Fo­glio

Corriere della Sera - Io Donna - - Attrici Controcorrente - Blog.io­don­na.it/fa­bri­zio- ron­co­ne

Sì, era una spe­cie di dia­rio. Ri­let­to mol­ti an­ni do­po, mi so­no ac­cor­to che il li­bro non sa­reb­be sta­ta una rac­col­ta di ar­ti­co­li, ma che que­gli ar­ti­co­li era­no già un li­bro a pun­ta­te. Per que­sto, nel­la pre­fa­zio­ne, Giu­lia­no Fer­ra­ra par­la di feuil­le­ton ot­to­cen­te­sco.

Ci so­no im­ma­gi­ni e pa­ro­le sto­ri­che. Co­me il di­scor­so di Bet­ti­no Cra­xi in Par­la­men­to.

Quel di­scor­so lo ab­bia­mo pri­ma frain­te­so e poi di­men­ti­ca­to. Que­sto è un Pae­se che con­ti­nua a dar­si ali­bi e a tro­va­re ca­pri espia­to­ri.

Vent’an­ni do­po, la po­li­ti­ca ita­lia­na è cam­bia­ta in me­glio o in peg­gio?

Ha gli stes­si di­fet­ti, ma è un po’ più pic­ci­na. Cra­xi era un po­li­ti­co de­cli­nan­te co­me tut­ta la Pri­ma re­pub­bli­ca, e mol­ti rea­ti c’era­no. Ma era un uo­mo che ave­va com­bat­tu­to la Guer­ra fred­da e ave­va una vi­sio­ne da sta­ti­sta che og­gi nes­su­no ha.

Cra­xi, Berlusconi, Ren­zi.

So­no i po­li­ti­ci più for­ti del­la lo­ro sta­gio­ne, e in Ita­lia i po­li­ti­ci for­ti non piac­cio­no mai. Cra­xi pe­rò ha am­mo­der­na­to la si­ni­stra ita­lia­na al­lo­ra fer­ma a Marx, men­tre Berlusconi ha fal­li­to la ri­vo­lu­zio­ne li­be­ra­le. Quan­to a Ren­zi, ve­dre­mo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.