Ma­nil­do pas­sa l’esa­me: il 66% gli dà fi­du­cia

Son­dag­gio del Pd a un an­no dal­le ele­zio­ni: il sin­da­co pia­ce più del­la sua giun­ta e ri­sa­le nei con­sen­si

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Treviso - S.Ma. © RIPRODUZIONE RISERVATA

TRE­VI­SO Ma­nil­do pia­ce più del­la sua giun­ta, il 66% del ca­po­luo­go è con lui e il Pd è il primo par­ti­to in cit­tà. Que­sto emer­ge da un son­dag­gio com­mis­sio­na­to dal Pd di Tre­vi­so quan­do man­ca un an­no al­le ele­zio­ni co­mu­na­li. Una fo­to­gra­fia che può met­te­re di buo­nu­mo­re il sin­da­co in ca­ri­ca, con­si­de­ra­to che le do­man­de po­ste a un cam­pio­ne di 800 cit­ta­di­ni so­no sta­te fat­te pri­ma dell’eu­fo­ria dell’Adu­na­ta de­gli al­pi­ni, che ha ine­bria­to i tre­vi­gia­ni e da­to gran­de sod­di­sfa­zio­ne a chi la­vo­ra­va.

L’in­da­gi­ne, com­mis­sio­na­ta nel me­se di apri­le, è sta­ta pre­sen­ta­ta gio­ve­dì se­ra al cir­co­lo cit­ta­di­no del Pd. Il que­si­to sull’in­ten­zio­ne di vo­to ai par­ti­ti è quel­lo che sti­mo­la le mag­gio­ri ri­fles­sio­ni: il Par­ti­to De­mo­cra­ti­co avreb­be il 34% de vo­ti, il Mo­vi­men­to 5 Stel­le il 23,5%, la Lega Nord po­co me­no del 20%, For­za Ita­lia il 9%, Fra­tel­li d’Ita­lia il 4% e le li­ste a si­ni­stra del Pd com­ples­si­va­men­te il 6,5%. È pre­sto per fa­re sup­po­si­zio­ni sull’esi­to elet­to­ra­le del 2018, ol­tre­tut­to non ci so­no no­mi di pos­si­bi­li can­di­da­ti av­ver­sa­ri per­ché l’uni­ca cer­tez­za al mo­men­to è Ma­nil­do stes­so e non so­no sta­te in­da­ga­te le li­ste ci­vi­che. Pd e si­ni­stra insieme non pas­se­reb­be­ro il 50% che con­se­gna la vit­to­ria al primo tur­no ma per il cen­tro­si­ni­stra sem­bra che l’ul­ti­mo an­no di am­mi­ni­stra­zio­ne sia sta­to dav­ve­ro una svolta. L’an­no scor­so, in­fat­ti, un son­dag­gio sul gra­di­men­to di Ma­nil­do lo da­va agli ul­ti­mi po­sti tra i sin­da­ci ita­lia­ni, e que­sti ri­sul­ta­ti ri­bal­te­reb­be­ro la si­tua­zio­ne.

Un ele­men­to di con­fron­to può es­se­re il primo tur­no elet­to­ra­le del 2013, quel­lo che por­tò Ma­nil­do al bal­lot­tag­gio con­tro Gian­car­lo Gen­ti­li­ni e la Lega Nord. Il Car­roc­cio ave­va pre­so l’8,2% a cui an­da­va som­ma­to il 20,3% del­lo Sce­rif­fo con la sua li­sta per­so­na­le; il Pdl ave­va ot­te­nu­to il 5,3% dei con­sen­si. Il Pd era ri­sul­ta­to il primo par­ti­to con il 23,1% del­le pre­fe­ren­ze e le quat­tro li­ste ci­vi­che del­la coa­li­zio­ne ave­va­no to­ta­liz­za­to com­ples­si­va­men­te un al­tro 20%: al­la lu­ce del son­dag­gio, quel pa­tri­mo­nio di vo­ti po­treb­be es­ser­si con­ver­ti­to al­me­no par­zial­men­te sul par­ti­to.

Il son­dag­gio in­da­ga­va an­che la po­po­la­ri­tà del sin­da­co nel­la cit­tà che am­mi­ni­stra da quat­tro an­ni. Ma­nil­do ri­sul­ta co­no­sciu­to al 95% dei cit­ta­di­ni, un trend di cre­sci­ta con­si­de­ra­to po­si­ti­vo. Il 66% de­gli in­ter­vi­sta­ti ha af­fer­ma­to di dar­gli fi­du­cia, men­tre per il 50% il giu­di­zio sull’in­qui­li­no di Ca’ Su­ga­na è «mol­to po­si­ti­vo».

La giun­ta in­ve­ce pia­ce me­no. So­lo il 56% del cam­pio­ne pro­muo­ve l’ese­cu­ti­vo, un ri­sul­ta­to su­pe­rio­re al­la me­tà del­la po­po­la­zio­ne ma in­fe­rio­re a quel­lo del primo cit­ta­di­no.

Sor­ri­den­te I ri­sul­ta­ti del son­dag­gio han­no mes­so di buon umo­re il sin­da­co

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.