LA­VO­RA­RE, MA NON TROP­PO

Corriere della Sera - Io Donna - - Il Ciclo Dell’integrazione - Ma­ri­na Ter­ra­gni Ma­schi­le/ Fem­mi­ni­le blog.io­don­na.it/ma­ri­na-ter­ra­gni

ra­gaz­zi che han­no la for­tu­na di aver co­min­cia­to a la­vo­ra­re di­co­no tut­ti che pe­rò co­sì è be­stia­le, un mas­sa­cro, e la vi­ta che fne fa? Fi­gli di ma­dri e pa­dri stra­vol­ti da­gli straor­di­na­ri, mai un mi­nu­to per gio­ca­re spen­sie­ra­ta­men­te con lo­ro (“quel­lo che con­ta è la qua­li­tà del tem­po non la quan­ti­tà”: sì, ciao), i gio­va­ni non so­no wor­ka

ho­lic, vo­glio­no vi­ve­re, pun­ta­no sul­le re­la­zio­ni amo­ro­se e ami­ca­li e non in­ten­do­no con­su­ma­re la vi­ta die­tro a una scri­va­nia com’è ca­pi­ta­to ai lo­ro vec­chi. Tan­to più che da na­ti­vi di­gi­ta­li so­no con­sa­pe­vo­li del­le pos­si­bi­li­tà of­fer­te dal­le nuo­ve tec­no­lo­gie - ora­ri fes­si­bi­li, po­sta­zio­ni in re­mo­to etc - e vi­vo­no la de­ten­zio­ne dei cor­pi in un uf­f­cio co­me una spe­cie di tor­tu­ra me­die­va­le inu­ti­le, im­pro­dut­ti­va e as­sur­da­men­te di­spen­dio­sa. Per far­la bre­ve i gio­va­ni, ma­schi e fem­mi­ne, si so­no fem­mi­ni­liz­za­ti e non af­f­da­no più in mo­do esclu­si­vo la def­ni­zio­ne del­la pro­pria iden­ti­tà al la­vo­ro, cer­can­do al­tri ba­ri­cen­tri. Tor­na buo­no in que­sto qua­dro il vec­chio slo­gan “la­vo­ra­re me­no-la­vo­ra­re tut­ti” con tut­ti i suoi co­rol­la­ri: con­su­ma­re me­no-con­su­ma­re tut­ti, vi­ve­re di più e me­glio-vi­ve­re tut­ti, e co­sì via. An­che per­ché i ra­gaz­zi che han­no la for­tu­na di un la­vo­ro han­no ami­ci me­no for­tu­na­ti che tra­sci­na­no pe­no­sa­men­te le lo­ro gior­na­te da neet, e la con­trad­di­zio­ne è trop­po for­te. Le tec­no­lo­gie di­mi­nui­sco­no la ne­ces­si­tà di la­vo­ro uma­no, ren­den­do­lo più pro­dut­ti­vo. Ma an­zi­ché ri­dur­re le ore di la­vo­ro pro ca­pi­te, si è ri­te­nu­to di ri­dur­re il nu­me­ro dei la­vo­ra­to­ri, pro­du­cen­do di­se­gua­glian­ze e sof­fe­ren­ze. Se c’è una lot­ta che toc­ca al­la ge­ne­ra­zio­ne dei ven­ti-tren­ten­ni è que­sta.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.