Na­po­li pre­mia Va­le­ria «No­stra am­ba­scia­tri­ce»

Po­st con­tro i pre­giu­di­zi, De Ma­gi­stris con­se­gna una me­da­glia

Corriere del Veneto (Treviso e Belluno) - - Da Prima Pagina - Me­dol­la

NA­PO­LI Va­le­ria alla fi­ne ha pian­to due vol­te, quan­do è ar­ri­va­ta e quan­do è ri­par­ti­ta. Co­me nel film «Ben­ve­nu­ti al Sud», la 32en­ne di Tre­vi­so si è tra­sfe­ri­ta a Na­po­li in­sie­me alla fi­glio­let­ta Cla­ris­sa per se­gui­re il ma­ri­to, mi­li­ta­re dell’Ae­ro­nau­ti­ca as­se­gna­to all’Ac­ca­de­mia di Poz­zuo­li, e ci è ri­ma­sta per qua­si due an­ni. Abi­tua­ta ai rit­mi tran­quil­li e or­di­na­ti di Tre­vi­so, la ra­gaz­za è sta­ta ca­ta­pul­ta­ta nel­la cit­tà più cao­ti­ca e in­di­sci­pli­na­ta del­lo Sti­va­le. Tan­ti pre­giu­di­zi ave­va­no ac­com­pa­gna­to l’ar­ri­vo in cit­tà di Va­le­ria, tut­ti ste­reo­ti­pi ab­bat­tu­ti co­me bi­ril­li nel cor­so del tem­po, due an­ni in cui la gio­va­ne è riu­sci­ta ad ap­prez­za­re tut­to il bel­lo che la cit­tà all’om­bra del Ve­su­vio può of­fri­re. L’ar­ri­ve­der­ci a Na­po­li Va­le­ria lo ha af­fi­da­to a un lun­go po­st su Fa­ce­book, ol­tre 60 ri­ghe per met­te­re a nu­do i suoi sen­ti­men­ti ver­so la cit­tà. Una let­te­ra, in cui ha con­fes­sa­to il suo amo­re per il ca­po­luo­go cam­pa­no, che le ha fatto con­qui­sta­re qua­ran­ta­mi­la li­ke e 16.590 con­di­vi­sio­ni.

Ol­tre alla me­da­glia del­la Cit­tà di Na­po­li, ri­ce­vu­ta ie­ri mat­ti­na dal­le ma­ni del sin­da­co Lui­gi de Ma­gi­stris, che ha espres­so pa­ro­le di rin­gra­zia­men­to e ap­prez­za­men­to per quan­to ha scrit­to la gio­va­ne ve­ne­ta sul­la cit­tà del so­le e sui na­po­le­ta­ni. Le ha au­gu­ra­to ogni successo nel­la nuo­va cit­tà di de­sti­na­zio­ne del ma­ri­to e quin­di di tut­ta la fa­mi­glia, Ro­ma. «Quan­do ver­rai di nuo­vo a Na­po­li sa­rai sem­pre la ben­ve­nu­ta », le ha det­to de Ma­gi­stris. L’in­con­tro si è te­nu­to a Pa­laz­zo San Giacomo, se­de del mu­ni­ci­pio na­po­le­ta­no, in for­ma pri­va­ta. «È sta­to un in­con­tro mol­to emo­zio­nan­te — ha det­to Va­le­ria al ter­mi­ne del­la ce­ri­mo­nia — non ca­pi­ta tut­ti i gior­ni, da “fo­re­stie­ri”, di in­con­tra­re l’isti­tu­zio­ne. De Ma­gi­stris mi ha rin­gra­zia­to per quel­lo che ho fatto e mi ha rac­con­ta­to del la­vo­ro che svol­go­no tut­ti i gior­ni, quin­di del­la fa­ti­ca che im­pie­ga­no per cer­ca­re di mi­glio­ra­re il più pos­si­bi­le la cit­tà e del fatto che il tu­ri­smo sia au­men­ta­to. Tor­ne­rò si­cu­ra­men­te a Na­po­li, tor­ne­rò al­me­no una vol­ta al me­se, per­ché non pos­so sta­re più sen­za ma­re e sen­za il so­le di “Na­pu­le”. Il po­st che ho scrit­to su Fa­ce­book — ha spie­ga­to la ra­gaz­za

