Di­pen­den­te fan­nul­lo­ne a giu­di­zio Co­mu­ne in cam­po: è par­te ci­vi­le

Pu­gno di fer­ro con­tro l’ex giar­di­nie­re as­sen­tei­sta a processo per truf­fa e fal­so

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Belluno - Fe­de­ri­ca Fant © RIPRODUZIONE RISERVATA

BELLUNO Il co­mu­ne di Belluno si è co­sti­tui­to par­te ci­vi­le nei pro­ce­di­men­ti a ca­ri­co di un ex di­pen­den­te co­mu­na­le, Ma­ri­no Zol­dan, che qual­che set­ti­ma­na fa si è an­che li­cen­zia­to. Ie­ri l’udien­za pre­li­mi­na­re che do­ve­va pren­de­re in esa­me le due vi­cen­de pro­ces­sua­li (per le qua­li è sta­ta chie­sta la riu­nio­ne): la pri­ma ver­te sull’ac­cu­sa di non aver svol­to il la­vo­ro per cui ve­ni­va sti­pen­dia­to con 1100 eu­ro men­si­li; l’al­tra im­pu­ta a Zol­dan di aver usu­frui­to di ses­san­ta gior­na­te di asten­sio­ne dal la­vo­ro ai sen­si del­la Leg­ge 104/92, per­ce­pen­do re­go­lar­men­te lo sti­pen­dio, per po­ter as­si­ste­re l’an­zia­na ma­dre in­va­li­da. In real­tà, le Fiam­me gial­le bel­lu­ne­si han­no ap­pu­ra­to che si trat­ta­va di un as­sen­za il­le­git­ti­ma vi­sto che la stes­sa ma­dre ha ri­fe­ri­to agli in­qui­ren­ti che non ri­ce­ve vi­si­te dal fi­glio or­mai da an­ni, a cau­sa di dis­sa­po­ri in­ter­cor­si con lo stes­so.

Ma­ri­no Zol­dan si è sem­pre di­fe­so la­men­tan­do di es­ser vit­ti­ma del si­ste­ma da quan­do de­nun­ciò che due suoi col­le­ghi si tim­bra­va­no il car­tel­li­no a vi­cen­da. Il pri­mo di­cem­bre tor­ne­rà in au­la del­le udien­ze pre­li­mi­na­ri e va­lu­te­rà se pat­teg­gia­re, chie­de­re il ri­to al­ter­na­ti­vo o an­da­re da­van­ti al col­le­gio di giu­di­ci. De­ve ri­spon­de­re di truf­fa ag­gra­va­ta e con­ti­nua­ta (al­lo Sta­to), per fal­so ideo­lo­gi­co per le vie del cen­tro sto­ri­co. Nel cor­so di un pe­di­na­men­to, è sta­to col­to men­tre in­fran­ge­va il ve­tro di una fi­ne­stra del­lo sta­bi­le ex Scuo­la Ga­bel­li, di pro­prie­tà co­mu­na­le, per in­tro­dur­vi­si.

Quel­la sul per­so­na­le di Pa­laz­zo Ros­so è una par­ti­ta aper­ta da tem­po. Par­te dell’am­mi­ni­stra­zio­ne di Ja­co­po Mas­sa­ro si era de­ci­sa a por­re ri­me­dio ad una si­tua­zio­ne di scon­ten­to da par­te del­la cit­ta­di­nan­za. Per il Pat­to per Belluno, ex grup­po di mag­gio­ran­za «bi­so­gna­va pren­de­re il to­ro per le cor­na quan­do era il mo­men­to - com­men­ta Ce­le­ste Bal­con -. Fra un an­no en­tre­re­mo nel se­me­stre bian­co. Se non si è fat­to nul­la sul per­so­na­le e sui di­ri­gen­ti fi­no ad ora, non pen­so suc­ce­de­rà qual­co­sa da qui a un an­no». Per il Pd par­la Clau­dia Bet­tiol: «Da tem­po chie­dia­mo una Com­mis­sio­ne per svi­sce­ra­re la pro­ble­ma­ti­ca. Fac­cio un esem­pio, Co­se Bel­le (un ne­go­zio, ndr) ci ha chie­sto di in­te­res­sar­ci per spo­sta­re due cas­so­net­ti del­la spaz­za­tu­ra. Da lu­glio non si è mos­so nul­la. Ho chie­sto an­che all’as­ses­so­re al Per­so­na­le, Mau­ri­zio Bu­sat­ta, che ha ri­spo­sto che non rie­sce a par­la­re con gli uf­fi­ci. Si­gni­fi­ca che c’è un pro­ble­ma e que­sto esem­pio è si­gni­fi­ca­ti­vo».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.