Bian­co d’in­ver­no

Corriere della Sera - Io Donna - - Storie Di Moda - La lun­ga stra­da di sab­bia Dol­ce Vi­ta

Il bian­co e le nuan­ce che de­ri­va­no dal bian­co: il non-co­lo­re per ec­cel­len­za e le de­cli­na­zio­ni che dall’as­so­lu­ta pu­rez­za si “spor­ca­no” di sab­bia e di caf­fe­lat­te. Il fred­do can­do­re, che è il sim­bo­lo più di­chia­ra­to dell’ab­bi­glia­men­to esti­vo, in mol­te col­le­zio­ni di que­sto au­tun­no/in­ver­no è un pun­to di par­ten­za, una ba­se dal­la qua­le i de­si­gner svi­lup­pa­no un’al­ter­na­ti­va di men­swear che il­lu­mi­na il gri­gio­re del­le gior­na­te più buie. Il bian­co, i bei­ge, i sab­bia ri­man­da­no d’istin­to a tes­su­ti co­me il li­no e il co­to­ne; al­le at­mo­sfe­re del­la o dei rac­con­ti de di Pier Pao­lo Pa­so­li­ni, quan­do nell’esta­te del 1959 da Ventimiglia ar­ri­vò fno a Trie­ste per­cor­ren­do con la sua Fiat 1100 tut­ta la co­sta ita­lia­na. Fi­no agli an­ni Ot­tan­ta, chi ve­sti­va di bian­co in in­ver­no era con­si­de­ra­to un ec­cen­tri­co (o una per­so­na di dub­bio gu­sto), tan­to più che di bian­co, in in­ver­no, tro­va­vi giu­sto i jeans e qual­che ma­glio­ne. For­se una sciar­pa. Og­gi, pur­ché non sia un to­tal-whi­te, in fat­to di stof­fe non c’è pro­ble­ma: c’è la la­na, c’è il cam­mel­lo e c’è un’inf­ni­ta va­rie­tà di mi­schie di cash­me­re. Ba­sta cre­der­ci sul se­rio e sce­glie­re gli ab­bi­na­men­ti giu­sti. Lo scrit­to­re e re­gi­sta Pier Pao­lo Pa­so­li­ni

nel 1963 nel­la sua abi­ta­zio­ne a Ro­ma.

1

4

2

3

5

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.