LE PA­RO­LE DEL­LA GUER­RA

Corriere della Sera - Io Donna - - Vivere Meglio -

E an­che que­st’an­no è an­da­ta! Sia­mo so­prav­vis­su­ti al Na­ta­le, al­le ce­ne, ai re­ga­li... Lo stress ha re­gna­to so­vra­no ma, per far fe­li­ci i bam­bi­ni, si ac­cet­ta que­sto e al­tro! Lo­ro, giu­sta­men­te igna­ri, aspet­ta­no in­tre­pi­di le ren­ne con l’at­te­so ca­ri­co. Po­co gli im­por­ta del “con­tor­no”, dell’or­ga­niz­za­zio­ne, de­gli spo­sta­men­ti, del ner­vo­si­smo. Del­la pau­ra. Sì, an­che del­la pau­ra per­ché l’ul­ti­mo Na­ta­le non è sta­to co­me gli al­tri. Sia­mo pra­ti­ca­men­te in guer­ra. Per la mia ge­ne­ra­zio­ne è una tri­ste no­vi­tà. Pri­ma non sen­ti­va­mo il pe­ri­co­lo co­sì vi­ci­no per i no­stri pic­co­li, pri­ma ci gi­ra­va­mo, sba­glian­do, dall’al­tra par­te. Ora non pos­sia­mo più far­lo. Il pe­ri­co­lo è al­le por­te, ma lo spet­ta­co­lo de­ve... con­ti­nua­re. E co­sì ab­bia­mo fe­steg­gia­to, con il do­lo­re nel cuo­re. Guar­dan­do le mie bam­bi­ne, mi chie­do fi­no a quan­do riu­sci­rò a te­ner­le all’oscu­ro di quel­lo che suc­ce­de nel mon­do. Per quan­to tem­po po­trò evi­ta­re che in­ter­cet­ti­no le im­ma­gi­ni stra­zian­ti dei pro­fu­ghi e del­le vit­ti­me in­no­cen­ti del­la guer­ra? E, quan­do suc­ce­de­rà, che pa­ro­le sa­prò usa­re? Aspet­to e in­tan­to spe­ro che qual­co­sa cam­bi, che si tro­vi una so­lu­zio­ne, che si smet­ta di mo­ri­re per le guer­re. Co­sì da non do­ve­re mai cer­ca­re la ri­spo­sta giu­sta.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.