Ben­zi­na­io vin­ce con­tro la com­pa­gnia per il giu­sto prez­zo

Clau­dio Lu­cac­ci: “I for­ti ri­bas­si del self li pa­ga­no gli al­tri” Al via nel suo im­pian­to un’uni­ca ta­rif­fa e il ser­vi­to è per tut­ti

Corriere dell Umbria - - Perugia - Di Marina Ro­sa­ti

▶ PE­RU­GIA - Qua­si qua­rant’an­ni di ser­vi­zio, sem­pre con il sor­ri­so sul vol­to per­ché sta­re a con­tat­to con la gen­te è la ve­ra gra­ti­fi­ca­zio­ne del suo la­vo­ro. Quel­lo di ben­zi­na­io, per Clau­dio Lu­cac­ci, è una mis­sio­ne tan­to che, do­po due an­ni di trat­ta­ti­ve con la com­pa­gnia pe­tro­li­fe­ra for­ni­tri­ce del car­bu­ran­te è riu­sci­to a vin­ce­re una bat­ta­glia per­so­na­le per l’ap­pli­ca­zio­ne del­lo stes­so prez­zo per ser­vi­to e self ser­vi­ce nel di­stri­bu­to­re che ge­sti­sce a Pi­la. “In pra­ti­ca dal­la pros­si­ma set­ti­ma­na - spie­ga Lu­cac­ci - avre­mo lo stes­so co­sto scon­ta­to sia al­le pom­pe dell’iso­la self sia a quel­le del ser­vi­to. Nel­lo spe­ci­fi­co - spie­ga me­glio - ser­vi­re­mo tut­ti al­lo stes­so prez­zo e la­sce­re­mo l’iso­la so­lo per i gior­ni fe­sti­vi, la se­ra o la not­te. E co­mun­que chi si po­si­zio­ne­rà al­le pom­pe self sa­rà ser­vi­to con l’uni­co prez­zo in vi­go­re nel mio im­pian­to. Ma la no­stra gran­de for­za - sot­to­li­nea an­co­ra - è sta­ta sem­pre il ser­vi­zio ed è su quel­lo che vo­glia- mo con­ti­nua­re a pun­ta­re”. L’80% per cen­to dei clien­ti del di­stri­bu­to­re di Lu­cac­ci è in­fat­ti ca­rat­te­riz­za­to da pe­ru­gi­ni che pre­fe­ri­sco­no es­se­re ser­vi­ti no­no­stan­te i prez­zi dif­fe­ren­ti. Prez­zi che lo stes­so ben­zi­na­io ri­tie­ne non con­grui. “Ho lot­ta­to cir­ca due an­ni con la mia com­pa­gnia at­tra­ver­so un con­fron­to ser­ra­to con gli ispet­to­ri per eli­mi­na­re la dif­fe­ren­za che l’au­to­mo­bi­li­sta leg­ge tra ser­vi­to e self: se lei pen­sa che que­st’ul­ti­mo ri­spet­to al primo ha uno scon­to di 20-25 cen­te­si­mi al li­tro si ren­de con­to dell’im­pat­to che può ave­re sul clien­te che pen­sa che per ogni li­tro noi ci gua­da­gna­mo 400 del­le vec­chie li­re. L’uten­te fa­cen­do que­sto con­fron­to può pen­sa­re che non sia­mo one­sti. Per que­sto ho av­via­to una bat­ta­glia per tor­na­re, e fi­nal­men­te dal 1˚ apri­le po­trà far­lo, ad ave­re lo stes­so prez­zo tra l’iso­la self e il ser­vi­to, con­si­de­ran­do che tut­ti ver­ran­no se­gui­ti”. In pra­ti­ca il mag­gio­re scon­to ap­pli­ca­to al fai da te le com­pa­gnie pe­tro­li­fe­re lo ri­ca­ri­ca­no sul ser­vi­to. “Que­sta dif­fe­ren­za - evi­den­za il ben­zi­na­io di Pi­la - de­ve spa­ri­re. Qual­sia­si so­cie­tà che ha mes­so lo scon­to al self poi te lo fa pa­ga­re sul ser­vi­to. Il mag­gior prez­zo non ce lo pren­dia­mo noi ope­ra­to­ri