UN PRE­MIER NON È UN UL­TRAS

Corriere della Sera - Io Donna - - Star Minimaliste - blog.io­don­na.it/clau­dio-sa­bel­li-fio­ret­ti

io cre­do che il pri­mo com­pi­to di un po­li­ti­co sia quel­lo di fa­re. E il se­con­do sia quel­lo di di­mo­stra­re che ha fat­to, che sta fa­cen­do e che fa­rà. Ve­der­lo men­tre ozia, men­tre si di­ver­te, men­tre gio­ca, men­tre si oc­cu­pa di sce­ma­te non è un gran bel­ve­de­re. In­ten­dia­mo­ci, sia­mo a ri­schio di po­pu­li­smo. Il po­li­ti­co è un uo­mo come un al­tro, con le sue ma­nie e con i suoi de­si­de­ri. A es­se­re trop­po se­ve­ri si ar­ri­va al­la fol­lia di Mus­so­li­ni che la­scia­va sem­pre la lu­ce ac­ce­sa nel suo uf­fi­cio di piaz­za Ve­ne­zia in ma­nie­ra che il popolo po­tes­se pen­sa­re: “Il Du­ce la­vo­ra an­che di not­te”. Pe­rò ci so­no del­le esa­ge­ra­zio­ni, dei mo­men­ti in cui pen­si: “Ma per­ché non si oc­cu­pa­no di co­se se­rie e so­prat­tut­to, per­ché non di­mo­stra­no un po’ di ob­biet­ti­vi­tà?”. Sto par­lan­do del­la mini ris­sa ver­ba­le e ma­te­ria­le fra i due cam­pio­ni mo­to­ci­cli­sti l’ita­lia­no Va­len­ti­no Ros­si e lo spa­gno­lo Marc Mar­quez. È fi­ni­ta con Mar­quez per ter­ra e con Ros­si pu­ni­to. E con mezzo mon­do a di­re chi ha ra­gio­ne e chi ha tor­to. E fin qui tut­to nor­ma­le. Quel­lo che non è nor­ma­le è che il pre­si­den­te del con­si­glio ita­lia­no Mat­teo Ren­zi, in vi­si­ta uf­fi­cia­le in Pe­rù, tro­vi il tem­po da Li­ma di te­le­fo­na­re a Va­len­ti­no come ha scrit­to in un lan­cio l’An­sa per ma­ni­fe­star­gli il pro­prio so­ste­gno. E che il pri­mo mi­ni­stro spa­gno­lo, Ma­ria­no Ra­joy, tro­vi il tem­po per scri­ve­re in un twit­ter: “Nue­stro apoyo a Mar­quez”. L’apoyo di Ra­joy do­vreb­be es­se­re al popolo spa­gno­lo e le te­le­fo­na­te di Ren­zi agli eso­da­ti. Due pre­mier non deb­bo­no com­por­tar­si come de­gli ul­tras.

Clau­dio Sa­bel­li Fio­ret­ti Sen­za ver­go­gna

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.