Ila­ria Al­pi, da ri­fa­re il processo ad Has­san

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Regione Attualità - A.Pri. © RIPRODUZIONE RISERVATA

PA­DO­VA «La li­ber­tà è vi­ci­na», ave­va det­to Ha­sci Omar Has­san, in­ter­vi­sta­to il 18 feb­bra­io del Cor­rie­re del Ve­ne­to. Il so­ma­lo con­dan­na­to a 26 an­ni di car­ce­re per la mor­te di Ila­ria Al­pi e Mi­ran Hro­va­tin, av­ve­nu­ta a Mo­ga­di­sco il 20 mar­zo del 1994, ave­va ap­pe­na sco­per­to che il suo prin­ci­pa­le ac­cu­sa­to­re si era ri­man­gia­to ogni ac­cu­sa. «L’uo­mo in car­ce­re è in­no­cen­te - ave­va di­chia­ra­to il suo con­na­zio­na­le Ah­med Ali Ra­ge a una trou­pe di Chi l’ha vi­sto - Gli ita­lia­ni ave­va­no fret­ta di chiu­de­re il ca­so e mi ave­va­no pro­mes­so de­na­ro in cam­bio di una te­sti­mo­nian­za al processo: do­ve­vo ac­cu­sa­re un so­ma­lo del du­pli­ce omi­ci­dio».

Ie­ri, qua­si set­te me­se do­po quell’in­ter­vi­sta ri­la­scia­ta nel cor­ti­le del­la ca­sa di ac­co­glien­za «Pic­co­li Pas­si» di Li­me­na (Pa­do­va) do­ve quel gi­gan­te ne­ro tra­scor­re­va i per­mes­si pre­mio, Has­san ha sco­per­to che la sen­ten­za di col­pe­vo­lez­za ver­rà ri­vi­sta.

Pren­de­rà il via il 13 gen­na­io, da­van­ti ai giu­di­ci del­la Cor­te d’Ap­pel­lo di Pe­ru­gia, il processo di re­vi­sio­ne. I suoi av­vo­ca­ti chie­do­no in so­stan­za che ven­ga an­nul­la­ta la con­dan­na e che i ma­gi­stra­ti di­chia­ri­no la sua in­no­cen­za. I le­ga­li han­no già an­ti­ci­pa­to che chie­de­ran­no di sen­ti­re al­cu­ni te­sti­mo­ni. e il pri­mo del­la li­sta, ine­vi­ta­bil­men­te, sa­rà pro­prio Ah­med Ali Ra­ge, che in un pri­mo mo­men­to dis­se di es­se­re sta­to pre­sen­te al du­pli­ce omi­ci­dio, in­di­can­do Has­san co­me il kil­ler del­la gior­na­li­sta di Rai Tre e del suo ope­ra­to­re, am­maz­za­ti a Mo­ga­di­scio men­tre in­da­ga­va­no su un traf­fi­co d’ar­mi e di ri­fiu­ti tos­si­ci il­le­ga­li, in cui si so­spet­ta fos­se­ro coin­vol­ti an­che l’Eser­ci­to e al­tre isti­tu­zio­ni ita­lia­ne.

Nel frat­tem­po Has­san con­ti­nua a vi­ve­re a Pa­do­va: do­po aver scon­ta­to 16 ani di car­ce­re nei me­si scor­si ha ot­te­nu­to l’af­fi­da­men­to ai ser­vi­zi so­cia­li.

«L’uni­co ob­bli­go cui de­ve sot­to­sta­re è rien­tra­re nel­la strut­tu­ra che lo ospi­ta en­tro le 22», ha spie­ga­to il suo av­vo­ca­to, Dou­glas Doua­le.

Lu­cia­na Al­pi, la ma­dre di Ila­ria, ha sem­pre so­ste­nu­to l’in­no­cen­za del so­ma­lo, con il qua­le è in co­stan­te con­tat­to. E lui la de­fi­ni­sce «la mia mam­ma in Ita­lia». Il pri­mo per­mes­so pre­mio, fu ot­te­nu­to da Has­san nel 2013 pro­prio gra­zie all’in­ter­ces­sio­ne del­la fa­mi­glia del­la gior­na­li­sta uc­ci­sa. «È sta­ta Lu­cia­na a scri­ve­re al ma­gi­stra­to per chie­de­re che mi fos­se con­ces­so il per­mes­so», ha rac­con­ta­to Has­san. E co­sì è sta­to.

Ora il nuo­vo processo, che po­treb­be re­sti­tuir­gli l’ono­re, ol­tre al­la pie­na li­ber­tà. «Ra­ge è il mio ac­cu­sa­to­re, che te­sti­mo­niò al­la po­li­zia e poi non si pre­sen­tò al processo: l’Ita­lia sa­pe­va dal 2004 do­ve si na­scon­des­se. Sa­pe­va­no tut­ti che si tro­va­va in In­ghil­ter­ra. Per­ché non so­no mai an­da­ti a pren­der­lo? Avreb­be­ro sco­per­to che non ero io l’as­sas­si­no e la co­sa avreb­be da­to fa­sti­dio».

Gior­na­li­sta Ila­ria Al­pi

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.