IN MOR­TE DI VA­LE­RIA

Corriere della Sera - Io Donna - - Ritorno Alla Terra/2 - Acaz­zul­lo@rcs.it blog.io­don­na.it/al­do-caz­zul­lo

quan­do a pa­ri­gi ten­ta­vo co­me mol­ti col­le­ghi di ri­co­strui­re le sto­rie del­le vit­ti­me, e gli ami­ci al te­le­fo­no mi han­no det­to che for­se tra lo­ro c’era an­che una ra­gaz­za ita­lia­na, la mia rea­zio­ne è sta­ta un po’ in­fa­sti­di­ta: il so­li­to pro­vin­cia­li­smo, su 130 mor­ti in un wee­kend a Pa­ri­gi è un mi­ra­co­lo che ci sia un ita­lia­no so­lo. Quan­to mi sba­glia­vo. La sto­ria di Va­le­ria So­le­sin è di­ven­ta­ta im­por­tan­te per la sen­si­bi­li­tà dei let­to­ri. E la sua fi­gu­ra è de­sti­na­ta a re­sta­re. Non ri­spon­do nep­pu­re al­la vol­ga­ri­tà di chi obiet­ta: «Di­co­no che era una ra­gaz­za me­ra­vi­glio­sa, ma se fos­se sta­ta una stron­za?». Mi in­te­res­sa di più l’obie­zio­ne di chi di­ce: «Non fac­cia­mo­ne un’eroi­na, né un sim­bo­lo; era sem­pli­ce­men­te una ra­gaz­za che si è tro­va­ta nel po­sto sba­glia­to». Giu­sto. Non amo la pa­ro­la eroe, o eroi­na. Non si ad­di­ce nep­pu­re al­le don­ne del­la Re­si­sten­za: non era­no vo­ta­te al mar­ti­rio, sa­reb­be­ro ri­ma­ste vo­len­tie­ri in pa­ce a ca­sa lo­ro; pe­rò fe­ce­ro la scel­ta più dif­fi­ci­le, pa­gan­do con la vi­ta. A Va­le­ria la scel­ta non è sta­ta da­ta. Era in ef­fet­ti una ra­gaz­za che si è tro­va­ta nel po­sto sba­glia­to. E non in­ten­de­va cer­to di­ven­ta­re sim­bo­lo di al­cun­ché. Que­sto non im­pe­di­sce pe­rò che in qual­che mo­do lo sia di­ven­ta­ta. Sim­bo­lo di una ge­ne­ra­zio­ne con cui l’Ita­lia chiusa e bloc­ca­ta di que­sti an­ni è sta­ta mol­to ava­ra. Ma an­che di una ge­ne­ra­zio­ne aper­ta sul mon­do, cu­rio­sa, pie­na di ener­gia. Una ge­ne­ra­zio­ne che non è più la mia e non è an­co­ra quel­la dei miei fi­gli, ma con la qua­le in quan­to ita­lia­ni sia­mo tut­ti in de­bi­to. Il pa­dre al fu­ne­ra­le ha ri­vol­to un pen­sie­ro “al­le tan­te Va­le­ria e ai tan­ti An­drea”, il fi­dan­za­to, “che con­ti­nua­no a stu­dia­re, a la­vo­ra­re, a cam­bia­re le co­se”. Non c’è al­tro da ag­giun­ge­re.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.