«Ze­ro­v­skij» in Are­na Spi­ri­tua­li­tà e iro­nia con Re­na­to Ze­ro

La nuo­va ope­ra di tea­tro to­ta­le «Ze­ro­v­skij» a Ve­ro­na l’1 e il 2 set­tem­bre Sul pal­co Ada­mo ed Eva, Vita, Odio, Amo­re e Mor­te, con or­che­stra, co­ro e band «Ave­vo bi­so­gno di usci­re dal pop, cer­ca­vo un im­pe­gno più com­ples­so»

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Da Prima Pagina -

«Sa­rà co­me una se­du­ta ana­li­ti­ca di più di tre ore con per­so­nag­gi co­me Ada­mo ed Eva, Vita, Odio, Amo­re, Tem­po e Mor­te, un’or­che­stra sin­fo­ni­ca di 62 ele­men­ti più 30 di co­ro, ol­tre al­la mia fe­de­le band». Lo «ze­ro­pen­sie­ro» spo­sa il tea­tro dell’as­sur­do in «Ze­ro­v­skij», spet­ta­co­lo che ha de­but­ta­to al Fo­ro Ita­li­co di Ro­ma per poi ini­zia­re la tour­née. Re­na­to Ze­ro, a 50 an­ni dal de­but­to di­sco­gra­fi­co è pron­to per por­ta­re la sua ope­ra di tea­tro to­ta­le all’Are­na di Ve­ro­na l’1 e il 2 set­tem­bre (ore 21, in­fo www.re­na­to­ze­ro.com).

Pre­sen­ta­re «Ze­ro­v­skij» all’Are­na, tem­pio del­la li­ri­ca, ac­qui­sta si­gni­fi­ca­ti di­ver­si?

«È un con­fron­to mol­to emo­zio­nan­te. Al di là che qui si fac­cia an­che pop, ar­ri­va­re all’Are­na con un’ope­ra co­me que­sta è qual­co­sa che mi met­te dav­ve­ro in sog­ge­zio­ne».

È il pro­get­to più am­bi­zio­so del­la sua car­rie­ra?

«Lo è per sva­ria­te ra­gio­ni. A que­sto pun­to del­la mia vita ave­vo bi­so­gno di usci­re dal pop per da­re un’oc­chia­ti­na al­tro­ve e ve­de­re se que­sta mia pre­sen­za ar­ti­sti­ca pos­sa in qual­che mo­do ado­pe­rar­si per cre­sce­re di qua­li­tà e di espres­si­vi­tà at­tra­ver­so un im­pe­gno mu­si­ca­le più al­to e com­ples­so». Il sot­to­ti­to­lo, «so­lo per

amo­re» è la chia­ve di let­tu­ra dell’ope­ra?

«As­so­lu­ta­men­te sì. Ho scrit­to que­sto rac­con­to ba­san­do­mi su una vi­sua­le to­ta­li­ta­ria del pia­ne­ta, ho cer­ca­to di ca­pi­re que­sto tem­po, spes­so mol­to di­scu­ti­bi­le, i suoi av­ve­ni­men­ti e mu­ta­men­ti. Ov­via­men­te non ho ri­spo­ste, ma mi pia­ce ca­lar­mi co­me Ma­ior­ca nel­le pro­fon­di­tà di que­sto vi­ve­re».

Il suo ruo­lo sa­rà quel­lo di pro­ta­go­ni­sta, nar­ra­to­re o coor­di­na­to­re?

«So­no il pre­te­sto. Si trat­ta di

Eclet­ti­co Re­na­to Ze­ro in «Ze­ro­v­skij», la sua ope­ra «to­ta­le»

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.