Emer­gen­za sbar­chi: in Ve­ne­to 500 pro­fu­ghi

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Regione Attualità - di Glo­ria Ber­ta­si © RIPRODUZIONE RISERVATA

I nu­me­ri Ne­gli ul­ti­mi tre gior­ni so­no sbar­ca­ti 6.180 pro­fu­ghi, l’8 per cen­to è de­sti­na­to ai cen­tri d’ac­co­glien­za del Ve­ne­to, pa­ri a 490 persone.

VE­NE­ZIA Nuo­vi sbar­chi di im­mi­gra­ti al­le co­ste del sud Italia e, a cen­ti­na­ia di chi­lo­me­tri di di­stan­za, in Ve­ne­to, si riac­cen­do­no le po­le­mi­che sull’ac­co­glien­za. Nel Ve­ro­ne­se, a Bo­vo­lo­ne, due gior­ni fa so­no sta­ti tra­sfe­ri­ti tren­ta ri­chie­den­ti asi­lo, nel Vi­cen­ti­no, in­ve­ce, ie­ri so­no ar­ri­va­te 44 persone e l’al­tro ie­ri die­ci. Le strut­tu­re d’ac­co­glien­za pe­rò, nel ter­ri­to­rio be­ri­co e sca­li­ge­ro, sa­reb­be­ro già al col­las­so. Stan­do ai nu­me­ri uf­fi­cia­li del mi­ni­ste­ro dell’In­ter­no, al Ve­ne­to, in que­sti gior­ni, è sta­to as­se­gna­to l’8 per cen­to de­gli sbar­chi. Mar­te­dì, so­no ar­ri­va­ti 1.728 pro­fu­ghi e, quin­di, 138 so­no sta­ti de­sti­na­ti al­le set­te pro­vin­ce del­la no­stra re­gio­ne. Il gior­no pri­ma, lu­ne­dì 8 mag­gio, gli im­mi­gra­ti soc­cor­si so­no sta­ti 1.328, pa­ri a 106 ar­ri­vi, teo­ri­ci, in una del­le strut­tu­re ac­cre­di­ta­te nel­le Pre­fet­tu­re ve­ne­te per l’ospitalità. Il 7 mag­gio il pic­co di ar­ri­vi: 3.124, os­sia 250 persone de­sti­na­te al Ve­ne­to. Da ini­zio an­no, in Italia so­no ar­ri­va­ti 44.226 mi­gran­ti ri­chie­den­ti pro­te­zio­ne uma­ni­ta­ria e que­ste ci­fre fan­no pen­sa­re che il 2017 si chiu­de­rà con nu­me­ri ben più al­ti dei 181 mi­la ac­col­ti del 2016. Nei pri­mi me­si dell’an­no, c’è in­fat­ti sta­to un più 41 per cen­to di sbar­chi ri­spet­to al­lo stes­so pe­rio­do dell’an­no pre­ce­den­te. Quan­to sta ac­ca­den­do in que­ste ore con­fer­ma il trend ge­ne­ra­le: un an­no fa non c’era­no sta­ti ar­ri­vi tra l’8 e il 10 mag­gio men­tre il 7 era­no sta­ti 1.651, po­co più del­la me­tà ri­spet­to a quan­to ac­ca­du­to la scor­sa do­me­ni­ca. I Co­mu­ni so­no sul pie­de di guer­ra men­tre le Pre­fet­tu­re, in que­sti gior­ni, stan­no pas­san­do in ras­se­gna le of­fer­te pre­sen­ta­te ai ban­di pro­vin­cia­li per l’ac­co­glien­za di qui a fi­ne an­no. Ed è fa­ci­le che i po­sti non ba­sti­no. A Ve­ne­zia, ad esem­pio, a fron­te di 2.506 im­mi­gra­ti da ospi­ta­re, le pro­po­ste pre­sen­ta­te a Ca’ Cor­ner non ar­ri­va­no a mil­le. È già ac­ca­du­to nel 2016 e nel 2015 e a nul­la so­no val­si gli ap­pel­li del­la Pre­fet­tu­ra di svi­lup­pa­re una re­te di ac­co­glien­za dif­fu­sa. Al­la vi­sta dei nu­me­ri de­gli sbar­chi, il pre­si­den­te del­la Re­gio­ne Lu­ca Za­ia è tor­na­to a stig­ma­tiz­za­re le po­li­ti­che del go­ver­no sul fron­te im­mi­gra­zio­ne. «È di­ven­ta­ta un ve­ro e pro­prio al­lar­me so­cia­le: al­tre mi­glia­ia di ar­ri­vi, an­co­ra mor­ti in­no­cen­ti, im­pe­gni di­sat­te­si, co­me quel­lo di li­be­ra­re l’in­de­cen­te hub di Co­net­ta nel Ve­ne­zia­no - di­ce Za­ia - , l’im­pe­gno so­len­ne a chiu­der­lo, pre­so va­rie set­ti­ma­ne fa, è ri­ma­sto let­te­ra mor­ta, ora so­no in vi­sta al­tri ar­ri­vi e le mil­le pre­sen­ze del­la ver­go­gna con­ti­nua­no a es­se­re ta­li. Il tut­to men­tre con­tia­mo già ben ol­tre 30 mi­la ar­ri­vi (da ini­zio emer­gen­za pro­fu­ghi, ndr) nel so­lo Ve­ne­to». Per il mo­men­to, a Co­net­ta non so­no ar­ri­va­ti nuo­vi pro­fu­ghi. «A og­gi non ci so­no sta­ti co­mu­ni­ca­ti - di­ce il sin­da­co di Co­na Al­ber­to Pan­fi­lio - ma nel­la strut­tu­ra ci so­no 1.100 persone, cer­to il numero è di­mi­nui­to dai 1.700 che so­no sta­ti sti­pa­ti in con­di­zio­ni inu­ma­ne in pas­sa­to ma è an­co­ra trop­po». Da ini­zio an­no, in Ve­ne­to so­no sta­te de­sti­na­ti po­co più di 3.500 ri­chie­den­ti asi­lo. «La si­tua­zio­ne che vi­ve il Ve­ne­to non è iso­la­ta, è co­sì in tut­to il Pae­se», com­men­ta, la­co­ni­co, il mi­ni­ste­ro dell’In­ter­no.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.