Tut­to il pas­sa­to in un clic

Corriere della Sera - Io Donna - - Agenda - So­lo amo­re ndr) Jo­nas Kau­f­mann: una se­ra­ta con Puc­ci­ni. jo­na­skau­f­mann­puc­ci­ni­film­com. M.L.G. Va­len­ti­na Ra­viz­za buo­na ta­vo­la Og­gi Cu­ci­no. Il pia­ce­re del­la

a vol­te ba­sta una fotografia per tor­na­re in­die­tro nel tem­po. Nel ca­so di ( Bom­pia­ni) di Lu­di­na Bar­zi­ni è lo scat­to di una don­na nu­da a ri­por­ta­re Lu­cre­zia, la pro­ta­go­ni­sta, a Pa­ler­mo ne­gli an­ni Ses­san­ta. La ra­gaz­za del­la fo­to è lei stes­sa, 30 an­ni pri­ma. Die­tro l’obiet­ti­vo, c’era Gian­ni, gran­de amo­re di gio­ven­tù che rien­tre­rà nel­la vi­ta di Lu­cre­zia. E non è det­to che i de­cen­ni di di­stan­za rie­sca­no a ren­de­re la ve­ri­tà me­no do­lo­ro­sa…

“La ma­lat­tia ti ri­pu­li­sce, a me ha il­lu­mi­na­to” af­fer­ma Gian­ni per spie­ga­re che co­sa l’ha spin­to a ria­pri­re una vec­chia fe­ri­ta. Il do­lo­re è mo­to­re di vi­ta?

È ine­vi­ta­bi­le, pri­ma o poi, con­fron­tar­si con il do­lo­re. E con se stes­si, con cer­te ve­ri­tà da cui si è sem­pre fug­gi­ti. I ro­man­zi non so­no al­tro che la vi­ta.

Ci so­no sto­rie ve­re die­tro quel­le del li­bro?

Ho ascol­ta­to per an­ni i racconti di ami­ci e sco­no­sciu­ti. Co­me la mia ami­ca che, al­la mor­te del ma­ri­to, ha tro­va­to in una va­li­gia le lettere che lui ha scrit­to a un’al­tra per 20 an­ni. O l’al­tra che a 60 an­ni ha mol­la­to tut­to per tor­na­re con il ra­gaz­zo di cui era in­na­mo­ra­ta a 18…

Qual­cu­no si è ri­co­no­sciu­to in Lu­cre­zia o in Gian­ni?

La len­te del­lo scrit­to­re de­for­ma le sto­rie. E du­ran­te la scrit­tu­ra i per­so­nag­gi pren­do­no la lo­ro stra­da.

Da do­ve na­sce l’amo­re per la Si­ci­lia, per Pa­ler­mo?

Ci so­no sta­ta per la pri­ma vol­ta a 13 an­ni. Mio pa­dre (il gior­na­li­sta Lui­gi Bar­zi­ni, por­tò me e mia so­rel­la sull’iso­la con una vec­chia Fiat 1100. Lui co­no­sce­va be­ne quei luo­ghi, ave­va de­nun­cia­to il dram­ma del­la ma­fia, ce li fe­ce ca­pi­re e ama­re. Ne­gli an­ni, so­no tor­na­ta mol­te vol­te, sco­pren­do an­che aspet­ti di­ver­si. Ma il fa­sci­no di quel viag­gio mi è ri­ma­sto nel cuo­re.

E a Mi­la­no, in­ve­ce, tro­va an­co­ra le sue ra­di­ci?

L’iden­ti­tà mi­la­ne­se og­gi si è un po’ per­sa, an­nac­qua­ta. Pe­rò l’Ex­po ha ri­da­to vi­go­re a cer­te zo­ne, luo­ghi che ama­vo so­no tor­na­ti co­me era­no... Tut­to cam­bia, ma le ra­di­ci si ri­tro­va­no.

Kau­f­mann e l’8 mar­zo

Le mi­mo­se? La piz­za con le ami­che? Non sia­te an­ti­che! L’8 mar­zo fa­te­vi un re­ga­lo ad al­to quo­zien­te in­tel­let­tua­le e sce­glie­te il ci­ne­ma per un even­to che non avrà re­pli­che:

Ov­ve­ro: il film di Brian Lar­ge che rac­con­ta il trion­fa­le con­cer­to al­la Sca­la, il 14 giu­gno scor­so, se­gui­to da cin­que bis e 40 mi­nu­ti di ap­plau­si. “Nes­sun dor­ma” in­to­na il te­no­re... Po­te­te scom­met­ter­ci! In­fo: Esal­ta i piat­ti del­la no­stra tra­di­zio­ne ga­stro­no­mi­ca l’in­vi­tan­te mix del nu­me­ro di mar­zo del men­si­le

(in edi­co­la). Non a ca­so de­di­ca­to agli sfor­ma­ti e ai tim­bal­li che, co­me prou­stia­ne ma­de­lei­ne, riac­cen­do­no i sa­po­ri dell’in­fan­zia, le do­me­ni­che in fa­mi­glia, l’at­te­sa re­sa più lie­ve da qual­che as­sag­gio di pa­ne fat­to in ca­sa. Ec­co al­lo­ra le ri­cet­te per pre­pa­ra­rar­lo, con le fo­cac­ce sen­za im­pa­sto. E poi, tut­to sul gor­gon­zo­la, sul­la li­qui­ri­zia, sui car­cio­fi, sui truc­chi per cuo­ce­re sen­za ac­qua. In­fi­ne, ap­pun­ta­men­to fis­so con tre me­nu spe­cia­li e gu­sto­si: light, sen­za glu­ti­ne, ve­ge­ta­ria­no.

Il pran­zo (non so­lo del­la do­me­ni­ca) è ser­vi­to

So­pra, la copertina

di So­lo amo­re di Lu­di­na Bar­zi­ni, edi­to da Bom­pia­ni.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.