La tor­re­fa­zio­ne Gia­mai­ca Se il caf­fè è una «téch­ne»

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Spettacoli - di Ales­san­dro Tor­ta­to in­fo@ales­san­dro­tor­ta­to.com

Il mi­glior tor­re­fat­to­re di caf­fè al mon­do, è ve­ne­to e ve­ro­ne­se. Si chia­ma Gian­ni Fra­si. Fra­si è un per­so­nag­gio co­no­sciu­tis­si­mo da­gli in­ten­di­to­ri. Un ge­nio. Egli non è un pro­dut­to­re, è un ar­ti­sta se con­si­de­ria­mo l’ar­te nel sen­so an­ce­stra­le del ter­mi­ne, quel­lo della téch­ne gre­ca, espres­sio­ne con cui si in­di­ca­va il «sa­per fare», non la pu­ra co­no­scen­za. Fra­si – co­me ha spie­ga­to mil­le vol­te al­le de­ci­ne di in­ter­vi­sta­to­ri che lo han­no rag­giun­to al­la tor­re­fa­zio­ne Gia­mai­ca di via Me­ri­ghi 5 a Ve­ro­na - sa in­fat­ti co­me nes­su­no tra­sfor­ma­re l’uni­co frut­to ali­men­ta­re di cui si but­ta via tutto in be­van­da su­bli­me at­tra­ver­so un cru­cia­le bat­te­si­mo del fuo­co dal mar­gi­ne d’er­ro­re che va­ria da uno a tre se­con­di. Lui de­ve sfi­da­re quel tem­po in­fi­ni­te­si­ma­le, in­ve­sti­gan­do con l’oc­chio le sfu­ma­tu­re del chic­co to­sta­to a fiam­ma di­ret­ta che de­vo­no rag­giun­ge­re il color «to­na­ca di fra­te», mo­men­to ma­gi­co in cui es­so spri­gio­na – pen­sa­te un po’ – ol­tre mil­le aro­mi vo­la­ti­li. Pro­ce­di­men­to per­si­no cru­de­le così co­me cru­de­le è la be­van­da che ne de­ri­va: «il caf­fè – suo­le ri­pe­te­re il no­stro – non at­trae. È ama­ro. A dif­fe­ren­za del vi­no, non do­na eu­fo­ria, non ine­bria, non fa di­men­ti­ca­re i problemi. An­zi. Te li ri­pro­po­ne. Il caf­fè non è per chi vuo­le es­se­re ves­sa­to, è per l’uo­mo libero». E lui è tal­men­te libero da non cer­ca­re i clien­ti. È cer­ca­to. Non li cerca per­ché si at­tie­ne al det­ta­to cor­po­ra­ti­vo ema­na­to a Vien­na da Sua Al­tez­za Im­pe­ria­le Leo­pol­do I il 16 lu­glio del 1700 in cui si vie­ta­va ai quat­tro tor­re­fat­to­ri pre­sen­ti in cit­tà, due au­stria­ci, un croa­to ed un mar­ra­no, di por­tar­si via i clien­ti re­ci­pro­ca­men­te, uti­liz­za­re com­mes­si viag­gia­to­ri, par­lar ma­le dei col­le­ghi, sot­trar­re lo­ro di­pen­den­ti, ecc. ecc. I caf­fè Gia­mai­ca pro­ven­go­no da In­dia, Bra­si­le, San­to Do­min­go, Hai­ti, Por­to Ri­co e Ca­po Ver­de. Do­ve de­gu­star­li? Ov­via­men­te nei mi­glio­ri lo­ca­li del pia­ne­ta. Ah di­men­ti­ca­vo: da un po’ di tem­po il Fra­si si oc­cu­pa an­che di pe­pe. Ma que­sta è un’al­tra sto­ria.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.