LE SCEL­TE DI UN SE­NA­TO­RE

Corriere della Sera - Io Donna - - Successo Di Stile - Blog.io­don­na.it/fa­bri­zio- ron­co­ne

Il se­na­to­re Vin­cen­zo D’An­na, 64 an­ni, da San­ta Ma­ria a Vi­co, Ca­ser­ta, e per i cro­ni­sti par­la­men­ta­ri fon­te ine­sau­ri­bi­le di no­ti­zie e re­tro­sce­na: fur­bis­si­mo, per­f­do, ex de­mo­cri­stia­no, poi ber­lu­sco­nia­no di fer­ro, è sta­to tra i pri­mi a mol­la­re il Ca­va­lie­re al suo de­sti­no; ora è con De­nis Ver­di­ni e le sue trup­pe pron­te a muo­ve­re, se ser­ve, in soc­cor­so di Ren­zi e del Pd. Ma dav­ve­ro vi con­ti­nua a sem­bra­re co­sì stra­na que­sta no­stra scel­ta po­li­ti­ca?

Più che stra­na, se­na­to­re, in­quie­tan­te...

Be’, al­lo­ra le spie­go le ra­gio­ni per cui ab­bia­mo la­scia­to in mas­sa Ber­lu­sco­ni...

Con­ti­nui.

Eh... Man­nag­gia... Il fat­to è che quel­lo... Eh... Quel­lo sta gra­ve­men­te ma­la­to...

Ma no?

Eh... E sa co­me si chia­ma la ma­lat­tia di Ber­lu­sco­ni? Al­ba­gia ga­lop­pan­te.

Al­ba­gia: bo­ria, va­ni­tà pom­po­sa.

Esat­to: quell’uo­mo non rie­sce ad ac­cet­ta­re l’idea che il suo tem­po è con­clu­so. Che ser­vi­reb­be un’al­tra lea­der­ship. Nien­te: non si ras­se­gna. E guar­di che era mal­mo­sto­so pu­re quan­do, gra­zie al pat­to del Na­za­re­no, Ver­di­ni era riu­sci­to a ri­met­ter­lo sul­la sce­na po­li­ti­ca...

Ab­bia­mo sem­pre det­to che...

Guar­di, a me di quel­lo che è sem­pre sta­to det­to, non im­por­ta nul­la. Io vo­glio con­ti­nua­re a vi­ve­re po­li­ti­ca­men­te. Per­ciò, quan­do ab­bia­mo ca­pi­to che sta­va­no tra­sfor­man­do Pa­laz­zo Gra­zio­li nel bun­ker di Ber­li­no, ab­bia­mo fat­to le va­li­ge.

Tra­di­to­ri.

No... Uo­mi­ni che, per il be­ne del Pae­se, vo­glio­no fa­re le ri­for­me... E quel­le si pos­so­no fa­re con Ren­zi, mi­ca con Ber­lu­sco­ni...

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.