«Av­vo­ca­to pa­ga­to a chi spa­ra ai la­dri» Bi­ton­ci al­za il fron­te dei sin­da­ci le­ghi­sti

Joe For­mag­gio: «Li am­maz­zo, co­sì im­pa­ra­no». E con Stac­chio dà 2mi­la eu­ro a Mat­tiel­li De Me­ne­ch: «Cer­ca­no so­lo vo­ti, ma non è in­ci­tan­do al­le ar­mi che si ac­qui­sta si­cu­rez­za»

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Regione Attualità - An­drea Prian­te © RI­PRO­DU­ZIO­NE RI­SER­VA­TA

VI­CEN­ZA «Se un la­dro mi en­tra in ca­sa io gli spa­ro in te­sta e si ri­tro­va le cer­vel­la den­tro le scar­pe. Ogni tan­to un mor­to fa be­ne, co­sì i la­dri im­pa­ra­no...».

Parola di Joe For­mag­gio, il sin­da­co di Al­bet­to­ne. Quel­lo del­le ma­gliet­te «Io sto con Stac­chio il ben­zi­na­io», quel­lo per in­ten­der­ci - in­da­ga­to per di­scri­mi­na­zio­ne raz­zia­le dal­la pro­cu­ra di Vi­cen­za per aver af­fis­so dei car­tel­li che vie­ta­no ai no­ma­di la so­sta nel suo co­mu­ne.

Ie­ri «il sin­da­co con il fu­ci­le» è in­ter­ve­nu­to co­sì, in di­ret­ta ra­dio­fo­ni­ca, com­men­tan­do il ca­so del pen­sio­na­to di Va­prio d’Ad­da, nel Mi­la­ne­se, che ha aper­to il fuo­co con­tro un la­dro di 28 an­ni che era en­tra­to nel­la sua abi­ta­zio­ne, e l’ha fred­da­to.

Ben­zi­na sul fuo­co ap­pic­ca­to da chi si er­ge a pa­la­di­no del­la «libertà», per i cit­ta­di­ni, di im­brac­cia­re le ar­mi per di­fen­der­si dai cri­mi­na­li. Un te­ma che il Ve­ne­to ave­va già do­vu­to af­fron­ta­re all’in­do­ma­ni del­la tra­ge­dia di Nan­to, lo scor­so feb­bra­io, quan­do il ben­zi­na­io Gra­zia­no Stac­chio ave­va sparato ai ban­di­ti che ten­ta­va­no l’as­sal­to al­la gio­iel­le­ria «Zan­can», pro­prio ac­can­to al suo di­stri­bu­to­re. Era fi­ni­ta con uno dei ra­pi­na­to­ri mor­to dis­san­gua­to.

Si era tor­na­ti a di­scu­ter­ne l’8 ot­to­bre, quan­do il vi­cen­ti­no Er­mes Mat­tiel­li è sta­to con­dan­na­to per ec­ces­so di le­git­ti­ma di­fe­sa a 5 an­ni e 4 me­si e a un ri­sar­ci­men­to di 135mi­la eu­ro per aver sparato a due no­ma­di (fe­ren­do­li) col­ti a ru­ba­re nel suo de­po­si­to. E, an­co­ra, gio­ve­dì scor­so, quan­do il so­sti­tu­to pro­cu­ra­to­re di Pa­do­va ha in­ve­ce chie­sto l’as­so­lu­zio­ne del ta­bac­ca­io Fran­co Bi­ro­lo che nel 2012 spa­rò e uc­ci­se un mol­da­vo che vo­le­va sva­li­gia­re il suo ne­go­zio.

