LA FRAN­CIA IL VE­NE­TO EI DI­RIT­TI

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Da Prima Pagina - di ROBERTO FERRUCCI

Qui in Fran­cia, do­ve mi tro­vo per mo­ti­vi di la­vo­ro (la­vo­ro cul­tu­ra­le, quel­lo che da noi or­mai o non esi­ste più o, quan­do c'è, è in for­ma di vo­lon­ta­ria­to), il di­bat­ti­to sul­la li­nea du­ra con­tro i rom de­ci­sa da Sar­ko­zy, è ac­ce­sis­si­mo. Un gi­ro di vi­te che in Ita­lia i no­stri go­ver­nan­ti han­no usa­to co­me se fos­se un as­si­st ser­vi­to su un piat­to d'ar­gen­to. Il go­ver­na­to­re del Ve­ne­to, Lu­ca Za­ia e il mi­ni­stro dell'in­ter­no Ma­ro­ni, non han­no per­so un mi­nu­to per ag­gan­ciar­si al trai­no d'Ol­tral­pe e rin­ca­ra­re la do­se. Co­me se da Sar­ko­zy fos­se ar­ri­va­to un at­te­sta­to di ga­ran­zia al­le po­li­ti­che di un par­ti­to, la Le­ga, che qui ogni gior­na­le, di de­stra o di si­ni­stra che sia, de­fi­ni­sce xe­no­fo­bo e po­pu­li­sta. In­fat­ti, per com­ple­tez­za e one­stà sia di cro­na­ca che in­tel­let­tua­le, bi­so­gne­reb­be ag­giun­ge­re che la li­nea se­cu­ri­ta­ria in­tra­pre­sa da Sar­ko­zy si sta tra­sfor­man­do in un boo­me­rang. In­tan­to è sta­ta su­bi­to sma­sche­ra­ta per quel che è: il mal­de­stro ten­ta­ti­vo di di­sto­glie­re l'at­ten­zio­ne dall'af­fai­re Woer­th, mi­ni­stro del go­ver­no di de­stra in ca­ri­ca, im­pli­ca­to in una vi­cen­da di fro­de fi­sca­le e di fi­nan­zia­men­to il­le­ci­to all'Ump, il par­ti­to di Sar­ko­zy. Una vi­cen­da da nien­te se com­pa­ra­ta a tut­to quel­lo che sta ac­ca­den­do in Ita­lia,

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.