Pa­so­li­ni, il Friu­li e l’ac­qua: Bat­ti­ston in sce­na a Vicenza

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Spettacoli - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Pa­so­li­ni, il dia­let­to friu­la­no e la poe­sia dell’ac­qua. Giu­sep­pe Bat­ti­ston tor­na al suo Friu­li per lo spet­ta­co­lo Non c’è ac­qua più fre­sca che que­sta se­ra an­drà in sce­na al tea­tro Ro­ma­no Pa­scut­to di San­to Sti­no di Li­ven­za, Ve­ne­zia, e, do­ma­ni, sa­rà al tea­tro Mpx di Pa­do­va, ap­pun­ta­men­to del­la ras­se­gna tea­tra­le Ar­ti In­fe­rio­ri (ore 21, in­fo www.ar­te­ven.it). Scrit­to e in­ter­pre­ta­to da Bat­ti­ston, Non c’è ac­qua più fre­sca è na­to per re­sti­tui­re la bel­lez­za del gran­de la­bo­ra­to­rio di poe­sia in friu­la­no di Pier Pao­lo Pa­so­li­ni e il suo spes­so­re emo­zio­na­le. «Quel­le pa­ro­le co­sì mie, quei suo­ni, pro­prio quel­li di mio pa­dre, quel­la lin­gua che si par­la­va a ta­vo­la – spie­ga Bat­ti­ston, na­to a Udi­ne nel 1968 - mi rac­con­ta­va­no quel­la ter­ra di “pri­mu­le e tem­po­ra­li”, di fe­ste e sa­gre pae­sa­ne, di ven­to, di cor­se in bi­ci­clet­ta, dell’av­vi­cen­dar­si del­le sta­gio­ni nel la­vo­ro dei con­ta­di­ni e dell’ac­qua».

La piè­ce tro­va pro­prio nell’ac­qua, non so­lo quel­la da be­re ma an­che spec­chio, sto­ria e con­fi­ne, il «fil rou­ge» del­lo spet­ta­co­lo che rac­con­ta, se­con­do le pa­ro­le del­lo stes­so at­to­re, «un aspet­to di quel­la vi­ta e di quel tem­po che nel­la poe­sia di Pier Pao­lo Pa­so­li­ni si fan­no me­mo­ria col­let­ti­va. Per­ché la poe­sia,tra le più al­te for­me d’ar­te, non è scis­sa dal­la vi­ta, ma è lì che na­sce e ri­sie­de».

Lo spet­ta­co­lo por­ta la fir­ma al­la re­gia di Al­fon­so San­ta­ga­ta e sa­rà im­pre­zio­si­ta dal­le mu­si­che ori­gi­na­li, scrit­te e in­ter­pre­ta­te in sce­na da Pie­ro Si­do­ti.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.