Le sen­ten­ze di­vi­do­no. Ie­ri, il sin­da­co di Pa­do­va Mas­si­mo Bi­ton­ci ha an­nun­cia­to il pa­tro­ci­nio gra­tui­to per i pa­do­va­ni che, vit­ti­ma di un de­lit­to con­tro il pa­tri­mo­nio o con­tro la per­so­na, sia­no ac­cu­sa­ti di aver com­mes­so un ec­ces­so col­po­so di le­git­ti­ma di­fe­sa. «Sto dal­la par­te di chi vie­ne of­fe­so e at­tac­ca­to. Sto dal­la par­te di chi si di­fen­de, di chi su­bi­sce in­tru­sio­ni e vio­la­zio­ni del­la pro­prie­tà ad ope­ra di sco­no­sciu­ti con in­ten­zio­ni al­tret­tan­to sco­no­sciu­te» spie­ga Bi­ton­ci, che si ri­fà al­la Leg­ge Re­gio­na­le ap­pro­va­ta que­st’an­no dal­la Lom­bar­dia, che of­fre il pa­tro­ci­nio nei pro­ce­di­men­ti pe­na­li di que­sto ti­po. «Au­spi­co che an­che in Ve­ne­to ven­ga va­ra­to un prov­ve­di­men­to si­mi­le», as­si­cu­ra. E in­tan­to «per quan­to è nel­le mie pre­ro­ga­ti­ve di sin­da­co» an­nun­cia che stu­die­rà «un at­to ana­lo­go che con­sen­ta, ai re­si­den­ti nel Co­mu­ne di Pa­do­va che si do­ves­se­ro tro­va­re nel­le con­di­zio­ni di do­ver­si di­fen­de­re, di non es­se­re ab­ban­do­na­ti dal­le Isti­tu­zio­ni cit­ta­di­ne do­po es­se­re sta­ti mes­si sot­to ac­cu­sa dal­lo Sta­to cen­tra­le».

Il suo col­le­ga vi­cen­ti­no è an­co­ra più du­ro: «Ogni tan­to - dice Joe For­mag­gio - un mor­to ci sta be­ne per­ché i la­dri de­vo­no im­pa­ra­re che non pos­so­no far­la sem­pre fran­ca. Que­sti qui bi­so­gna ini­zia­re ad istruir­li e l’uni­ca leg­ge che ca­pi­sco­no so­no le pi­sto­let­ta­te».

Og­gi il pri­mo cit­ta­di­no di Al­bet­to­ne an­drà a far vi­si­ta a Er­mes Mat­tiel­li, e ad ac­com­pa­gnar­lo ci sa­ran­no Gra­zia­no Stac­chio e il gio­iel­lie­re Al­ber­to Zan­can. Gli con­se­gne­ran­no un con­tri­bu­to eco­no­mi­co di due­mi­la eu­ro, rac­col­ti con la ven­di­ta del­le ma­gliet­te che in­neg­gia­no al ben­zi­na­io.

«Al­cu­ni politici - at­tac­ca il se­gre­ta­rio re­gio­na­le del Par­ti­to De­mo­cra­ti­co, Ro­ger de Me­ne­ch - stan­no stru­men­ta­liz­zan­do que­sti epi­so­di spe­ran­do di rac­cat­ta­re qual­che vo­to e un po’ di con­sen­so. Ma non è cer­to spon­so­riz­zan­do la dif­fu­sio­ne e l’uso del­le ar­mi che si ri­sol­ve il pro­ble­ma del­la si­cu­rez­za nel no­stro pae­se. Do­vreb­be­ro in­ve­ce so­ste­ne­re in­ter­ven­ti più con­cre­ti, che por­ti­no mag­gio­ri ri­sor­se al­le for­ze di po­li­zia e fa­vo­ri­sca­no una Giu­sti­zia più ve­lo­ce ed ef­fi­ca­ce».

Bi­ton­ci Chi si di­fen­de non sa­rà ab­ban­do­na­to dal­le isti­tu­zio­ni cit­ta­di­ne For­mag­gio Se un la­dro en­tra nel­la mia ca­sa, io gli spa­ro drit­to in te­sta

Pa­do­va­no Il sin­da­co di Pa­do­va è il le­ghi­sta Mas­si­mo Bi­ton­ci

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.