Be­ghe ere­di­ta­rie e mi­nac­ce As­sol­to il sin­da­co Mar­to­rel

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Treviso - © RIPRODUZIONE RISERVATA

SAN FIOR Nei pic­co­li pae­si, si sa, il sin­da­co è con­si­de­ra­to una per­so­na sag­gia e im­por­tan­te, al­la qua­le ri­vol­ger­si an­che per pro­ble­mi per­so­na­li. E co­sì ca­pi­ta che un pri­mo cit­ta­di­no ven­ga coin­vol­to, suo mal­gra­do, per met­te­re pa­ce nel­le be­ghe fa­mi­lia­ri.

Co­sa che ave­va ten­ta­to di fa­re an­che il sin­da­co di San Fior, Ga­sto­ne Mar­to­rel, nei con­fron­ti di un fi­glio in li­te col pa­dre e la so­rel­la per que­stio­ni ere­di­ta­rie. Ma è an­da­ta ma­lis­si­mo, e si è ri­tro­va­to a pro­ces­so per mi­nac­ce da­van­ti al giu­di­ce di pa­ce. Una vi­cen­da che, ini­zia­ta nel 2012, si è con­clu­sa ie­ri con la sua as­so­lu­zio­ne. Ad ac­cu­sar­lo era An­drea Dan, fon­da­to­re dell’As­so­cia­zio­ne Ma­nue­la Stra­da­le, che ave­va de­nun­cia­to non so­lo Mar­to­rel, ma an­che il pro­prio pa­dre (in se­gui­to de­ce­du­to) e la so­rel­la (ac­cu­sa­ta di in­giu­rie, rea­to de­pe­na­liz­za­to). Mar­to­rel, co­sì, si è tro­va­to al cen­tro del­la di­spu­ta nel­la qua­le Dan ac­cu­sa­va i fa­mi­glia­ri di aver­lo im­bro­glia­to nel­la spar­ti­zio­ne dei be­ni di fa­mi­glia. E du­ran­te quel­la me­dia­zio­ne, se­con­do Dan, il sin­da­co lo avreb­be mi­nac­cia­to di­cen­do­gli: «È vo­mi­te­vo­le la tua con­dot­ta nei con­fron­ti di tuo pa­dre e tua so­rel­la. Io ti ro­vi­no, ho già i te­sti­mo­ni». Ie­ri il sin­da­co, di­fe­so all’av­vo­ca­to Pao­lo Pa­stre, è sta­to sen­ti­to in au­la e ha spie­ga­to com’era­no an­da­ti i fat­ti: il giu­di­ce lo ha as­sol­to. (m.cit.)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.