No­ta ri­sto­ra­tri­ce agli ar­re­sti per truf­fa «Ma era un pre­sti­to»

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Treviso - M. Cit. © RIPRODUZIONE RISERVATA

ASO­LO Esce dal­la ban­ca con i con­tan­ti ap­pe­na pre­le­va­ti dal­la sua pre­sun­ta vit­ti­ma e fi­ni­sce in ma­net­te per truf­fa ag­gra­va­ta. Ma Bian­ca Ma­ria Tes­sa­ro (nel­la fo­to), 59en­ne ri­sto­ra­tri­ce aso­la­na ti­to­la­re del «Pa­ne, Vi­no e San Daniele», si di­fen­de: «Quei sol­di era­no so­lo il pre­sti­to di un ami­co».

Di di­ver­so av­vi­so i fi­gli dell’ami­co, un an­zia­no che, quel de­na­ro, lo ha pre­le­va­to dal suo con­to cor­ren­te per dar­lo al­la don­na. In po­co più di un an­no cir­ca 70 mi­la eu­ro, che la ri­sto­ra­tri­ce si sa­reb­be fat­ta con­se­gna­re, rag­gi­ran­do­lo. Que­sta è l’ac­cu­sa che, mar­te­dì mat­ti­na, l’ha fat­ta fi­ni­re agli ar­re­sti domiciliari. E ora l’at­ten­zio­ne de­gli in­qui­ren­ti è mi­ra­ta anche ad ac­cer­ta­re se la don­na pos­sa aver avu­to dei com­pli­ci.

L’in­da­gi­ne sul suo con­to, coor­di­na­ta dal so­sti­tu­to pro­cu­ra­to­re Mas­si­mo De Bor­to­li, è ini­zia­ta da mol­ti me­si. Da quan­do cioè i fi­gli del pen­sio­na­to, si so­no ac­cor­ti de­gli am­man­chi nel con­to cor­ren­te a cau­sa di quei ri­pe­tu­ti pre­lie­vi di con­tan­te. Al­la fi­ne l’an­zia­no ha am­mes­so di ave­re da­to i sol­di all’ami­ca ri­sto­ra­tri­ce, co­no­sciu­ta nel lo­ca­le in pie­no cen­tro sto­ri­co, che lui fre­quen­ta da tem­po. Lì tra i due sa­reb­be na­ta un’ami­ci­zia e una con­fi­den­za ta­li che la Tes­sa­ro si sa­reb­be pro­po­sta co­me in­ter­me­dia­ria nel­la ven­di­ta di al­cu­ni im­mo­bi­li ad Aso­lo, di pro­prie­tà dell’ami­co-clien­te. Un’at­ti­vi­tà le­git­ti­ma, se­con­do l’uo­mo, che non ave­va esi­ta­to a pre­le­va­re i con­tan­ti e a con­se­gnar­li al­la don­na in va­rie tran­che.

Quel de­na­ro sa­reb­be ser­vi­to a pa­ga­re pre­sun­te con­su­len­ze e spe­se per so­ste­ne­re i viag­gi a cac­cia di ac­qui­ren­ti. Per que­sto i sol­di sa­reb­be­ro usci­ti dal con­to dell’an­zia­no, per fi­ni­re in quel­li della ri­sto­ra­tri­ce, mol­to no­ta ad Aso­lo, do­ve è sta­ta anche pre­si­den­te dei com­mer­cian­ti del cen­tro sto­ri­co. Una per­so­na af­fi­da­bi­le e sti­ma­ta che, pe­rò, se­con­do gli in­qui­ren­ti, avreb­be in­ve­ce rag­gi­ra­to e de­ru­ba­to l’an­zia­no, fa­cen­do­si con­se­gna­re in tut­to 70 mi­la eu­ro. Do­po la de­nun­cia dei fi­gli, la trap­po­la per la ri­sto­ra­tri­ce è scat­ta­ta lu­ne­dì, quan­do la don­na e l’an­zia­no si era­no sen­ti­ti e ave­va­no fis­sa­to l’appuntamento al gior­no se­guen­te per l’en­ne­si­mo pre­lie­vo di con­tan­ti. E mar­te­dì mat­ti­na Tes­sa­ro è sta­ta ar­re­sta­ta men­tre usci­va da un isti­tu­to di cre­di­to di Aso­lo, in­sie­me al pen­sio­na­to e con i con­tan­ti in ta­sca. Ma lei si di­fen­de: «Si è trat­ta­to so­lo di un pre­sti­to, e non di 70 mi­la eu­ro ma della me­tà».

Per la 59en­ne, in­som­ma, l’inchiesta e l’ar­re­sto sa­reb­be­ro frut­to di un ma­lin­te­so ed è pron­ta a spie­gar­lo. Lo fa­rà pro­ba­bil­men­te già do­ma­ni, nel cor­so dell’udien­za di con­va­li­da da­van­ti al gip.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.