Ba­las­so di­ven­ta Sartana, fra «schei» e ma­la po­li­ti­ca

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Da Prima Pagina - Ca­te­ri­na Ba­ro­ne © RI­PRO­DU­ZIO­NE RI­SER­VA­TA

S

i ispi­ra all’omo­ni­mo per­so­nag­gio de­gli «spa­ghet­ti we­stern» La Ca­ti­vìs­si­ma - Epo­pea di To­ni Sartana, l’ul­ti­mo la­vo­ro di Na­ta­li­no Ba­las­so, un’ope­ra al ne­ro dove la co­mi­ci­tà va di pa­ri pas­so con la de­nun­cia del malaffare. In sce­na con Ba­las­so, Fran­ce­sca Bot­ti, Mar­ta Dal­la Via, An­drea Pen­nac­chi, Sil­via Pio­van e Ste­fa­no Scan­da­let­ti. Lo spet­ta­co­lo, che apre la sta­gio­ne del Tea­tro Sta­bi­le del Ve­ne­to, è in pro­gram­ma­zio­ne da do­ma­ni (ore 20.30) fi­no a do­me­ni­ca al Gol­do­ni di Ve­ne­zia; dal 4 all’8 no­vem­bre al Verdi di Pa­do­va.

Ba­las­so, per­ché il ri­fe­ri­men­to a Sartana?

«Per­ché il mio per­so­nag­gio è una sor­ta di pi­sto­le­ro che am­maz­za i suoi av­ver­sa­ri per da­re la sca­la­ta al po­te­re e di­ven­ta­re la mas­si­ma ca­ri­ca del­la Re­gio­ne Se­re­nis­si­ma: Ases­so­re ai Schei. È un brut­to cef­fo cir­con­da­to da brut­ti cef­fi. Quel­la che raf­fi­gu­ro, non è la “ma­la-vi­ta”, ma la vi­ta co­sid­det­ta nor­ma­le, dove tut­ti sia­mo cor­rut­ti­bi­li».

La cro­na­ca mo­stra che la real­tà su­pe­ra la fan­ta­sia.

«Pur­trop­po è co­sì. Quan­do noi ab­bia­mo idea­to la lo­can­di­na con l’im­ma­gi­ne di tre pi­sto­le pen­sa­va­mo di aver esa­ge­ra­to. E in­ve­ce…»

Com’è sta­ta l’espe­rien­za dell’an­te­pri­ma pre­sen­ta­ta al pub­bli­co a pri­ma­ve­ra?

«È sta­to un mo­do di mo­stra­re il la­vo­ro tea­tra­le nel suo far­si. Uno spet­ta­co­lo è in con­ti­nua evo­lu­zio­ne, è ma­te­ria vi­va che cam­bia, an­che se al­le spal­le c’è un lun­go la­vo­ro di scrit­tu­ra e di mes­sa in sce­na».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.