IL MAS­SI­MO DEL SOGNABILE

Corriere della Sera - Io Donna - - Bellezze In Divisa - Re? le Ho­gan Sem­pre me­glio che la­vo­ra- Le col­li­ne han­no blog.io­don­na.it/ma­ria- lau­ra- ro­do­ta

a vol­te, con i fi­gli, si ha tor­to aven­do ra­gio­ne. « Sei ar­ri­va­ta con mezz’ora di ri­tar­do! Ave­vo det­to di sì per te! De­vi im­pa­ra­re a ri­spet­ta­re gli im­pe­gni e a es­se­re pun­tua­le, è es­sen­zia­le in qua­lun­que la­vo­ro tu fa­rai». «E al­lo­ra per­ché mi hai por­ta­to all’an­te­pri­ma di un film che s’in­ti­to­la

». Per de­pri­mer­mi, col sen­no di poi. Per­ché il film, che fa ri­de­re i ven­ti­tren­ten­ni e pian­ge­re i ge­ni­to­ri, par­la di tre ra­gaz­zi che (non) rea­gi­sco­no al­la de­so­la­zio­ne ita­lia­na im­pe­gnan­do­si a fa­re i nul­la­fa­cen­ti. Uno dei tre - i tre so­no The Pills, grup­po ro­ma­no ce­le­bre per we­bo­pe­re im­por­tan­ti co­me

- a un cer­to pun­to di­raz­za. Per col­pa di una ra­gaz­za. In quan­to fem­mi­na an­co­ra in­te­res­sa­ta all’em­por­went da im­pie­go re­tri­bui­to, lo con­vin­ce a la­vo­ra­re. I due, con mo­da­li­tà da tos­si­ci, si in­fi­la­no in un tun­nel di part-time, tra fa­st food, au­to­la­vag­gi, call cen­ter. La ra­gaz­za do­po un po’ va in cri­si, vuo­le sem­pre di più, ad­di­rit­tu­ra un lun­go ora­rio con ga­ran­zie e con­tri­bu­ti. Non suc­ce­de. E non suc­ce­de che The Pills e i lo­ro fans rie­sca­no a so­gna­re in gran­de, per la lo­ro ge­ne­ra­zio­ne non pa­re più pos­si­bi­le. Il mas­si­mo del sognabile è tro­va­re “la pro­pria ci­co­riet­ta”, de­cli­na­zio­ne di quel­la che fa­ce­va la mam­ma quan­do era­no pic­co­li, sim­bo­lo di un pic­co­lo, af­fet­tuo­so, pas­sa­to equi­li­brio. I ge­ni­to­ri, an­che nel film, in­si­sto­no a spe­ra­re di più ( buon com­plean­no, Zoe, buo­ni vent’an­ni dal­la tua mam­ma che da 11 ti sfrut­ta per que­sta ru­bri­ca, e in boc­ca al lu­po).

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.