«Pa­ga o pub­bli­co le tue fo­to osé» Ar­re­sta­to per il sexy-ri­cat­to

Farra di Soligo, ar­ti­gia­no fi­ni­sce ai do­mi­ci­lia­ri. E co­sì la mo­glie sco­pre tut­to

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Treviso - Mil­va­na Cit­ter © RIPRODUZIONE RISERVATA

FARRA DI SOLIGO Lui, lei e l’al­tra. Il più clas­si­co dei trian­go­li, ma il fi­na­le è a sor­pre­sa. Con l’al­tra che de­nun­cia lui per estor­sio­ne, fa­cen­do­lo fi­ni­re in ma­net­te, e lei che sco­pre co­sì di es­se­re sta­ta tra­di­ta.

La vi­cen­da dai con­tor­ni sexy ar­ri­va dal So­li­ghe­se, do­ve lui e l’al­tra si so­no in­con­tra­ti qual­che tem­po fa. Lui è un 42en­ne ro­me­no, ar­ti­gia­no e spo­sa­to. Lei una coe­ta­nea ita­lia­na, se­pa­ra­ta e ca­sa­lin­ga. I due si co­no­sco­no, si piac­cio­no e ini­zia­no una re­la­zio­ne clan­de­sti­na che va avan­ti per al­cu­ni me­si. Lei è una don­na li­be­ra e de­ci­de di vi­ve­re la re­la­zio­ne sen­za por­si dei li­mi­ti. Il lo­ro di­ven­ta un le­ga­me for­te, so­prat­tut­to per l’ar­ti­gia­no, che lo por­ta avan­ti a in­sa­pu­ta del­la mo­glie. Ma, a un cer­to pun­to, l’aman­te de­ci­de di chiu­de­re il rap­por­to. Ed è qui che il 42en­ne en­tra in cri­si.

Pro­va a ri­cu­ci­re, a ri­con­qui­star­la. Ma la don­na non ne vuo­le sa­pe­re e va avan­ti con la sua vi­ta. Ec­co al­lo­ra che nel­la te­sta dell’ar­ti­gia­no scat­ta qual­co­sa che lo fa pas­sa­re dal cor­teg­gia­men­to al­la ven­det­ta. La chia­ma e la mi­nac­cia: «O mi dai 250 eu­ro op­pu­re io dif­fon­do in re­te le fo­to osè che ho scat­ta­to du­ran­te la no­stra re­la­zio­ne».

Un ful­mi­ne a ciel sereno per la 42en­ne, che ve­de mi­nac­cia­ta la sua re­pu­ta­zio­ne. Sa che quel­le fo­to esi­sto­no ve­ra­men­te, sa di ave­re ac­cet­ta­to di po­sa­re per que­gli scat­ti per­ché era in­va­ghi­ta dell’uo­mo e si fi­da­va di lui. E ora quel­le im­ma­gi­ni pri­va­te po­treb­be­ro fi­ni­re sui so­cial, ro­vi­nan­do­la per sem­pre.

La don­na è in­cer­ta sul da far­si ma ini­zial­men­te la pau­ra vin­ce e ce­de al ri­cat­to. Pa­ga la tran­che di 250 eu­ro, spe­ran­do che tut­to sia fi­ni­to. Ma non è co­sì. Po­co do­po lui tor­na a far­si vi­vo e a chie­de­re an­co­ra sol­di. Al­tri 250 eu­ro, al­tri­men­ti le fo­to fi­ni­ran­no in re­te. E lei ca­pi­sce che, se ce­de an­co­ra, lui non la smet­te­rà mai. Si fa for­za e va dai ca­ra­bi­nie­ri di Col San Martino a de­nun­ciar­lo. No­no­stan­te l’im­ba­raz­zo, rac­con­ta tut­to e chie­de aiu­to.

Si de­ci­de di far scat­ta­re una trap­po­la. I mi­li­ta­ri la in­vi­ta­no a fin­ge­re con il 42en­ne di aver de­ci­so di pa­ga­re, di ac­cet­ta­re an­co­ra una vol­ta il suo ri­cat­to. E lei lo fa. Lo chia­ma e si di­ce pron­ta a pa­ga­re, pur­ché quel­le fo­to non di­ven­ti­no di do­mi­nio pub­bli­co. Si dan­no ap­pun­ta­men­to per mar­te­dì po­me­rig­gio nel­la zo­na di Farra di Soligo. Sem­bra tut­to nor­ma­le, i due si in­con­tra­no, par­la­no per qual­che mi­nu­to, poi lei gli con­se­gna la bu­sta con i sol­di e, quan­do l’uo­mo af­fer­ra le ban­co­no­te, ar­ri­va­no i ca­ra­bi­nie­ri che lo ar­re­sta­no in fla­gran­za di rea­to. L’ac­cu­sa è pe­san­tis­si­ma: estor­sio­ne.

Su di­spo­si­zio­ne del ma­gi­stra­to, l’ar­ti­gia­no si tro­va agli ar­re­sti do­mi­ci­lia­ri in at­te­sa dell’udien­za di con­va­li­da dell’ar­re­sto. E’ in­cen­su­ra­to e per que­sto non è fi­ni­to in car­ce­re. Per lui è sta­ta ri­te­nu­ta suf­fi­cien­te la de­ten­zio­ne do­mi­ci­lia­re, nel­la stes­sa ca­sa in cui vi­ve con la mo­glie, che con il suo ar­re­sto ha co­sì ama­ra­men­te sco­per­to di es­se­re sta­ta tra­di­ta.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.