PRI­MO GIOR­NO SUI BAN­CHI

Corriere della Sera - Io Donna - - Vivere Meglio - ca­mi­la raz­no­vi­ch

So­no ap­pe­na tor­na­ta a ca­sa, do­po aver la­scia­to Vio­la, la mia pri­mo­ge­ni­ta a scuo­la: il suo pri­mo gior­no del­le ele­men­ta­ri, il pri­mo di mol­ti che tra­scor­re­rà se­du­ta da­van­ti a un ban­co. Mi ren­do con­to di es­se­re più emo­zio­na­ta io di lei. For­se per­ché Vio­la non com­pren­de an­co­ra l’im­por­tan­za di que­sto ini­zio, per­ché que­sto mo­men­to mi ri­por­ta in­die­tro, per­ché in gior­ni co­sì ci si ren­de con­to di co­me cre­sca­no in fret­ta i fi­gli (quin­di di quan­to ve­lo­ce­men­te in­vec­chia­mo noi...). Av­ver­to più for­te che mai un sen­so di im­po­ten­za. Fin­ché so­no al­la ma­ter­na e pas­sa­no il tem­po gio­can­do, i bam­bi­ni non ven­go­no mes­si al­la pro­va. Ora, in­ve­ce, toc­ca pro­prio a Vio­la, a lei so­la. De­ve im­pa­ra­re a vi­ve­re sen­za pro­te­zio­ne, a ca­pi­re il si­gni­fi­ca­to del­la pa­ro­la re­spon­sa­bi­li­tà! Tut­to que­sto, mi ren­do con­to, è del tut­to na­tu­ra­le, pe­rò... Mi sor­pren­de sco­prir­mi co­sì pre­oc­cu­pa­ta per la mia bam­bi­na! Io, la mam­ma po­li­ti­ca­men­te scor­ret­ta, la mam­ma im­per­fet­ta, io che le ho sem­pre in­se­gna­to a ca­var­se­la da so­la, a non es­se­re mam­mo­na e ca­pric­cio­sa... Eb­be­ne, io og­gi da­rei un brac­cio per es­se­re se­du­ta al suo fian­co in quel ban­co, per ras­si­cu­rar­la, per di­fen­der­la, per dir­le che ci so­no e che an­drà tut­to be­ne.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.