Tan­gen­zia­le di Cor­ti­na, Chis­so apre al nuo­vo pia­no

L’as­ses­so­re re­gio­na­le: «Be­ne co­sì, l’er­ro­re era non fa­re nien­te». Ma il trac­cia­to di­vi­de i grup­pi po­li­ti­ci

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Belluno - Ka­tia Taf­ner Marco de’ Fran­ce­sco

COR­TI­NA — «Be­ne co­sì, il peg­gio è non far nien­te». Per l’as­ses­so­re re­gio­na­le al­la mo­bi­li­tà, Re­na­to Chis­so, la svol­ta del sin­da­co di Cor­ti­na, An­drea Fran­ce­schi, che qual­che gior­no fa ha ce­sti­na­to il pro­get­to Anas di tan­gen­zia­le e ne ha ti­ra­to fuo­ri dal cas­set­to uno nuo­vo, light, me­no co­sto­so e im­pat­tan­te, è co­mun­que un pas­so in avan­ti. Po­co im­por­ta se il nuo­vo pia­no è sbu­ca­to fuo­ri da un gior­no all’al­tro ed è sta­to ai con­si­glie­ri co­mu­na­li so­lo ie­ri mat­ti­na. Po­co im­por­ta l’ir­ri­tua­li­tà, con Anas e po­li­ti­ca lo­ca­le pre­se in con­tro­pie­de. «Mi pa­re - con­ti­nua l’as­ses­so­re - che a Cor­ti­na si co­min­ci a ra­gio­na­re. È il da­to po­si­ti­vo, che leg­go. Do­po an­ni di di­scus­sio­ni, l’am­mi­ni­stra­zio­ne era al bi­vio, im­pan­ta­na­ta: o pro­se­gui­va con il pia­no Anas, o non fa­ce­va nul­la, che a que­sto pun­to sem­bra­va l’ipo­te­si più pro­ba­bi­le. Ed ec­co in­ve­ce spun­ta­re un nuo­vo pro­get­to. De­vo an­co­ra leg­ger­lo nel det­ta­glio; ma il pun­to è che co­mun­que è me­glio di nien­te».

Un’aper­tu­ra di ri­lie­vo, per il pe­so po­li­ti­co che può ave­re nel so­ste­ne­re la li­nea cor­ti­ne­se, quel­la dell’as­ses­so­re re­gio­na­le. E tut­ta­via il nuo­vo trac­cia­to non ot­tie­ne l’ef­fet­to di su­pe­ra­re le di­vi­sio­ni nel­la po­li­ti­ca lo­ca­le, riu­ni­fi­can­do­la in­tor­no all’al­ter­na­ti­va al pia­no Anas, su cui il con­si­glio co­mu­na­le non era riu­sci­to ad espri­mer­si per il sì o il no.

Lo si è vi­sto ie­ri, al ter­mi­ne del­la pre­sen­ta­zio­ne a por­te chiu­se del pro­get­to ai con­si­glie­ri co­mu­na­li. A pre­sen­ta­re il pro­get­to al­cu­ni tec­ni­ci che han­no cer­ca­to di sod­di­sfa­re do­man­de e per­ples­si­tà, ri­cor- dan­do che qua­lo­ra il con­si­glio, de­ci­des­se l’ap­pro­va­zio­ne ci sa­rà sem­pre tem­po per ap­por­ta­re le do­vu­te mi­glio­rie.

Il sin­da­co Fran­ce­schi si di­ce «fi­du­cio­so» che la mag­gio­ran­za riu­sci­rà al­la fi­ne a far pas­sa­re in con­si­glio il nuo­vo pia­no. Poi Fran­ce­schi di­fen­de l’as­ses­so­re Etien­ne Ma­jo­ni, che ave­va fin qui so­ste­nu­to il pia­no Anas: «Ri­ten­go che in que­sti an­ni ab­bia por­ta­to avan­ti con ca­par­bie­tà la sua azio­ne sul te­ma del­la via­bi­li­tà. Il vec­chio pro­get­to dell’Anas (non di Ma­jo­ni) nel 2007 ave­va già un iter av­via­to e aver­lo mi­glio­ra­to e pre­sen­ta­to al­la cit­ta­di­nan­za in ma­nie­ra tra­spa­ren­te era il mas­si­mo che si po­tes­se fa­re. Il nuo­vo pro­get­to non va in­ter­pre­ta­to co­me la vit­to­ria o la scon­fit­ta di qual­cu­no».

Ma­jo­ni, pe­rò re­sta del­la sua idea: «Se se ci so­no sta­te fi­no­ra di­vi­sio­ni nel grup­po di mag­gio­ran­za cre­do che non sia­no mai sta­te di­vi­sio­ni tra i fa­vo­re­vo­li al pro­get­to Anas e i so­ste­ni­to­ri di un pro­get­to di­ver­so, ma so­lo pro o con­tro la tan­gen­zia­le». E re­sta scet­ti­co sul­la pos­si­bi­li­tà di ac­can­to­na­re il pro­get­to Anas per «un sem­pli­ce stu­dio di fat­ti­bi­li­tà», su cui in­si­ste: «Ri­ten­go che i cit­ta­di­ni ab­bia­no bi­so­gno de­gli stru­men­ti per con­fron­ta­re i due pro­get­ti ed espri­me­re la lo­ro opi­nio­ne».

Ma in­tan­to la mi­no­ran­za chiu­de sul nuo­vo trac­cia­to: «Si è as­si­sti­to all'en­ne­si­ma bu­fa­la - af­fer­ma il con­si­glie­re Lui­gi Al­ve­rà di "Cor­ti­na Do­lo­mi­ti" - al ten­ta­ti­vo estre­mo di chi non è riu­sci­to in tre an­ni a rea­liz­za­re nem­me­no uno dei pun­ti prin­ci­pa­li e qua­li­fi­can­ti del suo pro­gram­ma e che sta cer­can­do di uni­re la sua mag­gio­ran­za, or­mai di­vi­sa su tut­to, pren­den­do in gi­ro un in­te­ro con­si­glio co­mu­na­le e i cit­ta­di­ni rap­pre­sen­ta­ti. Un ac­cor­do non si tro­va in due gior­ni».

By-pass Il cen­tro di Cor­ti­na: la tan­gen­zia­le in­fiam­ma il di­bat­ti­to

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.