Be­be Vio ri­por­ta Alex nel­la sua ter­ra «Ju­ve, puoi far­ce­la. Totti? É in cen­tri­fu­ga»

I gran­di del­lo sport in­sie­me per be­ne­fi­cen­za. Ca­gnot­to: ra­gaz­zi, se­gui­te i so­gni

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Sport - An­drea F. Zam­be­ne­det­ti © RIPRODUZIONE RISERVATA

«Im­pos­si­bi­le pro­no­sti­ca­re una fi­na­le di Cham­pions. Pen­so che la Ju­ven­tus ab­bia tut­te le qua­li­tà per po­ter vin­ce­re o co­mun­que la qua­li­tà per gio­car­se­la con il Real». Alex Del Pie­ro, abi­to ne­ro, cal­zi­no fluo e snea­ker bian­ca, in­con­tra i gior­na­li­sti nel die­tro le quin­te della Not­te dei Cam­pio­ni. L’even­to di be­ne­fi­cien­za or­ga­niz­za­to dal­la On­lus di Be­be Vio e dall’as­so­cia­zio­ne Ar­bi­tri di Co­ne­glia­no. «Ben­tor­na­to Ca­pi­ta­no» re­ci­ta uno stri­scio­ne com­pi­la­to a bom­bo­let­ta ne­ra e ap­pe­so al­le gra­di­na­te della Zop­pas Are­na, gre­mi­te per l’even­to: il ri­tor­no «a ca­sa» del cam­pio­ne. Di quel ca­pi­ta­no che un­di­ci anni fa por­to la cop­pa del mon­do nel­la sua San Ven­de­mia­no che dal pa­laz­zet­to di­sta po­che cen­ti­na­ia di me­tri.

Pri­ma di in­con­tra­re i gior­na­li­sti si sot­to­po­ne al ri­to de­gli au­to­gra­fi. A chie­der­glie­lo Ta­nia Ca­gnot­to, la bol­za­ni­na plu­ri­me­da­glia­ta, un sim­bo­lo del­lo sport italiano, an­che lei gran­de pro­ta­go­ni­sta di que­sta Not­te dei Cam­pio­ni. La pri­ma del­le star a sa­li­re sul pal­co è in­ve­ce la pa­dro­na di ca­sa, Be­be Vio. La cam­pio­nes­sa olim­pi­ca rac­con­ta di co­me è cam­bia­ta la sua vita, e del suo so­gno di tra­sfor­ma­re la po­po­la­ri­tà con­qui­sta­ta in un trai­no per chi ne na bi­so­gno, in uno stru­men­to di so­li­da­rie­tà. E a giu­di­ca­re dal calore che le re­ga­la il pub­bli­co di Co­ne­glia­no ci sta riu­scen­do.

As­sen­te per im­pe­gni im­prov­vi­si Pier­lui­gi Col­li­na, il più no­to de­gli ex ar­bi­tri Ita­lia­ni. Al pub­bli­co co­ne­glia­ne­se ha man­da­to un vi­deo­mes­sag­gio per spie­ga­re le ra­gio­ni della sua as­sen­za. Ma è quan­do Alex en­tra al­la Zop­pas che il pa­laz­zet­to si in­fiam­ma. Un’emo­zio­ne che lui fa­ti­ca a na­scon­de­re. «Per me è sem­pre un’emo­zio­ne tor­na­re a ca­sa. I co­lo­ri e la ve­ge­ta­zio­ne, tutto di que­sto territorio mi ri­por­ta all’in­fan­zia e al cli­ma fa­mi­lia­re. Fra viaggi e po­sti do­ve ho vis­su­to non ca­pi­ta spes­so di tor­na­re qui».

L’ul­ti­mo pen­sie­ro è per Fran­ce­sco Totti, fre­sco di addio al cal­cio gio­ca­to, una stret­to­ia nel­la vita di un cam­pio­ne dal­la qua­le del Pie­ro è già pas­sa­to. «Non vo­glio di­re nien­te a Totti, lo è sta­to per me, lo sa­rà per lui: una cen­tri­fu­ga. Emozioni con­tra­sta­te e am­pli­fi­ca­te dal­la gente che ti sta at­tor­no e ti vuo­le dare con­si­gli».

Fre­sca di addio, in que­sto ca­so al­le pi­sci­ne, sul pal­co sa­le an­che Ta­nia Ca­gnot­to che in­can­ta la pla­tea. Rac­con­ta del­le sue me­da­glie, dei suoi suc­ces­si e dei tuf­fi. Una di­sci­pli­na di­ven­ta­ta main­stream pro­prio grazie a lei. «E’ uno sport pic­co­lo, uno dei po­chi sa­ni e senza do­ping. Ai ra­gaz­zi­ni di­co di per­se­gui­re i pro­pri so­gni di an­da­re avan­ti di dar­si da fare, di non spa­ven­tar­si se non fan­no uno sport po­po­la­re». Cam­pio­ni del­lo sport, cam­pio­ni di so­li­da­rie­tà. A ri­ma­ne­re, co­me mar­chio della se­ra­ta le pa­ro­le del be­nia­mi­no di ca­sa, Alex del Pie­ro. «Per me è un ono­re es­se­re qui, i pro­ta­go­ni­sti di que­sta sera sono Be­be e gli ar­bi­tri che han­no vo­lu­to que­sta gran­de oc­ca­sio­ne di so­li­da­rie­tà. Lo ho fat­to vo­len­tie­ri, po­ter­ci es­se­re era per me mol­to im­por­tan­te».

Ales­san­dro Del Pie­ro É sem­pre un’emo­zio­ne tor­na­re a ca­sa. Tutto qui mi ri­por­ta all’in­fan­zia e al cli­ma fa­mi­lia­re

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.