Pro­fu­ghi, Ba­gno­li an­co­ra in ri­vol­ta Car­tel­li, pro­te­ste e mi­gran­ti ai can­cel­li

Al mat­ti­no la «som­mos­sa»: cin­quan­ta ospi­ti nell’ex ba­se la­men­ta­no organizzazione ca­ren­te e tem­pi lunghi per i do­cu­men­ti. La pre­fet­tu­ra: «La si­tua­zio­ne mi­glio­ra»

Corriere del Veneto (Padova e Rovigo) - - PADOVA - Ro­ber­ta Po­le­se

Car­tel­li, pro­te­ste, ser­ra­te ai can­cel­li. E’ an­da­ta in sce­na ie­ri mat­ti­na l’en­ne­si­ma pro­te­sta di una par­te dei mi­gran­ti ospi­ti del cen­tro di accoglienza della ba­se di San Si­ro, a Ba­gno­li. I mo­ti­vi della «som­mos­sa», già rien­tra­ta nel po­me­rig­gio, non so­no mol­to di­ver­si da al­tre ri­vol­te re­gi­stra­te ne­gli ul­ti­mi me­si, in que­sta ed al­tre strut­tu­re: di­sor­ga­niz­za­zio­ne in­ter­na, i lunghi tem­pi di at­te­sa per ot­te­ne­re i do­cu­men­ti per po­ter ab­ban­do­na­re la strut­tu­ra.

La pro­te­sta è ini­zia­ta ie­ri mat­ti­na pre­sto e sul po­sto so­no subito giun­ti i ca­ra­bi­nie­ri della com­pa­gnia di Aba­no Ter­me, gui­da­ti dal ca­pi­ta­no Mar­co Tur­ri­ni, ol­tre ad al­cu­ni agen­ti della que­stu­ra di Pa­do­va. Al­cu­ni di­pen­den­ti della coo­pe­ra­ti­va Ede­co, che ge­sti­sce il cen­tro accoglienza, so­no usci­ti per tran­quil­liz­za­re i gior­na­li­sti e gli ope­ra­to­ri della pub­bli­ca si­cu­rez­za, di­cen­do che la pro­te­sta era cir­co­scrit­ta so­lo ad al­cu­ni ani­mi più cal­di di al­tri, ma che la mag­gior par­te de­gli ospi­ti, 280 in que­ste set­ti­ma­ne, stan­no be­ne e non han­no avu­to nul­la di cui la­men­tar­si.

Sul po­sto si è re­ca­to co­mun­que An­to­nel­lo Roc­co­ber­ton, fun­zio­na­rio della pre­fet­tu­ra de­le­ga­to all’accoglienza mi­gran­ti. «Ho par­la­to per­so­nal­men­te con i ra­gaz­zi che pro­te­sta­va­no – spie­ga –. I mo­ti­vi so­no le­ga­ti alla lo­gi­sti­ca, all’organizzazione in­ter­na, c’è da di­re co­mun­que che la si­tua­zio­ne den­tro alla ba­se sta len­ta­men­te mi­glio­ran­do gra­zie an­che ai nu­me­ri che si stan­no ri­du­cen­do – con­ti­nua –. La ba­se si sta svuo­tan­do e la pre­fet­tu­ra va­lu­te­rà an­che lo spo­sta­men­to di al­cu­ne persone dal cen­tro di Ba­gno­li al­le coo­pe­ra­ti­ve di Pa­do­va che han­no da­to la di­spo­ni­bi­li­tà ad ac­co­glie­re stra­nie­ri gra­zie ai po­sti che si so­no li­be­ra­ti, al mo­men­to pe­rò non è pos­si­bi­le di­re se la ba­se di Ba­gno­li ver­rà chiu­sa o ri­dot­ta».

Sul pia­no or­ga­niz­za­ti­vo la pre­fet­tu­ra ha di fat­to con­ge­la­to il ban­do pro­fu­ghi 20172018-2019 (da 87 mi­lio­ni) per quan­to ri­guar­da la ge­stio­ne dell’hub della Bas­sa Pa­do­va­na, in at­te­sa di chia­ri­re la do­cu­men­ta­zio­ne pre­sen­ta­ta dal­la coo­pe­ra­ti­va Ba­dia Gran­de di Tra­pa­ni, che sul­la car­ta lo scor­so an­no si era ag­giu­di­ca­ta la ge­stio­ne del cen­tro pro­fu­ghi della Bas­sa, pro­po­nen­do un co­sto per pro­fu­go pa­ri a 23 eu­ro, un’of­fer­ta di gran lun­ga più bas­sa ri­spet­to alla me­dia dei 31,9 del­le al­tre coop che han­no par­te­ci­pa­to alla ga­ra.

Un ri­bas­so che ha driz­za­to le an­ten­ne di Ede­co, la coo­pe­ra­ti­va di Si­mo­ne Bo­ri­le e della mo­glie Sa­ra Fel­pa­ti, i qua­li han­no fat­to ri­cor­so al Tar. La Pre­fet­tu­ra ha quin­di con­ge­la­to l’ag­giu­di­ca­zio­ne della ga­ra de­le­gan­do la ge­stio­ne pro tem­po­re a Ede­co, in at­te­sa di ca­pi­re co­me fa­reb­be Ba­dia Gran­de a ge­sti­re i pro­fu­ghi con un prezzo pro ca­pi­te co­sì bas­so.

(Ber­ga­ma­schi)

Scon­ten­to La pro­te­sta dei pro­fu­ghi ospi­ti della ex ba­se di Ba­gno­li

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.