Ca­da­ve­re nel fos­so, in­da­gi­ne per omi­ci­dio

Gial­lo a Vil­la Mar­ghe­ri­ta: mor­to un uo­mo di 52 an­ni, in cura al Sert. Non ci so­no le­sio­ni

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Da Prima Pagina - Cit­ter

TRE­VI­SO Mor­te mi­ste­rio­sa di un uo­mo di 52 an­ni, in cura al Sert per pro­ble­mi di tos­si­co­di­pen­den­za. Il ca­da­ve­re di Ste­fa­no To­ni­na­to, di­soc­cu­pa­to e re­si­den­te po­co di­stan­te, è sta­to tro­va­to ie­ri mat­ti­na nel fos­sa­to che co­steg­gia via­le Fe­lis­sent, pro­prio di fron­te a Vil­la Mar­ghe­ri­ta. Sul cor­po, a un pri­mo esa­me ester­no, non ri­sul­ta­no se­gni di le­sio­ni ma le cau­se del­la mor­te per ora so­no un gial­lo, tan­to che la pro­cu­ra ha aper­to un fa­sci­co­lo con­tro igno­ti per omi­ci­dio.

TRE­VI­SO Riverso sul fian­co, iner­me, col vol­to af­fon­da­to in po­co più di tren­ta cen­ti­me­tri d’ac­qua. Co­sì è sta­to tro­va­to, po­co do­po le 8 di ie­ri mat­ti­na, il cor­po sen­za vi­ta di Ste­fa­no To­ni­na­to, 52 en­ne di­soc­cu­pa­to tre­vi­gia­no.

Il ca­da­ve­re era den­tro il fos­sa­to che co­steg­gia via­le Fe­lis­sent, pro­prio di fron­te a Vil­la Mar­ghe­ri­ta. Mor­to da ore, pro­ba­bil­men­te già dal­la se­ra pri­ma. Ma co­me? Al mo­men­to la cau­sa del de­ces­so re­sta un gial­lo e al va­glio de­gli in­qui­ren­ti ci so­no tut­te le ipo­te­si, dal­la mor­te vio­len­ta, all’in­ci­den­te pro­vo­ca­to da un’au­to pi­ra­ta, al ma­lo­re. Per que­sto il ma­gi­stra­to di tur­no, Giu­lio Ca­pra­ro­la, ha aper­to un fa­sci­co­lo con l’ipo­te­si di rea­to più gra­ve, l’omi­ci­dio vo­lon­ta­rio a ca­ri­co di igno­ti, e nel­le pros­si­me ore di­spor­rà l’au­top­sia e gli esa­mi tos­si­co­lo­gi­ci sul cor­po di To­ni­na­to. Di­spo­sta an­che l’ac­qui­si­zio­ne del­le im­ma­gi­ni del­le te­le­ca­me­re in­stal­la­te lun­go il via­le, che po­treb­be­ro aver ri­pre­so il 52en­ne nel mo­men­to in cui è fi­ni­to nel fos­so.

A sco­pri­re il ca­da­ve­re è sta­ta una ra­gaz­za che, in bi­ci­clet­ta, è pas­sa­ta lì da­van­ti e lo ha scor­to den­tro il pic­co­lo cor­so d’ac­qua. La gio­va­ne, sot­to choc, ha suo­na­to al pri­mo cam­pa­nel­lo che ha tro­va­to nell’edi­fi­cio di fron­te. Ad aiu­tar­la, ol­tre ad al­cu­ni re­si­den­ti, so­no ar­ri­va­ti an­che i ca­ra­bi­nie­ri del Noe, che han­no la lo­ro se­de pro­prio lì e han­no da­to l’al­lar­me. Sul po­sto in po­chi mi­nu­ti so­no ar­ri­va­ti gli in­ve­sti­ga­to­ri del­la squa­dra mo­bi­le gui­da­ti dal di­ri­gen­te Clau­dio Di Pao­la, gli agen­ti del­le vo­lan­ti, del­la scien­ti­fi­ca e i vi­gi­li del fuo­co, che han­no re­cu­pe­ra­to il ca­da­ve­re dal pic­co­lo cor­so d’ac­qua. Dall’esa­me ester­no, ef­fet­tua­to sul po­sto dal me­di­co le­ga­le, è sta­ta sti­la­ta una pri­ma ipo­te­si di ora del­la mor­te, che si col­lo­che­reb­be nel­la tar­da se­ra­ta di do­me­ni­ca.

Il cor­po non pre­sen­ta­va le­sio­ni evi­den­ti al vol­to, al­le ma­ni o al­le gam­be, ta­li da far pen­sa­re, per esem­pio, all’impatto con un’au­to. L’uo­mo non ave­va do­cu­men­ti ma, in una ta­sca, gli è sta­to tro­va­to del me­ta­do­ne e que­sto ha con­sen­ti­to agli in­ve­sti­ga­to­ri di ri­sa­li­re al­la sua iden­ti­tà. To­ni­na­to ave­va, in­fat­ti, un pas­sa­to e un pre­sen­te dif­fi­ci­li, a cau­sa dei suoi pro­ble­mi di tos­si­co­di­pen­den­za. Tra la­vo­ri sal­tua­ri co­me giar­di­nie­re, pic­co­li pre­ce­den­ti di po­li­zia e quel tun­nel di di­pen­den­za dal qua­le ave­va cer­ca­to spes­so di usci­re, ma sen­za mai riu­scir­ci.

Nei gior­ni scor­si era sta­to al Sert, do­ve era in cura, a ri­ti­ra­re il me­ta­do­ne che, in par­te, gli è sta­to poi tro­va­to in ta­sca. Vi­ve­va in un pa­laz­zo di via Ghir­lan­da, nei pres­si di Vil­la Mar­ghe­ri­ta, con la mam­ma 89en­ne e Ma­ri­le­na, la so­rel­la mag­gio­re. Pro­ba­bil­men­te, sta­va tor­nan­do a ca­sa quan­do è fi­ni­to den­tro il fos­so. Co­me ci sia fi­ni­to re­sta da chia­ri­re. Una mor­te av­vol­ta nel mi­ste­ro co­me ri­ma­ne quel­la di An­drea Dor­ci­ch, il 33en­ne di Fiera ri­tro­va­to con la te­sta fra­cas­sa­ta, il 29 gen­na­io, nell’ex man­gi­mi­fi­cio di Si­lea. Co­me Ste­fa­no, an­che An­drea ave­va pro­ble­mi di tos­si­co­di­pen­den­za e una vi­ta dif­fi­ci­le e an­che sul­la sua mor­te s’in­da­ga per omi­ci­dio, seb­be­ne la pro­cu­ra, in at­te­sa di ul­te­rio­ri ac­cer­ta­men­ti, non esclu­da al­cu­na pi­sta.

Mor­te nel fos­sa­to Nel­la fo­to a de­stra, la ca­na­let­ta lun­go via­le Fe­lis­sent do­ve è sta­to tro­va­to ie­ri mat­ti­na il ca­da­ve­re di Ste­fa­no To­ni­na­to. A si­ni­stra, au­to e agen­ti del­la po­li­zia sul po­sto

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.