LA CIT­TÀ DELL’IN­FAN­ZIA

Corriere della Sera - Io Donna - - Vivere Meglio - ca­mi­la raz­no­vi­ch ni­gnas

Che co­sa puoi fa­re quan­do la tua bam­bi­na più gran­de, di sei an­ni, ti mar­tel­la per­ché vuo­le tor­na­re nel­la sua cit­tà? Ci sia­mo tra­sfe­ri­te a Ro­ma da un an­no, pen­sa­vo che il pe­rio­do to­sto sa­reb­be sta­to l’ini­zio: scuo­la nuo­va, ca­sa nuo­va, ami­ci nuo­vi... Mi ero pre­pa­ra­ta al peg­gio, le pri­me set­ti­ma­ne mi so­no in­ven­ta­ta di tut­to per con­vin­ce­re Vio­la e So­le che, in fon­do, non cam­bia­va nul­la (o qua­si). Mi sem­bra­va fi­las­se or­mai tut­to li­scio. E in­ve­ce i pro­ble­mi so­no ini­zia­ti pro­prio ades­so. Po­chi gior­ni fa, era­va­mo so­le in mac­chi­na e Vio­la è esplo­sa (che te­ne­rez­za mi ha fat­to!): «Mam­ma, te lo di­co ades­so per­ché non c’è So­le che al­tri­men­ti si in­tri­sti­sce: io non vo­glio più sta­re a Ro­ma, vo­glio tor­na­re a Mi­la­no dal­la non­na e dal­le (le sue cu­gi­net­te). Se tu de­vi la­vo­ra­re, stai a Ro­ma, ma io non de­vo sta­re qui, io pos­so sta­re a Mi­la­no e poi tu vie­ni a tro­var­ci quan­do hai fi­ni­to». Ho do­vu­to in­go­ia­re il ma­go­ne, ma come pos­so dar­le tor­to? So come ci si sen­te a es­se­re sra­di­ca­ti dal­la pro­pria real­tà, è la mia sto­ria e la sto pas­san­do al­le mie fi­glie. Ma que­sta è la vi­ta, si cam­bia cit­tà o Pae­se per se­gui­re il la­vo­ro. E, non si di­scu­te, le bam­bi­ne stan­no dove sto io! Ma è giu­sto im­por­re que­sta scel­ta ai fi­gli?

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.