La svol­ta Ali­men­ti, non più so­lo nu­tri­zio­ne

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - La Prevenzione - Sam.Nott. © RIPRODUZIONE RISERVATA

– ha as­sun­to mil­le vol­ti agli oc­chi dei con­su­ma­to­ri che, abi­tua­ti all’in­te­ra­zio­ne con le nuo­ve tec­no­lo­gie, lo in­ter­pre­ta­no se­con­do molteplici sfac­cet­ta­tu­re». Gli ali­men­ti, quin­di, smet­to­no di esi­ste­re esclu­si­va­men­te dal pun­to di vi­sta nu­tri­zio­na­le, eco­no­mi­co o am­bien­ta­le per en­tra­re a far par­te della sfera per­so­na­le, sul­la qua­le le nuo­ve tec­no­lo­gie han­no un im­pat­to di­ret­to. A li­vel­lo pro­dut­ti­vo, ad esem­pio, si par­la sem­pre più di «smart farm», azien­de in cui si ap­pli­ca al­la frut­ta e agli or­tag­gi l’agri­col­tu­ra di pre­ci­sio­ne. «Esi­sto­no trat­to­ri – rac­con­ta il pro­fes­sor Adi­nol­fi – che non so­lo esco­no per la rac­col­ta nel mo­men­to in cui han­no un feed­back po­si­ti­vo dall’im­pian­to sul gra­do di ma­tu­ra­zio­ne o sul­le con­di­zio­ni me­teo, ma an­che nel mo­men­to in cui le quo­ta­zio­ni dei pro­dot­ti, al­la Bor­sa mer­ci, sono par­ti­co­lar­men­te fa­vo­re­vo­li». Un’in­te­ra­zio­ne si­mi­le tra si­ste­mi è sta­ta svi­lup­pa­ta an­che nel­le no­stre ca­se: i nuo­vi fri­go­ri­fe­ri sono in gra­do di com­pren­de­re qua­li sono i ci­bi man­can­ti, di crear­ne una li­sta ed, even­tual­men­te, di or­di­nar­li on li­ne.

A li­vel­lo di con­su­mo di cibo, poi, la po­la­riz­za­zio­ne è am­plis­si­ma. «Le nuo­ve ge­ne­ra­zio­ni – sot­to­li­nea Adi­nol­fi – ap­prez­za­no pro­dot­ti im­me­dia­ta­men­te edi­bi­li, ma al­lo stes­so tem­po at­tri­bui­sco­no al cibo gran­di ca­pa­ci­tà sa­lu­ti­sti­che, qua­si co­me fos­se un pez­zo di wel­fa­re. È cam­bia­to il mo­do di man­gia­re, vi­sto che si pre­fe­ri­sco­no pic­co­le quan­ti­tà du­ran­te tutta la gior­na­ta e con­tem­po­ra­nea­men­te si cerca nel cibo un’espe­rien­za quan­to più per­so­na­le pos­si­bi­le». Na­sce così, ad esem­pio, la pas­sio­ne per le stam­pan­ti 3D de­di­ca­te al cibo, men­tre l’in­du­stria agroa­li­men­ta­re si evol­ve e si tra­sfor­ma. «Senza di­men­ti­ca­re – con­clu­de Adi­nol­fi – il cibo vis­su­to co­me forma di at­ti­vi­smo po­li­ti­co. L’ori­gi­ne dei pro­dot­ti può di­ven­ta­re una mo­da­li­tà di cri­ti­ca al si­ste­ma».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.