­sti­re su piaz­za Ga­spa­rot­to è l’isti­tu­zio­ne di eventi o fe­sti­val, ma­ga­ri nei me­si pri­ma­ve­ri­li, per far sì che di­ven­ti un luo­go di ag­gre­ga­zio­ne e fre­quen­ta­zio­ne: è già sta­to crea­to un pal­co in le­gno e l’as­so­cia­zio­ne Na­dir si è di­chia­ra­ta di­spo­ni­bi­le ad al­le­sti­re un chio­sco di bi­bi­te e ci­bo du­ran­te gli eventi. Per au­men­ta­re mag­gior­men­te la si­cu­rez­za nel­le ore del gior­no, i cit­ta­di­ni chie­do­no che al­cu­ni uf­fi­ci del Co­mu­ne sia­no di­slo­ca­ti in uno dei pa­laz­zi della piaz­za. Il pro­get­to ul­ti­mo de­ve an­co­ra es­se­re de­fi­ni­to ma la col­la­bo­ra­zio­ne at­ti­va tra re­si­den­ti e am­mi­ni­stra­zio­ne fa ben spe­ra­re. I la­vo­ri do­vreb­be­ro par­ti­re già que­sta esta­te e coin­vol­ge­ran­no an­che via Trie­ste e piaz­za­le Bo­schet­ti.

Con i cit­ta­di­ni Il pro­get­to per la ri­qua­li­fi­ca­zio­ne di piaz­za Ga­spa­rot­to coin­vol­ge gli abi­tan­ti del quar­tie­re.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.