Fras­si­ca, la «gua­st star» «Le ri­sa­te? Dal sur­rea­le»

Il ca­ba­ret­ti­sta con­fes­sa: «Ora vor­rei una sit­com mia»

Corriere del Veneto (Padova e Rovigo) - - EVENTI - F.ver.

Ca­lem­bour e gio­chi di pa­ro­le, ma an­che tan­ta mu­si­ca… tut­ta da ri­de­re. Nino Fras­si­ca con la sua band, sa­li­rà sul pal­co del Fe­sti­val del­le Bas­se il 22 set­tem­bre al­le 20.30 con il suo show “Nino Fras­si­ca e Los Plag­gers tour 2000/3000”.

Sa­rà un con­cer­to o uno spettacolo di ca­ba­ret?

«È uno spettacolo fon­da­men­tal­men­te mu­si­ca­le con pa­ren­te­si di mo­men­ti co­mi­ci in cui in­te­ra­gi­sco con il pub­bli­co. Co­me di­co spes­so io so­no la “gua­st star” del­la band. L’idea di esi­bir­si con una band na­sce dall’esigenza di ave­re un pro­dot­to adat­to sia al­le piaz­ze e ai luo­ghi all’aperto, do­ve spes­so man­ca il giu­sto con­te­sto tea­tra­le ti­pi­co di uno spettacolo fat­to di “pa­ro­la”, sia all’in­ter­no di Tea­tri e Are­ne, un mix quin­di di mu­si­ca e pa­ro­le che può ac­con­ten­ta­re il pub­bli­co se­du­to e non. La mu­si­ca cre­do sia il pri­mo in­gre­dien­te per di­ver­ti­re gli spet­ta­to­ri».

Chia­man­do que­sto tour “2000/3000” si è pre­so un po’ lar­go?

«Sia­mo sol­tan­to al di­ciot­te­si­mo an­no, se non sba­glio i miei cal­co­li, fra 982 an­ni fi­ni­rò il mio tour».

La sua è una del­le co­mi­ci­tà più ori­gi­na­li che ci si sia­no mai sta­te in Ita­lia. Mi chie­de­vo pe­rò qua­li fos­se­ro i suoi mae­stri di ri­sa­te?

«Il mae­stro in­di­scus­so si chia­ma To­tò, e si­cu­ra­men­te a se­gui­re, sep­pur in am­bi­ti e in pe­rio­di di­ver­si, c’è Al­ber­to Sor­di e poi, ov­via­men­te nel tea­tro, Edoar­do».

Og­gi c’è qual­che co­mi­co che la fa ri­de­re? «As­so­lu­ta­men­te sì, Mac­cio Ca­pa­ton­da con cui ho an­che il pia­ce­re di col­la­bo­ra­re fre­quen­te­men­te, nel­la sua co­mi­ci­tà in­tra­ve­do del­le co­se si­mi­li a me, ma in­se­ri­te in un con­te­sto più tec­ni­co di re­gia te­le­vi­si­va. So­no im­ma­gi­ni sur- rea­li e so­no quel­le prin­ci­pal­men­te a su­sci­ta­re le ri­sa. Un al­tro ami­co che mi fa ri­de­re è il Ma­go Fo­re­st, con cui ho avu­to il pia­ce­re an­che di con­di­vi­de­re l’ini­zio del­la sua car­rie­ra».

Con “In­die­tro tut­ta! 30 e l’ode” è tor­na­ta in te­le­vi­sio­ne una del­le trasmissioni più ama­te dal pub­bli­co. Ha no­stal­gia per quel ti­po di pro­gram­ma?

«Ho no­stal­gia pri­ma di tut­to del­la fre­schez­za del­la mia gio­ven­tù di quei tem­pi! Si­cu­ra­men­te la te­le­vi­sio­ne è cam­bia­ta ed esi­ste un’of­fer­ta mol­to più va­rie­ga­ta, la li­ber­tà og­gi è vin­co­la­ta al­le sca­let­te, l’uni­co spa­zio in cui mi sen­to dav­ve­ro li­be­ro è in ra­dio con il mio “Pro­gram­mo­ne”».

Mol­ti la co­no­sco­no an­che per la sua pre- sen­za in “Don Mat­teo”. Non c’è il rischio che in trop­pi la iden­ti­fi­chi­no con il ma­re­scial­lo Nino Cec­chi­ni?

«Non è un rischio an­zi è un pia­ce­re, so­no più che sod­di­sfat­to dei ri­sul­ta­ti e dei ri­scon­tri del­la se­rie e del mio per­so­nag­gio. La gen­te lo ama per­ché evi­den­te­men­te so­no riu­sci­to ne­gli an­ni a dar­gli una na­tu­ra­lez­za ve­ra. L’uni­co pic­co­lo ram­ma­ri­co, che pe­rò com­pren­do, è quel­lo di li­mi­ta­re al­cu­ne gag e bat­tu­te, per me qua­si na­tu­ra­li, che ren­de­reb­be­ro pe­rò il per­so­nag­gio trop­po fuo­ri dal­le ri­ghe».

Qual è la ri­chie­sta più stra­na che le han­no fat­to i fan?

«Han­no chie­sto il mio au­to­gra­fo su una car­to­li­na di Ri­ta For­te...e io ho chie­sto se vo­le­va­no il mio no­me o il suo».

Nel fu­tu­ro pros­si­mo la ve­dre­mo in te­le­vi­sio­ne, tea­tro, ci­ne­ma o la sen­ti­re­mo in ra­dio?

«Un po’ dap­per­tut­to, co­me spes­so di­co, mi man­ca­no so­lo i fo­to­ro­man­zi! Se vo­le­te qual­che an­te­pri­ma, pos­so di­re che a di­cem­bre par­te­ci­pe­rò a un nuo­vo pro­gram­ma con Ren­zo Ar­bo­re e An­drea De­lo­gu che trat­ta il me­glio del­la mac­chiet­ta - can­zo­ne co­mi­ca ita­lia­na. Nel 2019 ri­pren­de­ran­no le ri­pre­se di “Don Mat­teo 12” e pro­se­gui­rò con il mio amo­re più gran­de “Pro­gram­mo­ne” in ra­dio. E poi ma­ga­ri al­tre sor­pre­se».

Ha un so­gno che vor­reb­be ve­de­re pre­sto rea­liz­za­to?

«Una sit­com tut­ta mia, e que­sto so­gno po­treb­be rea­liz­zar­si a bre­ve».

Pro­gram­mi cult

L’ar­ti­sta è ri­cor­da­to so­prat­tut­to co­me com­pa­gno di Ren­zo Ar­bo­re in «In­die­tro tut­ta!», ma an­che per la fic­tion «Don Mat­teo»

Vec­chi mae­stri e ami­ci

Il co­mi­co si ispi­ra a To­tò e ad Al­ber­to Sor­di. E fra i col­le­ghi con­fes­sa che lo fan­no ri­de­re sia Mac­cio Ca­pa­ton­da che il Ma­go Fo­re­st

Dal­la tv al­le piaz­ze Nino Fras­si­ca si esi­bi­rà il 22 set­tem­bre

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.