Quin­di­cen­ne «sven­ta» la ra­pi­na e sal­va il fra­tel­lo

Aba­no Ter­me, un ra­pi­na­to­re al­ba­ne­se entra in ca­sa e mi­nac­cia la fa­mi­glia Il pa­pà: mia fi­glia ha co­rag­gio da ven­de­re. E lei: ho avu­to pau­ra per mio fra­tel­lo

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Da Prima Pagina - Po­le­se

PA­DO­VA Il ra­pi­na­to­re entra in ca­sa di not­te e mi­nac­cia con un col­tel­lo al­la go­la un bam­bi­no di 11 an­ni. La so­rel­la di 15 rie­sce a chia­ma­re il 112 e i ca­ra­bi­nie­ri ar­re­sta­no il ban­di­to. È ac­ca­du­to a Aba­no Ter­me. In cel­la un pre­giu­di­ca­to di 31 an­ni. In fo­to i ge­ni­to­ri.

PA­DO­VA «Cor­re­te, qual­cu­no vuo­le fa­re del ma­le a mio fra­tel­lo». E’ sta­ta co­rag­gio­sa la fi­glia 15en­ne di una cop­pia di com­mer­cian­ti di Aba­no Ter­me: è me­ri­to suo se i ca­ra­bi­nie­ri so­no riu­sci­ti ad ar­ri­va­re in tem­po e a sal­va­re il fra­tel­lo che per die­ci in­ter­mi­na­bi­li mi­nu­ti è sta­to in ba­lia di un ra­pi­na­to­re, con un col­tel­lo pun­ta­to al­la go­la. Il san­gue fred­do del­la ra­gaz­zi­na, che è riu­sci­ta a na­scon­der­si e a chia­ma­re il 112, ha evi­ta­to una tra­ge­dia.

E’ sta­ta una not­te da in­cu­bo quel­la vis­su­ta da una fa­mi­glia che abi­ta in via Sab­bio­ni, ad Aba­no. La de­scri­ve il pa­dre di fa­mi­glia: «Ci ha det­to: ‘Da­te­mi i sol­di o lo am­maz­zo’, gli ho da­to quel­lo che ave­vo in ca­sa, ho ten­ta­to di spin­ger­lo ma lui ci ha mi­nac­cia­ti tut­ti, per for­tu­na mia fi­glia ha chia­ma­to i ca­ra­bi­nie­ri, non so co­sa sa­reb­be suc­ces­so». I mi­lia­ri del ra­dio­mo­bi­le di Aba­no, con gran san­gue fred­do, han­no sfrut­ta­to l’ef­fet­to sor­pre­sa pro­vo­ca­to dall’ir­ru­zio­ne in ca­sa, e so­no piom­ba­ti sul ra­pi­na­to­re, am­ma­net­tan­do­lo. Lui è Emi­lian Shel­na, 31 an­ni, al­ba­ne­se con pro­ble­mi di dro­ga e un pe­di­gree di ra­pi­na­to­re con­su­ma­to: è sta­to già in car­ce­re per due ra­pi­ne a una sa­la gio­chi di Aba­no e a un com­mer­cian­te di Mon­se­li­ce qual­che an­no fa. L’al­tra not­te, po­co pri­ma del­le 4, Shel­na, che abi­ta a me­no di un chi­lo­me­tro dal­la vil­let­ta di due com­mer­cian­ti di Aba­no, entra in ca­sa del­la fa­mi­glia pas­san­do dal­la fi­ne­stra del­la cu­ci­na. Fa ru­mo­re, si rom­pe un ve­tro, la fa­mi­glia si sve­glia. Tut­ti esco­no dal­le ca­me­re, in­clu­si i due fi­gli del­la cop­pia, ma del­la ra­gaz­zi­na il ra­pi­na­to­re non si ac­cor­ge nem­me­no.

Spa­ven­ta­to, lo stra­nie­ro pren­de il bam­bi­no di 11 an­ni, e gli pun­ta un col­tel­lo da cu­ci­na di 30 cen­ti­me­tri al­la go­la, e chie­de i sol­di. Il com­mer­cian­te gli dà oro­lo­gi e 350 eu­ro in con­tan­ti, e lo pre­ga di la­scia­re in pa­ce il pic­co­lo. Nel frat­tem­po la ra­gaz­zi­na, che non è sta­ta vi- sta dal ba­lor­do, pren­de il cel­lu­la­re del­la mam­ma ed esce in giar­di­no, da lì chia­ma i ca­ra­bi­nie­ri.

Gli uo­mi­ni del Ra­dio­mo­bi­le del co­man­dan­te Al­fre­do Be­ve­ro­ni so­no in zo­na, per­chè in via Sab­bio­ni ci so­no sta­ti mol­ti fur­ti ne­gli ul­ti­mi tem­pi. Quan­do ar­ri­va­no chia­ma­no la ra­gaz­zi­na ed è lei ad ac­co­glier­li in cor­ti­le: lo­ro apro­no la por­ta del­la sa­la e si tro­va­no da­van­ti la fa­mi­glia in ba­lia del­lo stra­nie­ro che bran­di­sce il col­tel­lo. Lo get­ta­no a ter­ra e lo ar­re­sta­no. Quan­do lo per­qui­si­sco­no gli tro­va­no ad­dos­so an­che un’al­tra la­ma da cu­ci­na, che ave­va na­sco­sto nei pan­ta­lo­ni. Per le quat­tro vit­ti­me l’an­go­scia fi­ni­sce in quel mo­men­to.

«Ho avu­to pau­ra per mio fra­tel­lo – ha det­to ie­ri la ra­gaz­zi­na vi­si­bil­men­te pro­va­ta – ho vi­sto que­st’uo­mo che gli met­te­va il col­tel­lo al­la go­la e non ci ho pen­sa­to un mo­men­to, ho pre­so il cel­lu­la­re del­la mam­ma e so­no cor­sa fuo­ri». «Mia fi­glia ha avu­to co­rag­gio da ven­de­re – di­ce il pa­pà, non pos­so che rin­gra­zia­re i ca­ra­bi­nie­ri, so­no sta­ti ve­lo­cis­si­mi, non co­no­sco que­sto ra­gaz­zo che ha fat­to la ra­pi­na, mi di­co­no che abi­ta qui vi­ci­no ma io non l’ho mai vi­sto – spie­ga – non ho con­ti in so­spe­so con nes­su­no, di­co so­lo che se pro­va­no a ri­la­sciar­lo e mi si ri­pre­sen­ta da­van­ti gli spa­ro». «I ra­gaz­zi stan­no be­ne an­che se ades­so han­no pau­ra di tut­to – spie­ga la mam­ma – mio fi­glio non fa più nul­la sen­za me vi­ci­no, è ter­ro­riz­za­to, lo ca­pi­sco».

Shel­na non è nuo­vo al­la ga­le­ra: nel 2013, men­tre era agli ar­re­sti do­mi­ci­lia­ri, eva­de e ra­pi­na un ra­gaz­zo che gli ave­va ven­du­to una fel­pa. Qual­che tem­po pri­ma i ca­ra­bi­nie­ri lo ave­va­no ar­re­sta­to per una ten­ta­ta ra­pi­na al­la sa­la gio­chi Kri­stal di Aba­no, un col­po che non era an­da­to a se­gno an­che per la pron­tez­za di ri­fles­si del ge­sto­re, che era sta­to coin­vol­to in una scaz­zot­ta­ta con i due ba­lor­di. Uno dei due era pro­prio Shel­na, che vi­ve a po­chi me­tri dal cen­tro di Mon­te­grot­to.

Ra­pi­na­to­re

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.