Luc­cio­le in­ve­ce dei brac­cian­ti: nei guai

Agri­col­to­re ten­ta di re­go­la­riz­za­re pro­sti­tu­te con l’in­gan­no

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Treviso -

TREVISO— Per con­vin­ce­re la que­stu­ra, ave­va in­via­to una let­te­ra strap­pa­la­cri­me, fir­ma­ta dal­la sua stes­sa mo­glie. Chie­de­va aiu­to, ave­va bi­so­gno di quei brac­cian­ti da far la­vo­ra­re per te­ne­re in pie­di i suoi cam­pi. Ma i po­li­ziot­ti han­no sco­per­to che vo­le­va re­go­la­riz­za­re del­le pro­sti­tu­te, le stes­se al­le qua­li ave­va af­fit­ta­to i suoi ap­par­ta­men­ti in pre­ce­den­za, epi­so­di per i qua­li era già sta­to de­nun­cia­to. Il pro­ta­go­ni­sta è un 53en­ne re­si­den­te a Pon­za­no Ve­ne­to.

Nel­la let­te­ra, in­di­riz­za­ta di­ret­ta­men­te al que­sto­re Car­mi­ne Da­mia­no, ave­va spie­ga­to di sof­fri­re per un gra­ve tu­mo­re. Chie­de­va quin­di di ave­re la pos­si­bi­li­tà di re­go­la­riz­za­re tre brac­cian­ti di ori­gi­ne in­dia­na. Gli uni­ci, a suo di­re, che po­te­va­no aiu­tar­lo sui cam­pi per la sta­gio­ne. L’uf­fi­cio im­mi­gra­zio­ne, di­ret­to dal­la dot­to­res­sa Ele­na Pe­ruf­fo, ave­va pe­rò con­ge­la­to la pra­ti­ca. In­fat­ti, c’era­no dei pre­giu­di­zi pe­na­li a ca­ri­co dell’uo­mo, che nel 2001, 2004 e 2006 era sta­to de­nun­cia­to per aver af­fit­ta­to a pro­sti­tu­te e via­dos i pro­pri ap­par­ta­men­ti di Por­to­grua­ro e La­ti­sa­na: li fa­ce­va pa­ga­re an­che cen­to eu­ro al gior­no. Rea­ti per i qua­li non è an­co­ra sta­to con­dan­na­to, ma che co­mun­que han­no fat­to ri­flet­te­re gli agen­ti.

Do­po una se­rie di con­trol­li in­cro­cia­ti, si è co­sì sco­per­to che gli «in­dia­ni» che vo­le­va por­tar­si a ca­sa per la pro­pria azien­da agri­co­la in real­tà era­no due don­ne di na­zio­na­li­tà do­me­ni­ca­na. Os­sia le pro­sti­tu­te sco­per­te nei suoi ap­par­ta­men­ti men­tre si ven­de­va­no in abi­ti suc­cin­ti. Inu­ti­le di­re che la pra­ti­ca è sta­ta bloc­ca­ta im­me­dia­ta­men­te, le sue ami­che non po­tran­no ot­te­ne­re il vi­sto che le avreb­be re­go­la­riz­za­te. Ades­so il ri­schio, per lui, è quel­lo di pa­ti­re san­zio­ni an­che dal­la guar­dia di fi­nan­za, che po­treb­be in­da­ga­re sui suoi gua­da­gni il­le­ci­ti.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.