Bi­lan­ci in or­di­ne e più spet­ta­co­li Chia­rot in po­le per il Mag­gio fio­ren­ti­no

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Regione Attualità - di Ali­ce D’Este © RIPRODUZIONE RISERVATA

VE­NE­ZIA Cor­teg­gia­tis­si­mo, super ri­cer­ca­to dai tea­tri di tut­ta Ita­lia ed ora in po­le per il cam­bio di guar­dia al Mag­gio fio­ren­ti­no, do­po le di­mis­sio­ni del sovrintendente Fran­ce­sco Bianchi che re­ste­rà per la ge­stio­ne or­di­na­ria fi­no al 30 apri­le. Cri­stia­no Chia­rot, at­tua­le sovrintendente del­la Fe­ni­ce di Ve­ne­zia sem­bra il fa­vo­ri­to (an­zi, tra i ben in­for­ma­ti qual­cu­no si spin­ge a di­re che la de­ci­sio­ne sa­reb­be ad­di­rit­tu­ra già sta­ta pre­sa). Cer­ta­men­te è tra i no­mi «usci­ti» in que­sti gior­ni in­sie­me a Um­ber­to An­ge­li­ni del tea­tro Gran­de di Bre­scia e Car­lo Fuor­tes che è riu­sci­to a da­re una svol­ta im­por­tan­te all’Ope­ra di Roma. Sa­reb­be Chia­rot, pe­rò, il più de­si­de­ra­to per il cam­bio di guar­dia al­la gui­da del Mag­gio do­po la boc­cia­tu­ra del pia­no in­du­stria­le del­la Fon­da­zio­ne da par­te del com­mis­sa­rio del go­ver­no per le Fon­da­zio­ni, Gian­lu­ca So­le. Nel­le pros­si­me ore ver­rà se­le­zio­na­ta una terna dal­la qua­le poi il con­si­glio di in­di­riz­zo sa­rà chia­ma­to a sce­glie­re.

Vi­ci­no al­la po­li­ti­ca ve­ne­zia­na, ex por­ta­vo­ce dell’ex sin­da­co Pao­lo Co­sta, in ot­ti­mi rap­por­ti con l’ex sin­da­co Gior­gio Or­so­ni ma an­che con l’at­tua­le Lui­gi Bru­gna­ro, Cri­stia­no Chia­rot ex gior­na­li­sta Ansa, è il sovrintendente ita­lia­no in ca­ri­ca con mag­gio­re espe­rien­za e La Fe­ni­ce è una del­le po­che fon­da­zio­ni con il bi­lan­cio in pa­reg­gio e con un coef­fi­cien­te di pro­dut­ti­vi­tà più al­to del Tea­tro al­la Sca­la di Milano. L’ef­fi­cien­za è sta­ta in­fat­ti per Chia­rot da sem­pre al pri­mo po­sto («Ab­bia­mo rag­giun­to il 37% di au­to­fi­nan­zia­men­to ma il no­stro obiet­ti­vo è al­za­re le per­cen­tua­li il pros­si­mo an­no» di­ce­va Cri­stia­no Chia­rot, sovrintendente del­la Fe­ni­ce già nel 2014) e i bi­lan­ci dell’en­te so­no in­fat­ti in pa­reg­gio da cin­que an­ni (il 2015 si è chiu­so con un uti­le di 12.406 eu­ro). Co­me è sta­to pos­si­bi­le? Apren­do il tea­tro mol­to di più. Il nu­me­ro de­gli spet­ta­co­li è ar­ri­va­to in­fat­ti nel 2015 a 133 rap­pre­sen­ta­zio­ni d’ope­ra all’an­no (pra­ti­ca­men­te una ogni tre gior­ni) cui si som­ma­va­no i 40 con­cer­ti di mu­si­ca sin­fo­ni­ca e gli spet­ta­co­li di dan­za con un bud­get per la sta­gio­ne so­stan­zial­men­te im­mu­ta­to.

Nien­te li­cen­zia­men­ti, dun­que, per pa­reg­gia­re il bi­lan­cio e (qua­si sem­pre) buo­ni rap­por­ti coi sin­da­ca­ti. Il tea­tro ve­ne­zia­no con Chia­rot in­tan­to ha rad­dop­pia­to la sua vi­ta: da un la­to le rap­pre­sen­ta­zio­ni «sto­ri­che», pre­se dal re­per­to­rio dell’ope­ra ita­lia­na (dal­la Tra­via­ta al­la To­sca) e pen­sa­te per il pub­bli­co di tu­ri­sti che af­fol­la­no Ve­ne­zia tut­to l’an­no. Dall’al­tro un re­per­to­rio ri­cer­ca­to, con pri­me as­so­lu­te e no­vi­tà pen­sa­te per il pub­bli­co ve­ne­zia­no de­gli ab­bo­na­ti. Una scel­ta cri­ti­ca­ta in al­cu­ni ca­si (an­che dal­le co­lon­ne dell’Eco­no­mi­st) ma or­che­stra­ta a ta­vo­li­no dal so­prin­ten­den­te. Del re­sto, la quo­ta di spet­ta­to­ri stra­nie­ri del­la Fe­ni­ce sfio­ra or­mai l’80% (dei 145 mi­la bi­gliet­ti ven­du­ti nel 2015 so­lo 45 mi­la so­no an­da­ti a spet­ta­to­ri ita­lia­ni) e i più as­si­dui non so­no gli ita­lia­ni, ma i fran­ce­si. Non so­lo: pro­prio per i tu­ri­sti il tea­tro ri­co­strui­to ex no­vo do­po il ro­go è di­ven­ta­to un mu­seo, con vi­si­te gui­da­te tra stuc­chi e pal­chet­ti.

Gior­na­li­sta Cri­stia­no Chia­rot pri­ma di di­ven­ta­re sovrintendente del­la Fe­ni­ce è sta­to ca­po uf­fi­cio stam­pa del tea­tro e re­dat­to­re dell’Ansa

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.