Cav, ok al bi­lan­cio Le as­sun­zio­ni re­sta­no rin­via­to lo scon­tro tra Se­ra­to e Adi­let­ta

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Regione Attualità - Ma. Bo.

VE­NE­ZIA Co­me se nul­la fos­se suc­ces­so, o qua­si. Al con­tra­rio di quel si aspet­ta­va­no i più, ie­ri, du­ran­te il con­si­glio di am­mi­ni­stra­zio­ne di Cav non si è as­si­sti­to ad al­cun li­ti­gio tra la pre­si­den­te Lui­sa Se­ra­to e l’am­mi­ni­stra­to­re de­le­ga­to Mi­che­le Adi­let­ta, pro­ta­go­ni­sti da un an­no di un fe­ro­ce scon­tro sot­ter­ra­neo ri­ve­la­to mer­co­le­dì, pub­bli­ca­men­te, dal­la stes­sa Se­ra­to, al gri­do: «È un col­po di ma­no». È sta­to ap­pro­va­to il bi­lan­cio del­la con­ces­sio­na­ria che ge­sti­sce il Pas­san­te e la tan­gen­zia­le di Me­stre (ver­rà pre­sen­ta­to oggi, nel cor­so di una con­fe­ren­za stam­pa) e so­no sta­ti via via svol­ti tut­ti gli al­tri pun­ti all’or­di­ne del gior­no. Quan­do la riu­nio­ne sta­va per chiu­der­si, Se­ra­to ha chie­sto che fos­se mes­sa agli at­ti la mo­zio­ne pre­sen­ta­ta in con­si­glio re­gio­na­le dal ca­po­grup­po del­la Le­ga Ni­co­la Fin­co, in cui si chie­de al­la Re­gio­ne di in­ter­ve­ni­re, in qua­li­tà di azio­ni­sta al 50% con Anas, per bloc­ca­re i ban­di per l’as­sun­zio­ne di quat­tro di­ri­gen­ti vo­lu­ta da Adi­let­ta. Que­st’ul­ti­mo, pe­rò, ha chie­sto che l’ar­go­men­to ven­ga trat­ta­to in un con­si­glio di am­mi­ni­stra­zio­ne ad hoc, ha pre­so la por­ta ed è usci­to, fa­cen­do ve­ni­re me­no il nu­me­ro le­ga­le vi­sto che il con­si­glie­re in quo­ta Pd, Ales­san­dro Mag­gio­ni, era as­sen­te, e quel­lo in quo­ta Le­ga, Ales­sio Ada­mi, si è di­mes­so da tem­po. Si annuncia quin­di una lun­ga tre­gua for­za­ta tra i due con­ten­den­ti: l’as­sem­blea dei so­ci per la for­ma­liz­za­zio­ne del so­sti­tu­to di Ada­mi, Ren­zo Ce­ron, è fissata per il 28 giu­gno e pri­ma di al­lo­ra non sa­ran­no con­vo­ca­ti nuo­vi con­si­gli di am­mi­ni­stra­zio­ne.

In­tan­to i ban­di del­la di­scor­dia re­sta­no pub­bli­ca­ti e han­no sca­den­za il 5 giu­gno, per cui nel frat­tem­po le pro­ce­du­re di re­clu­ta­men­to osteg­gia­te dal­la Le­ga van­no avan­ti. Co­sa ac­ca­drà nel ca­so in cui Se­ra­to rie­sca ad im­por­si nel brac­cio di fer­ro? I ban­di ver­reb­be­ro re­vo­ca­ti e tut­ti gli at­ti com­piu­ti fi­no a quel mo­men­to an­nul­la­ti. La vi­cen­da, se­con­do quan­to de­nun­cia­to dal­la pre­si­den­te, avreb­be an­che con­tor­ni non pro­prio «isti­tu­zio­na­li», tra let­te­re ano­ni­me, cor­vi e ve­le­ni. Si ve­drà qua­le po­si­zio­ne in­ten­de­rà as­su­me­re al ri­guar­do la giun­ta Za­ia.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.