Trum­bo

Corriere della Sera - Io Donna - - Adolescenti Full Time - (ri­de)

tol­le­ran­te. La real­tà di Trum­bo è scioc­can­te, or­ren­da!

Gio­va­ne e fa­mo­sa, sa ge­sti­re fa­mi­glia, la­vo­ro e so­cial me­dia. Co­me fa?

Per noi che vi­via­mo in que­st’era è dif­fi­ci­le sfug­gi­re al­le ma­glie dei so­cial me­dia: tut­ti i miei ami­ci so­no su In­sta­gram, ma il mio è pri­va­to, co­sì non de­vo pre­oc­cu­par­mi di ave­re la fo­to per­fet­ta. Non ho mi­lio­ni di fol­lo­wer…

È an­co­ra mol­to gio­va­ne.

Non ve­do l’ora di com­pie­re 18 an­ni! Vi­vo sem­pre con mam­ma e pa­pà, ma que­st’an­no mi di­plo­me­rò e ini­zie­rò una fa­se nuo­va del­la mia vi­ta. Ri­cor­do che il di­plo­ma di mia so­rel­la Da­ko­ta fu un even­to spe­cia­le: ades­so lei vi­ve a New York e ha una ca­sa sua… an­ch’io ne avrò una pre­sto. Dai suoi de­ve ri­spet­ta­re re­go­le pre­ci­se e tor­na­re a un’ora pre­sta­bi­li­ta?

Sì, pe­rò cer­co di ve­ni­re a pat­ti coi miei ge­ni­to­ri. De­vo te­ne­re in or­di­ne la mia ca­me­ra, mi sto pre­pa­ran­do a vi­ve­re da so­la. So che chia­me­rò mam­ma tut­ti i mi­nu­ti e pu­re mia so­rel­la, ma so­no co­sì ec­ci­ta­ta all’idea!

In­ten­de an­da­re su­bi­to al col­le­ge?

No, ho mol­ti im­pe­gni di la­vo­ro. Mi pren­de­rò un an­no e sta­rò a ve­de­re co­sa suc­ce­de.

Co­sa la in­te­res­sa, re­ci­ta­zio­ne a par­te?

La fo­to­gra­fia. Mi ca­pi­ta spes­so di po­sa­re e mi pia­ce­reb­be un gior­no pas­sa­re dal­la par­te op­po­sta: la­vo­ra­re per un fo­to­gra­fo, oc­cu­par­mi del­le lu­ci... I suoi com­pa­gni di scuo­la co­sa di­co­no del­la sua vi­ta pie­na di gla­mour? Non san­no be­ne co­sa fac­cio. Se di­co che ho un in­con­tro con la stam­pa, de­vo spie­ga­re lo­ro co­sa vuol di­re, che mi sie­do qui, a par­la­re con lei… In Trum­bo è una gio­va­ne de­gli an­ni ’50 che si bat­te per i di­rit­ti de­gli afroa­me­ri­ca­ni; re­cen­te­men­te in About Ray ha in­ter­pre­ta­to un ra­gaz­zo tran­sgen­der. Cre­de che i tee­na­ger di og­gi sia­no più aper­ti per quel­lo che ri­guar­da dif­fe­ren­ze raz­zia­li e ses­sua­li? As­so­lu­ta­men­te. Nel­la mia scuo­la, in par­ti­co­la­re, ab­bia­mo un Club LGBT (le­sbian gay bi­se­xual and tran­sgen­der,

e un’unio­ne gay/ete­ro. Ho mol­ti ami­ci tran­sgen­der e so­no con­vin­ta che la no­stra ge­ne­ra­zio­ne sia più tol­le­ran­te con le per­so­ne che un tem­po ve­ni­va­no bol­la­te co­me di­ver­se. Che pro­gram­mi ha per Na­ta­le? Co­me sem­pre, tut­ti insieme in fa­mi­glia. Avre­mo un gran­de al­be­ro, e - sic­co­me ve­nia­mo dal Sud, dal­la Geor­gia - il ci­bo sa­rà im­por­tan­te: co­min­ce­re­mo con un break­fa­st stu­pen­do con i panini al­la can­nel­la. Aiu­te­rò la non­na a cu­ci­na­re. Pia­no pia­no sto im­pa­ran­do, ma de­vo sta­re at­ten­ta: lei ha le sue ri­cet­te e guai a chi glie­le toc­ca.

Non le sem­bra di la­vo­ra­re trop­po?

Sì, ma mi an­no­io fa­cil­men­te se non so­no im­pe­gna­ta.

Le dà an­sia non sa­pe­re qua­le sa­rà il suo pros­si­mo film?

Non pen­so trop­po al fu­tu­ro, le co­se de­vo­no an­da­re per il lo­ro ver­so. Amo vi­ve­re al mo­men­to, e la­sciar­mi sor­pren­de­re.

Se ha una gior­na­ta no, a chi chie­de aiu­to?

In ge­ne­re ten­go tut­to per me, la­scio che le ac­que si cal­mi­no. Cer­co di ana­liz­za­re le ra­gio­ni e tro­va­re da so­la una pos­si­bi­le via d’usci­ta.

El­le Fan­ning con Bryan Cran­ston in (nei no­stri ci­ne­ma dal 4 feb­bra­io). Nel ca­st an­che Dia­ne La­ne ed He­len Mirren.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.