ma la stes­sa com­pa­gnia”. Sul co­sto di un li­tro di ben­zi­na, quel­lo che in­ci­de in mo­do pe­san­tis­si­mo so­no le tas­se, le ac­ci­se pe­sa­no per cir­ca 2/3 e ad es­se va ag­giun­ta l’Iva. I mar­gi­ni per i ge­sto­ri so­no dun­que mol­to ri­dot­ti. No­no­stan­te que­sti mar­gi­ni di gua­da­gno bas­si Lu­cac­ci si è bat­tu­to per l’al­li­nea­men­to dei co­sti tra self e ser­vi­to. “Da noi quin­di dal 1˚ apri­le sa­rà tut­to ser­vi­to al­lo stes­so prez­zo che non sa­rà ribassato al mas­si­mo co­me for­se si po­trà tro­va­re in qual­che pom­pa self ma co­mun­que sa­rà giu­sto e ade­gua­to al ser­vi­zio che si of- fre”. Tan­to più che del ser­vi­zio, del rap­por­to uma­no con gli uten­ti, Clau­dio ne ha fat­to una mis­sion. “Ab­bia­mo clien­ti sto­ri­ci che ven­go­no qui da una vi­ta - ag­giun­ge an­co­ra - a cui con­trol­lia­mo l’au­to, pu­lia­mo il ve­tro, gon­fia­mo i pneu­ma­ti­ci”. In­som­ma una serie di ser­vi­zi che han­no ga­ran­ti­to ne­gli an­ni una con­ti­nui­tà la­vo­ra­ti­va an­che a fron­te di una au­men­ta­ta con­cor­ren­za sia nel nu­me­ro de­gli im­pian­ti che nei prez­zi ap­pli­ca­ti. In Um­bria si con­ta­no ad og­gi cir­ca 400 im­pian­ti, di cui il 70% nel­la pro­vin­cia di Pe­ru­gia e la re­stan­te par­te nel Ter­na­no a fron­te del- le 21mi­la pom­pe di­stri­bui­te su tut­to il ter­ri­to­rio. L’Um­bria si ca­rat­te­riz­za in par­ti­co­la­re per una for­te pre­sen­za di “pom­pe bian­che”, cioè sen­za mar­chio, che so­no il dop­pio ri­spet­to al­la me­dia ita­lia­na. In un mo­men­to in cui que­sto me­stie­re sem­bra es­se­re in via d’estin­zio­ne a cau­sa dell’in­no­va­zio­ne tec­no­lo­gi­ca che pun­ta sul­le au­to ad idro­ge­no ed elet­tri­che e del ca­ro­vi­ta che spin­ge gli um­bri a ri­spar­mia­re uti­liz­zan­do il self, Lu­cac­ci va avan­ti e rilancia. “Per­so­nal­men­te ri­ten­go che que­sta pro­fes­sio­ne sia de­sti­na­ta a ri­ma­ne­re per­ché la gen­te ha sem­pre più bi­so­gno del con­tat­to uma­no e noi con il no­stro ser­vi­zio e il no­stro rap­por­to lo ga­ran­tia­mo”. L'evoluzione de­gli im­pian­ti va dun­que in que­ste due di­re­zio­ni: da una par­te il self, dall’al­tro il seg­men­to - a cui ap­par­tie­ne Lu­cac­ci - che fa le­va sul ser­vi­zio. In que­sto seg­men­to ov­via­men­te la fi­gu­ra del ge­sto­re è cen­tra­le, e si sta sem­pre più orien­tan­do ad ac­cre­sce­re l'of­fer­ta di ser­vi­zi per au­to e au­to­mo­bi­li­sta. ◀

Il di­stri­bu­to­re si tro­va a Pi­la e rien­tra nei cir­ca 400 pre­sen­ti in re­gio­ne do­ve c’è sta­to un boom di pom­pe bian­che

Ser­vi­zio ga­ran­ti­to a tut­ti Clau­dio Lu­cac­ci, in­sie­me al suo di­pen­den­te, nell’im­pian­to che ge­sti­sce a Pi­la (Fo­to Bel­fio­re)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.