Mo­ret­ti: «Pa­tri­zia bra­va e im­pe­gna­ta Non sia pe­na­liz­za­ta per il suo pri­va­to»

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Regione Attualità -

VE­NE­ZIA «Spia­ce con­sta­ta­re che quan­do si trat­ta di una don­na, vie­ne mes­so in ri­sal­to più l’aspet­to per­so­na­le che la sto­ria po­li­ti­ca: que­sto è un pre­giu­di­zio nei con­fron­ti di una per­so­na che si è con­qui­sta­ta me­ri­ti e com­pe­ten­ze sul cam­po». A di­fe­sa di Pa­tri­zia Bi­si­nel­la si schie­ra Ales­san­dra Mo­ret­ti (con lei in fo­to), ca­po­grup­po del Par­ti­to De­mo­cra­ti­co in con­si­glio re­gio­na­le. «Co­no­sco e sti­mo Pa­tri­zia dal­la cam­pa­gna elet­to­ra­le del 2013 — ag­giun­ge la dem — e so che è one­sta, che svol­ge in ma­nie­ra pre­ci­sa e inec­ce­pi­bi­le il suo com­pi­to, che fa po­li­ti­ca con pas­sio­ne e im­pe­gno. Que­sto de­ve ba­sta­re, una don­na non può scon­ta­re un giu­di­zio po­li­ti­co ne­ga­ti­vo per il fat­to di es­se­re la com­pa­gna di un lea­der, la que­stio­ne di inop­por­tu­ni­tà non si po­ne». E se fos­se pro­prio Bi­si­nel­la a per­met­te­re l’al­lean­za tra Fa­re! e Pd? «Mi au­gu­ro che il mio par­ti­to sap­pia tro­va­re un can­di­da­to da pro­por­re agli elet­to­ri — chiu­de Mo­ret­ti — ma sa­ran­no co­mun­que Pd e Fa­re! a de­ci­de­re co­sa fa­re, ca­pen­do se ci pos­sa es­se­re una si­ner­gia». (a.pe.)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.