Pa­laz­zo San Giacomo

Il sin­da­co De Ma­gi­stris in mu­ni­ci­pio a Na­po­li con la tre­vi­gia­na Va­le­ria Ge­no­va — de­ri­va dal­la mia pas­sio­ne per la scrit­tu­ra. Co­me per ogni par­ten­za ho vo­lu­to scri­ve­re un mes­sag­gio de­di­ca­to alla cit­tà e que­sta vol­ta mi è ve­nu­to par­ti­co­lar­men­te ispi­ra­to, per­ché i due an­ni tra­scor­si a Na­po­li so­no sta­ti me­ra­vi­glio­si per me. Un po­st scrit­to an­che per i miei ami­ci del Nord, per­ché si ri­cre­da­no sul­la cit­tà del so­le, e per i miei ami­ci di Na­po­li, per rin­gra­ziar­li».

Tra le mi­glia­ia di rin­gra­zia­men­ti che Va­le­ria ha ri­ce­vu­to sui So­cial c’è quel­lo del por­tie­re del Cal­cio Na­po­li, Pe­pe Rei­na. «Non ti co­no­sco — le ha scrit­to il nu­me­ro 1 spa­gno­lo — ma me­glio di co­sì non po­te­vi de­scri­ve­re quel­lo che sen­te la gen­te che ac­cet­ta e si go­de Na­po­li com’è» . E co­sì Va­le­ria è di­ven­ta­ta, di fatto, l’am­ba­scia­tri­ce di Na­po­li nel Nord Ita­lia. «Por­te­rò con me tan­tis­si­mi ri­cor­di — ha as­si­cu­ra­to lei — dal­le vi­si­te cul­tu­ra­li ai gi­ri per i vi­co­li del­la cit­tà, pas­san­do per il ca­lo­re del­la gen­te. Quel­lo che non di­men­ti­che­rò mai è la so­la­ri­tà del po­po­lo na­po­le­ta­no, la vo­glia di af­fron­ta­re la vi­ta no­no­stan­te tut­ti i pro­ble­mi e le sof­fe­ren­ze».

Va­le­ria è ve­ra­men­te en­tu­sia­sta del­la sua espe­rien­za tra Po­sil­li­po, il Ve­su­vio e il Tea­tro San Car­lo: «Cre­do che an­che i po­sti me­no bel­li di una cit­tà deb­ba­no es­se­re vi­sti per es­se­re poi rac­con­ta­ti. Nel po­st ho par­la­to de­gli aspet­ti più bel­li di que­sta cit­tà per­ché so­no quel­li che le per­so­ne de­vo­no co­no­sce­re per ve­ni­re a Na­po­li, sen­za pau­ra, e co­no­sce­re que­sta me­ra­vi­glio­sa real­tà. Poi è ov­vio che ci sia­no zo­ne più a ri­schio e quar­tie­ri più dif­fi­ci­li, ma que­sto ac­ca­de in tut­te le gran­di cit­tà». Un pen­sie­ro Va­le­ria lo de­di­ca ai suoi ami­ci ve­ne­ti: « I più stret­ti già non nu­tri­va­no tan­ti pre­giu­di­zi nei con­fron­ti del ca­po­luo­go cam­pa­no e gli al­tri, quel­li che lo bi­strat­ta­no, non si so­no fat­ti an­co­ra sen­ti­re. Non so se que­sto sia un se­gna­le op­pu­re no — di­chia­ra Va­le­ria sor­ri­den­do —. Ho let­to, in­ve­ce, qual­che com­men­to a de­gli ar­ti­co­li usci­ti dal­le mie par­ti in cui qual­cu­no mi in­vi­ta­va a re­sta­re al Sud, sen­za far ri­tor­no in Ve­ne­to. So­no reazioni che mi aspet­ta­vo, ma per me non è un’of­fe­sa. An­zi, re­sta­re qui a Na­po­li per me sa­reb­be so­lo un enor­me pia­ce­re».

Il 16 set­tem­bre ci tor­ne­rà cer­ta­men­te, per an­da­re a ve­de­re la par­ti­ta Na­po­li-Be­ne­ven­to, in­vi­ta­ta dai ti­fo­si. «Vor­rei an­da­re in cur­va B, ve­dia­mo».

Gian­car­lo Gen­ti­li­ni So­no pron­to a in­con­tra­re, ad ab­brac­cia­re Va­le­ria e a dir­le: sei una mia fan. Ma mi ha chia­ma­to in cau­sa a spro­po­si­to, io amo la gen­te del Sud

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.