Ci­ne­ma

Corriere della Sera - Io Donna - - Cinema - Di Pao­lo Me­re­ghet­ti

fan­ta­scien­za In un mon­do da cui i sen­ti­men­ti so­no ban­di­ti, gli uma­ni stan­no in­sie­me per aff­ni­tà: di ca­rat­te­re, di gu­sto, di hob­by, an­che di di­fet­to fsi­co. E chi è ri­ma­sto so­lo ha 45 gior­ni da pas­sa­re in un al­ber­go-ca­ser­ma per tro­va­re la pos­si­bi­le ani­ma ge­mel­la, al­tri­men­ti sa­rà tra­sfor­ma­to in un ani­ma­le (l’ara­go­sta del ti­to­lo è quel­lo che vor­reb­be di­ven­ta­re il pro­ta­go­ni­sta). Se il mon­do che Lan­thi­mos e il suo co­sce­neg­gia­to­re Ef­thy­mis Fi­lip­pou si im­ma­gi­na­no non sem­bra ave­re un qual­che ri­scon­tro rea­le (per­ché do­vrem­mo an­da­re ver­so que­sto fu­tu­ro?), ugual­men­te il flm tra­smet­te un’au­ten­ti­ca an­go­scia per la ras­se­gna­zio­ne che gli ospi­ti dell’al­ber­go di­mo­stra­no, per le re­go­le enig­ma­ti­che cui de­vo­no sot­to­sta­re, per le ra­gio­ni mai spie­ga­te di un ta­le sta­to di co­se. Il ri­sul­ta­to è un flm clau­stro­fo­bi­co e di­spe­ra­to, rac­con­ta­to con una mes­sa in sce­na spo­glia e geo­me­tri­ca. Che ri­schia, pe­rò, di sflac­ciar­si nel­la se­con­da par­te, quan­do entra in sce­na un grup­po di ri­bel­li in fu­ga fno al mo­men­to fna­le, quan­do la forza dei sen­ti­men­ti spin­ge il pro­ta­go­ni­sta a un atto estre­mo di amo­re-mor­te. Can­cel­lan­do co­sì ogni spe­ran­za sul fu­tu­ro dell’uma­ni­tà.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.