IL COP- 21 DI RA­CHEL

Corriere della Sera - Io Donna - - Ragazzi (S) Connessi - Fran­co Ven­tu­ri­ni Est/Ove­st blog.io­don­na.it/fran­co- ven­tu­ri­ni

nes­su­no du­bi­ta che quel­lo del COP21 a Pa­ri­gi sia sta­to un gran­de suc­ces­so di­plo­ma­ti­co, mol­ti du­bi­ta­no che la sua con­cre­ta ap­pli­ca­zio­ne nel tem­po ri­sul­ti al­tret­tan­to trion­fa­le, ma nel frat­tem­po una don­na qua­si sco­no­sciu­ta ha lan­cia­to e ha già vin­to la sua per­so­na­le sfi­da con­tro l’in­qui­na­men­to che mi­nac­cia il pia­ne­ta. Si chia­ma Ra­chel No­tley, nel mag­gio scor­so è sta­ta elet­ta pri­mo mi­ni­stro del­lo sta­to ca­na­de­se dell’Al­ber­ta e da al­lo­ra, pas­so do­po pas­so, ha pre­pa­ra­to la sua ri­vo­lu­zio­ne si­len­zio­sa. L’Al­ber­ta è lo sta­to più in­qui­nan­te del Ca­na­da, car­bo­ne e pe­tro­lio “pe­san­te” ri­va­leg­gia­no da sem­pre in una ga­ra ver­so il sui­ci­dio. Gio­va­ne, bion­da, di cen­tro­si­ni­stra do­po un lun­go re­gno con­ser­va­to­re, Ra­chel ha det­to ba­sta. La cre­sci­ta dei gas ser­ra fa­rà die­tro­front già nel 2020. Il ri­scal­da­men­to di­ven­te­rà in­fe­rio­re ai due gran­di. Il 55 per cen­to del­la pro­du­zio­ne di car­bo­ne spa­ri­rà en­tro il 2030 a be­ne­fi­cio dell’ener­gia eo­li­ca, con la chiu­su­ra di do­di­ci cen­tra­li su di­ciot­to. Al­la stes­sa da­ta la pro­du­zio­ne “ver­de” di ener­gia co­pri­rà il 30 per cen­to del fab­bi­so­gno, con­tro il no­ve di og­gi. Le gran­di so­cie­tà pe­tro­li­fe­re han­no fir­ma­to im­pe­gni per ri­dur­re la pro­du­zio­ne di gas ser­ra, an­che se la lo­ro re­si­sten­za è sta­ta ac­ca­ni­ta. E non stu­pi­sce che Ra­chel ab­bia avu­to al COP-21 una accoglienza spe­cia­le. Lei e quel­li co­me lei, a ben ve­de­re, so­no la spe­ran­za del gran­de ac­cor­do di Pa­ri­gi. Per­ché sen­za vo­lon­tà po­li­ti­ca lo­ca­le e sen­za en­tu­sia­smo tra cin­que an­ni, al­la ve­ri­fi­ca, si ri­schia di ri­co­min­cia­re.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.